TAV abusivo trasformato in discarica – Intervento dei forestali

TAV abusivo trasformato in discarica – Intervento dei forestali 

Tav abusivo, senza permessi e un ettaro di bosco divenuto una discarica a cielo aperto. I Carabinieri Forestali di Vobarno hanno provveduto al sequestro, congiuntamente con i tecnici dell’ ARPA. Ora si provvede a verificare se il terreno e le falde acquifere sono contaminate.

S’intensificano dunque  i controlli nelle aree boschive a ridosso dell’apertura della stagione venatoria . La lotta al bracconaggio è sempre più serrata, ma anche la tutela dell’ambiente e della salute pubblica è una priorità per chi deve vigilare.  Il dovere di ognuno di noi è quello di segnalare per non essere complici e difendere una categoria già troppo maltrattata.

C&D

TAV  Abusivo – Questo il comunicato ufficiale :

TRASFORMANO IL BOSCO IN UNA DISCARICA ABUSIVA DI RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSII Carabinieri Forestali sequestrano un attività di tiro al piattello non autorizzata e 11.425 metri quadrati di bosco trasformato in discarica abusiva.

TAV abusivo trasformato in discarica – Intervento dei forestali

 I Carabinieri Forestali della Stazione di Vobarno, a seguito di un controllo eseguito congiuntamente ai tecnici di ARPA Lombardia – Dipartimento di Brescia, hanno sottoposto a sequestro un’attività di tiro a volo ubicata in Comune di Sabbio Chiese (BS) e oltre un ettaro di bosco antistante alle postazioni dalle quali veniva praticato lo sport del tiro al piattello.
L’attività, oltre ad essere del tutto irregolare in quanto esercitata da numerosi anni in assenza delle necessarie autorizzazioni (S.C.I.A.), veniva svolta nella più totale inosservanza delle normative ambientali, provocando la

prodotti dallo sparo, tra i rifiuti rinvenuti frammenti di piattelli, borre in plastica e pallini in piombo, il tutto in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed a vincolo idrogeologico.

Il campo di tiro risultava infatti essere privo di qualsivoglia tipologia di sistema di raccolta o barriera per intercettare i predetti materiali, che venivano proiettati nell’aria in occasione di ciascuno sparo raggiungendo distanze di oltre 130 metri: ormai da molto tempo tali rifiuti si disperdevano nei boschi circostanti formando consistenti accumuli di centinaia di tonnellate di detriti sparsi direttamente sul suolo e perfino nell’alveo del torrente che scorre nelle vicinanze, comportando uno stato di evidente degrado ambientale e paesaggistico.

Tav Abusivo – intervengono i Carabinieri forestali-

Dopo aver apposto i sigilli sull’area, i Carabinieri Forestali della Stazione di Vobarno hanno deferito all’Autorità Giudiziaria i tre gestori del tiro a volo per il reato di gestione di discarica non autorizzata per il quale, oltre all’obbligo di ripristino dello stato dei luoghi, rischiano la pena dell’arresto da sei mesi a due anni e dell’ammenda da 2.600 a 26.000 euro, nonché la confisca dei terreni.

Particolarmente rilevanti saranno le successive fasi di campionamento del suolo, in quanto è probabile che la mancata raccolta da parte dei gestori dei pallini in piombo, che si stima corrispondere a circa 1 tonnellata all’anno, possa aver provocato la contaminazione della matrice naturale (terreno e fondo del corso d’acqua): in tal caso potrebbe essere contestato ai tre soggetti anche l’ulteriore e più grave reato di inquinamento ambientale, per il quale è prevista la pena della reclusione da due a sei anni e la multa da 10.000 a 100.000 euro.

Sabbio Chiese 25.08.2019

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • Diego Bianchi

    Come in tutte le cose ci sono sempre i FURBI !!!Allora i gestori del TAV di Esine sono matti che di autorizzazioni ne hanno fatte a bizzeffe ,utilizzano i piattelli della ecorip composti in carbonato di calcio ,biodegradabili al 100 per 100 ,2-3 volte all’anno fanno pulizia delle borre in plastica,in piu’ hanno degli speciali tappeti per la raccolta del piombo ,e questi qua se ne fregano ???Ma fateli pagare in soldoni !!!!

Lascia un commento

required

required

optional


CLUB DEL BECCACCINO : LOMELLINA 2019

  CLUB DEL BECCACCINO SETTIMANA LOMELLINA 2019 – per celebrare i 90 anni dalla fondazione il Presidente , Claudio Cortesi , ha organizzato una settimana di prove nelle risaie della Lomellina pavese. Molti i partecipanti giunti da tutta Italia. le prove su beccaccino (senza sparo) sono state piuttosto impegnative per tutti: ausiliari e conduttori. Caccia & Dintorni ha documentato l’avvenimento […]

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

Caccia & Europa : le sentinelle dell’ambiente

Caccia & Europa – Le sentinelle dell’ ambiente e custodi della natura Caccia & Europa – Nuova iniziativa dell’On. Pietro Fiocchi- europarlamentare Gruppo ECR -Si tratta di un programma importante per cambiare la percezione pubblica di quella che è la figura del cacciatore e del pescatore . Sabato 1° febbraio a Torino l’On Fiocchi ha organizzato un convegno incontro dal […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]