Fratelli di poltrone – scatta la corsa al Pirellone

Fratelli di ….poltrone parte prima : scatta la corsa al Pirellone

Fratelli di poltrone 1a parte 

Fratelli di poltrone : tutti vogliono salire sul carro del vincitore, cambiare collegio o abbandonare il Captano e la sua nave. Sarà una lotta fratricida-Quanti hanno però consapevolezza e capacità per proporsi ?….

Fratelli di poltrone – la corsa per una poltrona

Fratelli di poltrone – Manca poco, mancano tre mesi e poi la Lombardia volterà pagina. Sta per giungere a conclusione il quinquennio della Lega al “Pirellone”, anche se con tutta probabilità, salvo clamorosi imprevisti, Attilio Fontana, sarà confermato nel ruolo di Governatore con il sostegno di un centro-destra trainato dai giorgiani patrioti, quelli che il 25 settembre scorso avevano sbaragliato ogni tipo di concorrenza (..ammesso che ce ne fosse stata) . Questa nuova tornata elettorale lombarda ci da modo di affrontare il tema della caccia a noi tanto caro, anche perché saranno circa 50 mila i cacciatori lombardi chiamati ad esprimere un voto ( + parenti stretti e amici). Quello della caccia è un tema che in questi anni è stato piuttosto trascurato, vilipeso e umiliato proprio da coloro che si erano definiti “padroni a casa nostra” e che a parole avevano promesso sostegno al mondo venatorio e alle forti tradizioni ad esso legate. Ma non è di questo che vogliamo parlare, anche perché, come si dice …”quello che è stato è stato” e dunque corre l’obbligo di guardare avanti con speranza e fiducia. Con la Lega e Forza Italia che vengono dati dai sondaggi al minimo storico, questa volta toccherà ai Meloniani fare la “Voce del Padrone” e già si stilano le prime liste o listoni che dir si voglia cercando di non scontentare nessuno. In questi mesi si sono visti tanti ammiccamenti e tante figure cercare, a volte sgomitando e rinnegando il passato, di salire sul carro dei nuovi vincitori , mentre altri attendono con ansia conferme, magari ritenendosi forti e meritevoli a fronte di una carriera consumata in questa legislatura o per meriti acquisiti sul campo con ruoli secondari da dietro le quinte. Una poltroncina in regione è tanta cosa, sia in termini di stipendio che chi feudo personale e quindi pur di rimanervi magari si cerca anche il cambio di “collegio”. Per Fratelli d’Italia i cacciatori e le cacciatrici che puntano o ripuntano la poltrona solo a Brescia potrebbero essercene in corsa quattro. Atri due a Bergamo e forse uno a Pavia. Poi ci sarà di capire chi, parlando sempre di cacciatori, resterà sulla nave del Capitano che affonda, oppure virerà altrove cercando una scialuppa che lo trasbordi sulla corazzata meloniana. Di fatto se queste sono le premesse, per il bene di tutti e della caccia” , c’è solo da sperare che tutti questi “Fratelli di poltrone” possono davvero staccare il biglietto d’accesso al Pirellone e stupirci per il prossimo quinquennio con deroghe, roccoli e quant’altro, mostrando quella volontà politica tanto invocata in questi anni. La paura è però che magari qualche piega la dovranno fare anche i nuovi e il miracolo, se non si sarà un intervento a gamba tesa su Ispra da parte del nuovo Governo, sarà solo una mezza illusione.

 

BDM

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


IL TG della CACCIA edizione settimanale

Il TG della Caccia Le ultimi dal mondo venatorio nazionale ed Europeo  2 commenti Ordina per Condividi l’articolo sui social!

Etica ed educazione venatoria

Etica ed educazione venatoria   Etica ed educazione venatoria : diretta per lunedì 23 gennaio con Roberto Basso Direttore Museo Venatorio Itinerante di Jesolo e con Pietro Torosani esperto di etica venatoria, Condividi l’articolo sui social!

EOS Show dal 11 al 13 febbraio a Verona Fiere

EOS Show – a Verona 11-13 febbraio – La più importante fiera nazionale della caccia, pesca e outdoor – intervista con l’organizzatore Patrizio Carotta C&D Condividi l’articolo sui social!

Il confronto

IL CONFRONTO – Lombardia tra presente e futuro In diretta con le associazioni venatorie lombarde Fedetcaccia, Anuu e Libera Caccia. Condividi l’articolo sui social!