13 Aprile – Assemblea annuale FIDC Brescia dei 250 presidenti di sezione.

Si è svolta domenica mattina, 13 aprile,  l’annuale assemblea della FIDC bresciana che ha chiamato a raccolta i 250 presidenti di sezione. L’assemblea di oggi coincideva anche con le votazioni per il rinnovo delle cariche provinciali. Marco Bruni, presidente uscente, dopo aver letto la sua lunga relazione e fatto un bilancio del suo quinquennio di mandato ha confermato la volontà di ricandidarsi per proseguire e portare a termine i tanti progetti intrapresi.  “Non mi ricandido per spirito di corpo ma perché mi diverto e perché sono onorato a fare il presidente provinciale della più grande sezione d’Italia della Federcaccia”- così Bruni ha motivato la scelta di restare al comando, per altro condivisa da un lungo applauso della platea. Durante la sua relazione Bruni ha toccato diversi argomenti, passando da sistema animalista pericolosamente in crescita alla questione censimenti e anellini, per poi parlare di caccia in deroga, facendo leva sui dati scientifici che occorrono per essere credibili in Europa e di fronte all’ ISPRA. Al tavolo dei relatori anche il presidente nazionale della FIDC Gianluca dall’Olio, il presidente lombardo (anch’esso a fine mandato) Mauro Cavallari e la dott. sa Anna Bonomo dirigente del settore caccia della regione Lombardia. E’ intervenuto anche l’ Ass,re provinciale Aurelio Guarneri, che proprio di fonte al dirigente regionale ha detto ” capisco e condivido la necessità della regione di istituire una banca dati per i richiami vivi, ma ribadisco che il metodo usato è stato a dir poco ridicolo”- Guarneri, ha poi polemizzato sul fatto dell’obbligatorietà dello stesso e sull’imminente chiusura dei roccoli di cattura, il tutto mentre la dott.sa Bonomo scuoteva la testa in senso di contrarietà. Per conoscere il nome del nuovo presidente  si dovrà attendere la conta delle schede ma è quasi certa la riconferma di Marco Bruni.

Caccia & Dintorni- la redazione

BDM2014-04-13-1671

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Caccia & Europa con On. Pietro Fiocchi Gruppo ECR

CACCIA & EUROPA – con Pietro Fiocchi Conl’ europarlamentare del Gruppo ECR si è parlato della questione piombo e zone umide, delle carni di selvaggine della loro commercializzazione. Inoltre perchè in zona ROSSA non si può andare a caccia ? ……   CACCIA & EUROPA Condividi l’articolo sui social!

Falco Arms le novità : Alpine F1 e R19

Falco Arms le novità : AlpineF1 e R19   FALCO ARMS – Alpine F1 anima rigata e R19 anima liscia – si tratta di due novità assolute di casa Falco – In questo video di presentazione Roberta e Raffaello Pedretti ci presentano nel dettaglio i due nuovissimi fucili. Alpine F1 – canna rigata- prodotto in tutti i calibri. Adattissmo per […]

Diritti e Doveri dei cacciatori

Diritti e Doveri dei cacciatori Diritti e Doveri : Controlli Venatori  –  Una call-confdrence voluta e ideata dall’ On. Pietro Fiocchi – Gruppo ECR al Parlamento Europeo – per parlare di diritti e doveri dei cacciatori europei in presenza di controlli e erquisizioni. La prima diretta di una serie dedicata alle questioni venatorie sul diritto di esercirtare una vera passione […]

Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi

Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi   Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa con l’ On. Pietro Fiocchi . europarlamentare Gruppo ECR tante le tematiche trattate nel corso dell’ intervista- Problema piombo e zone umide, ricorsi al Tar, unione venatoria ecc. Animalismo, Ispra, Ministero Ambiente e altro.   C&D Condividi l’articolo sui social!