TAR TASSATI – Sentenza rapida che non soddisfa la caccia in Lombardia

TAR TASSATI  –  Questa mattina è giunta in maniera rapida, a soli quattro giorni dall’udienza, la sentenza del TAR lombardo.

TAR TASSATI – E’ arrivata la SENTENZA del TAR Lombardo in merito alla sospensione del Calendario lombardo – Poteva andare peggio …. ma il bicchiere resta mezzo vuoto. Accolte le richieste della LAC e le indicazioni ISPRA – La stagione prosegue ora senza intoppi con il Calendario Bis 
Il Tribunale Amministrativo della Lombardia non si esprime sulla questione del terreno innevato di fatto convalida il CalendarioBis, ma caencella Moretta, Tortora selvatica e Pavoncella il cui prelievo è sospeso.
Tordo, sassello e cesena  chiusura al 20 gennaio
Quaglia dal 2 al 30 ottobre
Allodola dal 1° ottobre 
Coturnice: con nota 24/9/2021, prot. n. 50230, ISPRA ha espresso parere favorevole per tale specie avendo la Regione recepito le indicazioni fornite dal medesimo Istituto con riferimento alla perimetrazione dei distretti di gestione.

TAR TASSATI  – Di seguito il comunicato emesso oggi dall’ Ass.re regionale lombardo Fabio Rolfi che assolve l’operato della Regione

CACCIA, ASSESSORE AGRICOLTURA: DEPOSITATA SENTENZA TAR. CERTIFICATA CORRETTEZZA PROCEDURALE DELLA REGIONE

LE ACCUSE ALLA LOMBARDIA RESPINTE DAL TAR. ATTIVITÀ VENATORIA CONTINUA CON CALENDARIO ORIGINALE (LNews – Milano, 11 ott) Sentenza TAR Milano

Ass.re Regionale lombardo Fabio Rolfi

La sentenza del Tar depositata questa mattina certifica come sotto il profilo tecnico e amministrativo la Regione Lombardia abbia agito in maniera corretta, rispettando procedure e tempi previsti. Tutti coloro che ci accusavano di essere i colpevoli dello stop alla caccia a causa del mancato deposito del calendario entro il 15 giugno sono stati smentiti nero su bianco dal tribunale. Attendiamo le scuse, come giusto che sia. Nel merito vengono censurati alcuni passaggi del calendario dove ci siamo discostati da Ispra apportando motivazioni che per il Tar non sono sufficienti in particolare modo su pavoncella, tortora e moretta, come peraltro sta succedendo in tutta Italia. Da parte della Regione non c’è stato alcun ritardo“. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi riguardo la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sul ricorso della Lac in merito agli atti della Regione Lombardia attinenti alla stagione di caccia 2021/2022. “Sebbene il documento di Ispra non sia per norma vincolante, -aggiunge l’assessore – notiamo come nei fatti sia preso in seria considerazione nei tribunali in quanto “reso da un ente di rilievo nazionale”. Questo è un elemento con il quale bisogna fare i conti anche in futuro”. “Rimane il rammarico – prosegue – per una sospensione dell’attività venatoria, limitata grazie al calendario ponte varato dalla Giunta regionale che ha riaperto la caccia per tutti dal 2 ottobre anziché dal 7, che alla luce della sentenza, la quale respinge gran parte delle rimostranze della Lac, appare eccessiva e fuori luogo e poteva essere limitata solo alle parti contestate”. “La caccia pertanto – conclude l’assessore – continua con calendario originale con la sospensione del prelievo per le sole specie contestate e la conclusione della caccia di cesena e tordo sassello il 20/1

 

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • Franco Ghidini

    Ed ora i danni morali a noi cacciatori di appostamento alla piccola selvaggina chi li paga??
    il Tar o la LAC ???

  • Made

    Il calendario originale è stato stravolto, taglio di giorni a settembre e gennaio e non solo, causa? La mal gestione della regione che oltre a questa mancanza (grave) deve ancora presentare il piano faunistico con grave ritardo.

Lascia un commento

required

required

optional


Grandi carnivori : il lupo

Grandi carnivori , il lupo Il Lupo resta una specie rigorosamente protetta . La Convenzione di Berna stabilisce che lo stato attuale non necessità di alcun cambiamento. Condividi l’articolo sui social!

Fatti & Misfatti

Fatti & Misfatti – Con la presenza dell’ Avv. Penalista Alberto Scapaticci del Foro di Brescia vi racconteremo una storia incredibile. Un misfatto accaduto ad un cacciatore bergamasco. Ma non solo, …nel corso della diretta altri fatti segnalati.   Fatti & Misfatti  Condividi l’articolo sui social!

Quale futuro per i roccoli …?

Quale futuro per i roccoli ? Quale futuro …I roccoli, i centri di cattura dei richiami vivi autorizzati dalla Regione, dal 2011 hanno smesso di funzionare. Ora sono strutture in disuso anche se ben mantenute a livello conservativo. Cattedrali nel deserto a testimonianza di una tradizione molto radicata su tutto il territorio. Quale futuro per i roccoli ?In questa diretta […]

Caccia & sicurezza

Caccia & sicurezza – con l’esperto di balistica e sicurezza Pietro Torosani     Caccia & sicurezza    – In diretta con l’esperto di Sicurezza e Balistica Pietro Torosani I temi trattati: La sicurezza prima della caccia – durante la caccia e a fine battuta Gl’incidenti più frequenti : bastano poche accortezze per evitarli Attenzione ai rimbalzi dei pallini o […]