Il TAR colpisce anche il calendario Veneto

Il TAR colpisce anche il calendario Veneto : via Combattente e Pavoncella 

Il TAR accorcia anche la stagione dei capannisti

 

Il TAR colpisce anche il Venteo

Il TAR – Anche il Calendario Veneto, seppur solo parzialmente, è stato sospeso dall’ Ordinanza cautelare 491 dal TAR che ha rimandato al 1° dicembre l’udienza.  Anche in questa occasione, come per la Lombardia, l’istanza di sospensione è stata presentata dalla LAC con il sostegno della Lipu. Il giudice ha disposto che il calendario venatorio regionale vada subito sospeso in alcune sue rilevanti parti, le stesse per cui aveva già pronunciato parere avverso l’Ispra,  un parere rimasto inascoltato dalla Giunta Regionale. Sostanzialmente si è allargato il divieto di cacciare Combattente e Pavoncella ma poi si è ridotto il periodo del prelievo per diverse specie.

La Quaglia terminerà al 31 ottobre anziché al 30 dicembre (ben 2 mesi).

 

Per Cesena, Tordo Sassello e per le specie acquatiche Germano reale, Folaga, Gallinella d’acqua, Alzavola, Mestolone, Canapiglia, Porciglione, Fischione, Codone, Marzaiola, Frullino, Beccaccino il termine della stagione è stato anticipato al 20 gennaio anziché il 31 gennaio 2022

Annullate anche le 2 giornate integrative settimanali di caccia ai migratori nei mesi di ottobre e novembre.

Questo è il terzo pronunciamento del TAR di Venezia contro la caccia in Veneto: con il primo, a inizio agosto, si era accolto il ricorso della Lac per la sospensione della caccia da appostamento alla Tortora.  Il secondo, sempre alla fine dello stesso mese, i Giudici veneti avevano  accolto quello di Lipu, Wwf, Enpa e Lav contro la caccia alla Pavoncella.

Come si evince, fatte le dovute proporzioni con la situazione lombarda (visto che in Veneto l’impianto complessivo del Calendario non è stato toccato) oggi sono i “giudici” ha decidere le sorti della pratica venatoria, senza “SE” e senza “MA” .  O ci si adegua alle indicazioni ISPRA oppure si sceglie la strada della ricerca scientifica con degli studi inappellabili. Anche se il “politicamente corretto” gira sempre in una sola direzione 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Caccia al Tordo in Valtenesi

Caccia al Tordo in Valtenesi CACCIA AL TORDO IN VALTENESI – La caccia da appostamento fisso è una tradizione bresciana radicata nel tempo. Una caccia tradizionale che si tramanda di padre in figlio, proprio come nel nostro caso con Angelo e Alessio che ci hanno ospitato nel loro capanno a ridosso del lago di Garda. La cura dell’ appostamento, le […]

Milano 1° ottobre : la protesta dei cacciatori

Milano 1° ottobre : la protesta dei cacciatori Milano 1° ottobre – la protesta dei cacciatori In migliaia hanno pacificamente mostrato tutto il loro malcontento per quanto avvenuto in Lombardia e in Italia. La caccia è sotto assedio ma i cacciatori questa volta non ci stanno a subire altri torti. Organizzata da #iosonocacciatore alla manifestazione milanse, sotto gli uffici della […]

Caccia alle cornacchie nel bresciano

CACCIA ALLE CORNACCHIE NEL BRESCIANO – in preapertura ci siamo dedicati a questo tipo di caccia agli invasivi consentiti, cornacchie e gazze. Una caccia da appostamento temporaneo nella quale serve mimetizzasi molto bene, un bel gioco di stampi e girandole e i richiami a bocca. La conrnacchia è un ucello molto scaltro, dalla vista aguzza, capace di organizzarsi con le […]

Il roccolo : una tradizione da conservare

Il Roccolo : una tradizione da conservare Il roccolo: una tradizione da conservare Una delle più antiche tradizioni venatorie del nord Italia è senza dubbio quella dell’uccellagione. A distanza di un anno siam saliti ancora una volta al Roccolo di Italo, o Roccolo Gervasoni, una struttura straordinaria conservata da Lodovico e GianFranco in maniera straordinaria …. nel video potete vedere […]