Cambio della guardia al CNCN : arriva ZIPPONI

Cambio della guardia al CNCN MAURIZIO ZIPPONI NOMINATO NUOVO PRESIDENTE 

L’Assemblea del Comitato Nazionale Caccia e Natura ha nominato il 67enne già Presidente di Fondazione UNA al suo vertice per i prossimi 2 anni

In precedenza il nuovo Presidente di CNCN è stato sindacalista della FIOM e parlamentare di Rifondazione Comunista …approdato poi con Italia dei Valori di Antonio Di Pietro

Roma, 14 giugno – Maurizio Zipponi, classe 1954, è stato nominato Presidente di CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) dall’Assemblea dei Soci dello scorso 10 giugno.

Cambio della guiardia : Maurizio Zipponi nuovo presidente CNCN – foto CNCN

L’ex sindaclista della FIOM Zipponi, esperto in politiche industriali, internazionalizzazione d’impresa e diritto del lavoro è dal 2019 Presidente di Fondazione UNA (Uomo, Natura, Ambiente), nella quale ha fatto il suo ingresso nel 2016 e, come Presidente del Comitato Scientifico, firmato nello stesso anno con il Ministero dell’Ambiente un protocollo per le buone pratiche e la tutela della biodiversità.

È stato consulente di primari gruppi industriali e finanziari e dal 2019 ricopre il ruolo di Senior Advisor per Banca Intesa in relazione a grandi progetti industriali nazionali, tra cui la ristrutturazione dell’ex ILVA.

Zipponi intende porre al centro del suo mandato il tema della sostenibilità da sviluppare attraverso azioni progettuali, istituzionali e scientifiche che, anche con il coinvolgimento di figure di provata esperienza e professionalità politica e istituzionale, consentano all’intero settore di fare nei prossimi anni un ulteriore “scatto green”.

 

Focus del suo contributo in CNCN sarà quello di attuare, anche attraverso una incisiva interlocuzione con il mondo politico, con quello dell’associazionismo (venatorio, agricolo, ecologista) nazionale ed europeo e in piena sinergia con la crescita di Fondazione UNA, progetti concreti che portino a diffondere una conoscenza scientifica dell’attività venatoria, del suo rapporto con l’ambiente, della figura del cacciatore, superando stereotipi e pregiudizi, nell’ambito di un confronto aperto tra le diverse parti.

Con l’obiettivo di rafforzare il rapporto tra il mondo della caccia e il territorio, verranno sviluppati progetti in favore della tutela delle risorse e degli equilibri naturali e rafforzate partnership con gli altri attori del territorio, le istituzioni, le organizzazioni ambientaliste, agricole e le associazioni venatorie riconosciute, anche attraverso l’importante lavoro di mediazione della Cabina di regia del mondo venatorio.

Sono onorato di iniziare il mio percorso da Presidente di CNCN. Tra le mie priorità c’è sicuramente quella di affermare il valore dell’attività venatoria a favore della sostenibilità ambientale e la necessità di una corretta gestione del territorio insieme agli altri stakeholders, diffondendo la figura del cacciatore quale Paladino del Territorio in piena sinergia con i valori di Fondazione UNA” – ha dichiarato Zipponi alla sua nomina.

CNCN è tra i soci fondatori di Fondazione UNA; la presidenza di Zipponi in entrambe le realtà sarà dunque utile a intensificare le sinergie tra questi due enti, che hanno una visione convergente sul futuro del mondo venatorio e sugli obiettivi di salvaguardia della biodiversità.

Chi è Maurizio Zipponi, uomo della sinistra italiana

La politica – Bresciano, classe 1955 – è stato un sindacalista della FIOM di Brescia dal ’94 al 2002 e poi anche della FIOM milanese dal 2002 al 2006.  Nel 2006 eletto deputato nelle fila di Rifondazione Comunista. Successivamente si avvicina a Sinistra e Libertà, per poi approdare nell’ Italia dei Valori di Antonio Di Pietro.

Dal 2010 al 2013 entra nel Consiglio di amministrazione della OMB International, azienda pubblica bresciana che viene risanata e portata in attivo. Zipponi chiede e ottiene formalmente che non vi sia alcuna forma di compenso, retribuzione o consulenza per l’incarico che ha svolto.

Nel 2013 interrompe il rapporto di lavoro con l’Italia dei Valori e prosegue nella sua attività di esperto in politiche industriali, internazionalizzazione d’impresa e diritto del lavoro.

Uomo e Ambiente – A fine 2013 assume per la Beretta s.p.a. il compito di creare un’alleanza tra il mondo ambientalista, agricolo e venatorio, al fine di realizzare un progetto italiano per una nuova filiera ambientale compatibile con le migliori pratiche europee. nel 2016 diventa Presidente del Comitato scientifico della fondazione nazionale UNA (Uomo-Natura-Ambiente) e firma con il ministro dell’ambiente un protocollo per le buone pratiche e la bio diversità. ……..

Fonte Wikipedia

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Fatti & Misfatti

Fatti & Misfatti – Con la presenza dell’ Avv. Penalista Alberto Scapaticci del Foro di Brescia vi racconteremo una storia incredibile. Un misfatto accaduto ad un cacciatore bergamasco. Ma non solo, …nel corso della diretta altri fatti segnalati.   Fatti & Misfatti  Condividi l’articolo sui social!

Quale futuro per i roccoli …?

Quale futuro per i roccoli ? Quale futuro …I roccoli, i centri di cattura dei richiami vivi autorizzati dalla Regione, dal 2011 hanno smesso di funzionare. Ora sono strutture in disuso anche se ben mantenute a livello conservativo. Cattedrali nel deserto a testimonianza di una tradizione molto radicata su tutto il territorio. Quale futuro per i roccoli ?In questa diretta […]

Caccia & sicurezza

Caccia & sicurezza – con l’esperto di balistica e sicurezza Pietro Torosani     Caccia & sicurezza    – In diretta con l’esperto di Sicurezza e Balistica Pietro Torosani I temi trattati: La sicurezza prima della caccia – durante la caccia e a fine battuta Gl’incidenti più frequenti : bastano poche accortezze per evitarli Attenzione ai rimbalzi dei pallini o […]

Cacciatori ambientalisti – Gestione della fauna invasiva

Cacciatori ambientalisti – Gestione ambientale della fauna autoctona e alloctona invasiva   Condividi l’articolo sui social!