Emilia Romagna : la braccata come controllo faunistico

Emilia Romagna : la braccata come controllo faunistico

E’ stato il PD, il Partito Democratico, ha presentare una mozione che facciapressione sulla Giunta regionale per intervenire presso i Governo, se mai ce ne sarà il tempo, perchè si possa finalmente introdurre come forma di controllo del territorio e gestione degli ungulati la “braccata” come forma di caccia.

Emilia Romagna – Già da qualche tempo esiste una forma di coordinamento delle squadre di cinghiala  che su 178 ne riunisce ben 160. Questo rappresenta non solo un ottimo risultato dicooperazione ma la vera chiave di lettura è il sostegno e la difesa della caccia collettiva e della gestione, di conseguenza  il controllo, della fauna selvatica.

La “braccata” risulta essere infatti l‘unico modo di caccia per fare “controllo” della specie, di questo ungulato che si moltiplica velocemente al ritmo del 150% all’anno.

 

DATI ABBATTIMENTI CINGHIALI, ROLFI: NEL 2019 ABBATTUTI 1.334 ESEMPLARI IN LOMBARDIA

Emilia Romagna : le motivazioni del PD  risoluzione-8776-del-partito-democratico-dellemilia-romagna-sulla-caccia-in-braccata-al-cinghiale

Se  questa risoluzine venisse approvata, sarebbe uno spono ad  impegnare la giunta Bonaccini per farsi carico di un intervento approppriato  nella Conferenza Stato-Regioni perché da parte di Ispra e del Governo, ammesso che ci sia,  venga riconosciuta come  forma di controllo di questo ungulato. Un percosro non facile, tutto in salita poichè  ci vorrà la modifica  all’articolo 19 della LEGGE NAZIONALE 157/92. Oltre alla “braccata”  il PD chiede inoltre che nella legge quadro sulla caccia venga istituita  anche la figura dell’operatore abilitato o cacciatore formato come sta prendendo corpo in Lombardia. 

 

Emilia Romagna

La risoluzione PD  Emilia Romagna risoluzione-8776-del-partito-democratico-dellemilia-romagna-sulla-caccia-in-braccata-al-cinghiale   è stata firmata dai consiglieri Molinari, Cardinali, Poli, Francesca Marchetti, Rontini, Zappaterra, Serri, Iotti e Zoffoli.

Questi hanno definito che   “la caccia di selezione al cinghiale è praticabile solo in determinate situazioni ambientali, rappresentando uno strumento integrativo ma non sostitutivo delle azioni di braccata” ……. a dimstrarlo sono i numeri .

Se questa proposta trovasse una soluzione al problema costituirebbe un precedente aprendo la strada anche alle altre Regioni italiane, dove la presenza del cinghiale è ormai un grabe e grande problema per l’agricoltura e per la sicurezza di tutti .

 

 

 

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • Ferdinando Ratti

    Ma quelli del PD lo sanno di cosa stanno parlando?
    oppure per raccattare voti; parlano solo per sentito dire???

  • Ivan Moretti

    Egregio Sig. Ratti in Emilia Romagna sanno di cosa parlano. Fino a quando i contenimenti (chiamati “abbattimenti”) non sono stati vietati ai cacciatori dalle ben note sentenze della C. Costituzionale, sono sempre stati fatti in braccata.

Lascia un commento

required

required

optional


2a prova campionato provinciale ANLC Brescia

2a prova campionato provinciale ANLC Brescia   2a prova campionato provinciale ANLC Brescia – prava pratica su selvaggina – Cat. Inglesi. Cinofilia – Anche quest’anno abbiamo seguito una batteria della prova pratica su selvaggina organizzata dalla Libera caccia di Brescia in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Bresciano. nel video le prove di coppia – Nel servizio anche un intervista con […]

HIT SHOW 2020 nel video di Caccia & Dintorni

HIT SHOW 2020 – oltre 30.000 visite, anche provenienti dall’estero, sono state il primo degli indicatori di peso che hanno caratterizzato un’esposizione vetrina di produttori la cui eccellenza è riconosciuta nel mondo. – Nel quartiere fieristico vicentino sono arrivati operatori e delegazioni da Norvegia, Olanda, Slovenia, Ucraina, Lituania, Estonia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca. E poi da Cipro e Malta. Inoltre, […]

Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

Riserva naturale delle Torbiere – cacciatori sentinelle dell’ ambiente

Riserva Naturale delle Torbiere – Cacciatori sentinelle ambiente Riserva Naturale delle Torbiere – Sabato 25 gennaio l’ Ente Riserva con il suo presidente Gianbattista Bosio ha organizzato una giornata ecologica per la pulizia delle “Lamette” , una parte della riserva sulle sponde del Sebino, interdetta alla caccia, dove nidificano alcune specie di anatidi e rallidi. Una settantina di cacciatori, di […]