Il Governo impugna la Legge regionale sugli anellini

Il Governo impugna la Legge regionale lombarda sugli anellini

Impugnati anche Banca Dati e segnatura del capo abbattuto – Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri

Il Governo , su intervento di Lac e altre associazioni anticaccia, va contro la Regione Lombardia

Anellini e relativi controlli impugnati dal Governo, ma fino al pronunciamento  definitivo della Corte  Costituzionale la Legge Regionale resta in vigore a tutti gli effetti.

Antico capanno di caccia

Come previsto il Governo ha impugnato, grazie alla segnalazione e al sollecito della LAC (lega abolizione caccia), la legge regionale sull’ attività di vigilanza e controllo degli anellini usati per l’identificazione dei richiami vivi,  nella quale – Legge 8 – si specificava che il controllo sarebbe stato svolto solo per verificare la presenza dell’anellino ma senza la manipolazione o altre pratiche che potessero  nuocere al richiamo stesso.

Il Governo – Ma non solo, è stata impugnata anche la possibilità di utilizzare anellini di plastica benchè meno dannosi per i volatili.  La decisione del Governo, senza tenere conto del “benessere-animale” si basa sulla possibilità di manipolazione da parte degli allevatori sugli anellini che potrebbero sfilarli facilmente. La contraffazione degli anellini favorirebbe l’illegale commercio di avifauna.

Nella  seduta di giovedì scorso, la stessa nella quale è stato adottato l’utilizzo del Green Pass,   il Governo ha impugnato anche la soppressione della Banca Dati dei richiami vivi e la possibilità di segnare sul tesserino il capo di selvaggina  dopo  l’abbattimento e il “recupero” del capo stesso.

Ora si è in attesa della sentenza della Corte Costituzionale che potrebbe però giungere fra 8 o anche 10 mesi. Questo significa che fino a che non vi sarà un pronunciamento e una sentenza definitivo le norme della LEGGE REGIONALE dovranno essere rispettate e fatte rispettare.

C&D

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • Fortunato Busana

    Nemmeno il benessere ed un’inutile Banca Dati.. Non c’è peggior sordo di chi non vuol ascoltare..! Che dicano che vogliono far finire la caccia tradizionale da appostamento fisso.

Lascia un commento

required

required

optional


Il roccolo : una tradizione da conservare

Il Roccolo : una tradizione da conservare Il roccolo: una tradizione da conservare Una delle più antiche tradizioni venatorie del nord Italia è senza dubbio quella dell’uccellagione. A distanza di un anno siam saliti ancora una volta al Roccolo di Italo, o Roccolo Gervasoni, una struttura straordinaria conservata da Lodovico e GianFranco in maniera straordinaria …. nel video potete vedere […]

Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

I CINGHIALI DEL SEBINO

I CINGHIALI DEL SEBINO – il nuovo video di Caccia e Dintorni    I CINGHIALI DEL SEBINO con gli amici Consorzio Squadre Cinghiali Zona 1 di Brescia abbiamo dato vita ad una bella giornata di caccia sui monti a ridosso del Sebino, tra Iseo e Sulzano. Una braccata ben riuscita nella quale siamo riusciti a mettere in evidenza la passione […]

ANATRE NEL BRESCIANO – UNA MATTINA DA RICORDARE

ANATRE NEL BRESCIANO – UN MATTINA DA RICORDARE ANATRE NEL BRESCIANO – La caccia agli anatidi da appostamento fisso, nella tesa allagata, lo “sguass” … è qualcosa di molto emozionante. Arrivare presto con il buio senza far rumore … . Capire se ci sono germani, alzavole o moriglioni … in attesa che comincino a girarci sulla testa …Una caccia che […]