Dal 15 febbraio divieto dell’utilizzo del piombo nelle zone umide

Dal 15 febbraio divieto dell’utilizzo del piombo nelle zone umide

Dal 15 febbraio scatta su tutto il territorio dell’ Unione Europea – anche nelle aziende venatorie e nelle Aziende agrituristico venatorie – 

 

Dal 15 febbraio scatta il divieto nelle zone umide

Dal 15 febbraio entrerà in vigore anche in Italia il divieto di utilizzare e di trasportare munizioni e cartucce in piombo nelle zone umide. A pochi giorni dall’entrata in vigore di questo nuovo regolamento siamo però ancora in attesa di evidenti chiarimenti da parte di Bruxelles. Anche perché non si tratta di una Direttiva recepita in maniera elastica dai vari stati membri, ma di un out-out senza appello e senza possibilità di interpretazioni per tutte le nazioni. Vediamo ora i punti da chiarire nello specifico.

  1. Il primo riguarda appunto la definizione di zona umida, più ampia di quanto non sia in molte leggi già esistenti negli Stati membri dell’Unione europea (una legge che limita l’utilizzo del piombo è presente ovunque tranne che in Polonia, Irlanda, Romania, Slovenia e a Malta; ma a Malta le zone umide scarseggiano, e la caccia agli acquaticinon è particolarmente diffusa in Slovenia);
  2. Il secondo all’istituzione di una zona cuscinetto con un raggio di cento metri intorno alla stessa zona umida indicata;
  3. Il terzo alla presunzione d’innocenza per chi porta cartucce all’interno di una zona vietata. Stando alle disposizioni del regolamento toccherà al cacciatore (o tiratore) dimostrare che non le avrebbe utilizzate nelle zone vietate.
  4. Il quarto l’applicazione uniforme in tutti gli Stati Membri, quindi su tutto il territorio dell’Unione Europea

Ci si augura quantomeno che nel periodo inziale vi sia buon senso e tolleranza da parte degli organi preposti al controllo in modo che l’applicazione di questo nuovo regolamento possa avvenire senza ulteriori tensioni, partendo dal fatto e dal diritto del principio di non colpevolezza per il cittadino.

 

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


14° Manifestazione tiro storico a Valle Duppo 2024

14° Manifestazione tiro storico Valle Duppo 2024 Al TAV Valleduppo la 14ma edizione non competitiva di tiro storico – Una rievocazione non competitiva che ha richiamato molti appassionati di tiro. Condividi l’articolo sui social!

La ricerca scientifica: un valore aggiunto

La ricerca scientifica: un valore aggiunto In diretta con il Dott. Michele Sorrenti  Coordinatore Centro studi e ricerche di  Federcaccia – dott. Marco Fasoli S egretario nazionale ACMA  La ricerca scientifica – L’interazione tra cacciatori e accademici favorisce l’adozione di pratiche basate su evidenze scientifiche, che possono migliorare significativamente la conservazione delle specie e la protezione degli ecosistemi. Ad esempio, […]

Il Confronto : in diretta con i Presidenti di FIDC e ANLC

Il Confronto con i presidenti Nazionali di FIDC e ANLC   Il Confronto :  In diretta con noi Massimo Buconi, Presidente Nazionale Federcaccia e Paolo Sparvoli, Presidente Nazionale ANLC Si è parlato di caccia a 360° – Novità e aspettative – Condividi l’articolo sui social!

Lombardia : il calendario bocciato da ISPRA

Lombardia : il calendario bocciato da ISPRA   ACL, CPA, ENALCACCIA – con i presidenti regionali di queste 3 associazioni per parlare del “parere ISPRA” sul nuovo calendario, il punto sulla questione anellini, valichi e altro Condividi l’articolo sui social!