Calendario Lombardia 2019/20 – 2 giornate integrative in Lombardia

CALENDARIO Lombardia 2019-2020: GIORNATE INTEGRATIVE SETTIMANALI DI CACCIA DA APPOSTAMENTO FISSO PER IL PERIODO COMPRESO TRA IL 2 OTTOBRE E IL 30 NOVEMBRE 2019 NEI TERRITORI DEGLI UTR DI BERGAMO, BRESCIA, BRIANZA, INSUBRIA, PAVIA E VAL PADANA-MANTOVA

Escluse dalle giornate integrative settimanali di caccia da appostamento fisso, le specie allodola, codone, moretta, moriglione e pavoncella

 

Calendario Lombrdia 2019/20 – Anche quest’anno, in ottemperanza a quanto stabilito dalla Direttiva Uccelli 2009/147 CE e alla 157/9, oltre che alla Legge regionale e al parere con cui ISPRA ha sostanzialmente confermato le valutazioni fornite nella trascorsa stagione venatoria 2018/19, con Decreto 13571_26 sett giornate integrative la Regione Lombardia ha confermato a chi ne ha fatto richiesta le 2 giornate integrative di caccia da appostamento fisso all’avifauna migratoria nel periodo compreso tra il 2 ottobre e il 30 novembre 2019, in aggiunta alle tre giornate settimanali di caccia attualmente consentite.

CALENDARIO Lombardia 2019-2020    2 Giornate integrative Decreto 13571_26 sett giornate integrative

UTR Bergamo: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e galline.

UTR Brescia: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e gallinella d’acqua.

UTR Brianza – Monza Brianza: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena e merlo; – Lecco: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e gallinella d’acqua

UTR InsubriaComo: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena e merlo; – Varese: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e gallinella d’acqua.

UTR Pavia: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e gallinella d’acqua.

UTR Val Padana-Mantova: due giornate settimanali integrative per la caccia a tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo, germano reale, alzavola, canapiglia, fischione, marzaiola, mestolone, folaga e gallinella d’acqua.

Nel decreto della regione vi sono poi dei dati che fanno riflettere e sono quelli riguardanti il drastico calo degli appostamenti fissi che prende in esame il quadriennio di caccia 2015-2018

 

CALENDARIO LOMBARDIA 2019-2020 – Una dovuta riflessione

Capanno di caccia- la tradizione lombarda

In provincia di Brescia, nel 2015,   vi erano 7700 capanni di caccia autorizzati. Oggi sono 7213  con un calo di 487 appostamenti, mentre i cacciatori che avevano scelto questo tipo di forma di caccia sono passati da 7276 nel 2015 a 6630 con un calo di quasi 1000 cacciatori. Una situazione che riscontriamo anche nelle province di Bergamo dove i capannisti sono passati, nello stesso periodo preso in esame, da 3519 a 3144, con un saldo in negativo di oltre 300 cacciatori. Stessa situazione nelle altre province dove questo tipo di caccia è radicato per storia e tradizione proprio come tra Brescia e Bergamo.

I motivi di questa emorragia che pare irreversibile va ricercato in diversi fattori. Dal mancato rinnovo della concessione per via di distanze o altro, all’ormai cronica assenza del prelievo in deroga, alla banca dati e altri paletti che si aggiungono di anno in anno.  Tutti fattori che hanno indotto, soprattutto i più anziani, a smettere con la caccia  e con la loro passione innata dell’appostamento fisso.

In questi anni abbiamo dovuto assistere inermi all’istituzione di una Banca Dati che avrebbe dovuto costituire un veicolo utile a “baipassare” le Direttive Europee, ma il risultato è stato quello che conosciamo tutti: roccoli chiusi e deroghe mai più fatte.  Senza un ricambio di richiami vivi e con un prelievo limitato a tordo, sassello e cesena la demoralizzazione si è fatta largo tra chi come passione aveva il suo capanno fisso da accudire tutto l’anno. Un lavoro che ancora oggi, per chi resiste, comporta tempo e sacrificio e che serve anche a tenere pulito e sotto controllo  il bosco o le campagne, i sentieri e tutto quanto fa parte di un habitat che presto tornerà ad essere incolto e aggressivo.

Lo spiedo senza uccelli non è spiedo ….

Per non parlare della tradizione dello spiedo, polenta e uccelli, che costituiva il piatto principe di molte zone e per molti ristoratori, costituendo un buon indotto economico e di lavoro.

Oggi ci troviamo a fare i conti con una buona fetta della società civile che odia la caccia e i cacciatori, ed è una battaglia continua fatta di intimidazioni, azioni violente e ricorsi giuridici.  Il fatto che loro benché pochi sono sempre  organizzati,  mentre noi (sebbene in calo costante)  possiamo contare ancora su di un certo numero, ma siamo divisi fra di noi, divisi tra associazioni e irrispettosi fra le diverse forme di caccia.

Ora manca solo che le sigle animaliste facciano ricorso alla Corte Costituzionale contro il Calendario Venatorio per ritrovarci tra qualche mese a dover fare i conti con una situazione drammatica. Le colpe e le responsabilità di tutto ciò sono sempre da attribuire agli altri,  ma forse faremmo meglio a fare autocritica tra noi stessi.

Siamo tutti sulla stessa barca ma non remiamo mai uniti nella stessa direzione.

 

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

Caccia & Europa : le sentinelle dell’ambiente

Caccia & Europa – Le sentinelle dell’ ambiente e custodi della natura Caccia & Europa – Nuova iniziativa dell’On. Pietro Fiocchi- europarlamentare Gruppo ECR -Si tratta di un programma importante per cambiare la percezione pubblica di quella che è la figura del cacciatore e del pescatore . Sabato 1° febbraio a Torino l’On Fiocchi ha organizzato un convegno incontro dal […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]

R&B Media augura Buone Feste !

R&B Media augura Buone Feste ! – Tanti auguri di Buon Natale e di un prospero 2020 da noi tutti. Un augurio sincero a voi che ci seguite sempre, a chi amate, e a tutto il nostro grande mondo . Tantissimi AUGURI !!!!! W la caccia ! Beppe e Roby   R&B Media Condividi l’articolo sui social!