Porto d’armi scaduto è da rifare l’esame venatorio?

Il mio porto d’armi per caccia è scaduto nel 1983 non più rinnovato per essere stato all’estero. Ritornato in Italia ed in pensione mi sono informato per il rilascio di un novo porto d’armi: vengono chiesti il certificato medico, e concordo, ma devo sostenere anche l’esame venatorio visto che sono già stato cacciatore?

Cordialmente ringrazio.

 

Buongiorno, l’esame venatorio non lo deve più sostenere perchè ha il porto d’armi – l’importante è che abbia conservato il documento. Cordiali saluti

Condividi l'articolo sui social!

3 Commenti

  • io ho preso il porto d’armi a sedici anni sotto con la firma del mio povero babbo dopo 40 anni di porto d’armi a causa del lavoro ho dovuto rinunciare sono passati appena 11 anni sono andato alla questura per fare il rinnovo l’ impiegato di polizia mi ha detto che devo rifare gli esami di nuovo.Questo è un paradosso ci sono questure che fanno il rinnovo senza problemi ed altre invece li creano non si capisce più niente in questa Italia alla totale deriva che amarezza!!!!!

  • Alessandro Tonfoni

    Buongiorno,ho acquisito la licenza venatoria nel 1993.Per gravi motivi familiari ho dovuto smettere di andare a caccia nel 2001.Mi è stato detto che essendo passati tutti questi anni per rinnovare il tutto oltre che una nuova abilitazione al fucile presso un TSN devo risostenere l esame venatorio.Vorrei avere informazioni in merito su cosa devo fare per un eventuale mio rinnovo per poter tornare a caccia,In attesa di una vostra risposta porgo i miei più cordiali saluti.

    p.s.=solo per informazione sono una guardia giurata dal 1989

    • Giuseppe De Maria

      Buongiorno, ci scusi per il ritardo ma ci siamo informati bene sul suo caso

      Gli esami di abilita

Lascia un commento

required

required

optional


I sasselli del Montenetto

I sasselli del Montenetto   Puntata di caccia al capanno fisso sul Montenetto in provincia di Brescia – due mattine di caccia aspettando sasselli e cesene. Un grazie a Francesco che ci ha ospitato e sopportato per due giorni.   C&D Condividi l’articolo sui social!

Caccia a Sasselli e Cesene sull’Appennino Pavese

Caccia e dintorni è a caccia di Cesene e Sasselli sull’Appennino Pavese con gli amici Oscar e Francesco. Da sempre è il momento culminante della stagione di caccia del capannista: il posizionamento dei richiami vivi, l’attesa della migratoria, l’arrivo di questi stormi di cesene caratterizzano questa tipologia di caccia, rendendola un momento molto emozionante. Caccia e Dintorni vi accompagna con […]

A tordi sulle colline Moreniche

A tordi sulle colline Moreniche   Una bella mattina di caccia in un capanno sulle colline Moreniche nell’Alto Mantovano. Con Ottorino, Simone e Giuliano. Una posta tenuta con cura, come fosse un giardino, in mezzo alle vigne e al di sopra di un laghetto di origine vulcanica. Ottorino è un grande appassionato, un tenditore ( forse l’unico) mantovano. Ottimi e […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]