#bastacinghiali – manifestazione Coldiretti a Milano

#bastacinghiali – manifestazione blitz di Coldiretti anche a  Milano  davanti alla Regione

#bastacinghiali …. ma occorre coinvolgere seriamente i cacciatori. Diversamente con altri metodi il contenimento risulterà inefficace e vano. 

#bastacinghiali

#bastacinghiali è con questo hastag che si è svolta la manifestazione di protesta di una folta rappressentanza di agricoltori lombardi di Coldiretti e di sindaci davanti alla sede della Regione. E’ giunto il momento di dire #bastacinghiali e basta nutrie e altre specie invasive che distruggono i raccolti. Un vero “blitz” che ha voluto esere di sostegno alla manifestazione nazionale degli agricoltori che in  migliaia sono scesi in piazza a Montecitorio davanti al Parlamento per chiedere di fermare una calamità che distrugge i raccolti, aggredisce gli animali, assedia le stalle e causa incidenti stradali nelle campagne ma anche all’interno dei centri urbani con pericoli concreti per gli agricoltori ed i cittadini. Nella piazza piena di gente – ha sottolineato la Coldiretti – ci sono le sagome di un branco di cinghiali a grandezza naturale per dimostrare concretamente cosa significa trovarseli di fronte in strada, nei campi o davanti alla propria abitazione.

#blitz di Coldiretti da vanti a Regione Lombardia

“Sosteniamo con iniziative concrete gli agricoltori, che rischiano di veder messo in discussione il futuro delle loro imprese, e i cittadini, sempre più minacciati dalla proliferazione della fauna selvatica. E’ fondamentale intervenire con tempestività, in sinergia con le istituzioni, per mettere in sicurezza i territori e prevenire i danni”. Queste le parole del direttore di Coldiretti Brescia Massimo Albano presente l’altra mattina in occasione del blitz nazionale sull’emergenza cinghiali.

Sugli striscioni si potuto leggere tutto il disagio degli agricoltori –  “Dopo il Covid la peste dei cinghiali”, “Noi seminiamo, i cinghiali raccolgono”, “Difendiamo il nostro territorio”, “Diventeremo noi una specie protetta” mentre dietro il Palco c’è una grande scritta “Città e campagna unite contro i cinghiali” Al fianco degli agricoltori si sono schierati esponenti delle istituzioni, sindaci con i gonfaloni e cittadini preoccupati dalla presenza dei cinghiali sotto casa. In Piazza Montecitorio a Roma è già presente il presidente nazionale della Coldiretti Ettore Prandini e sono attesi rappresentanti delle Istituzioni e della politica.

 

Ora però ci si deve interrogare e chiedersi come porre rimedio a questa situazione, che oltre ai danni ha provocato vittime innocenti.  Castrazione chimica, dissuasori, recinzioni e altre stupidaggini non sono servite e rappresentano solo un blandissimo pagliativo alla questione. C’è chi potrebbe contribuire seriamente alla selezione e sono i cacciatori abilitati. Organizzare “braccate” anche in altri periodi al di fuori da quello venatorio e la caccia di selezione sono gli argomenti seri con cui affrontare la situazione. senza tenere conto che dai centri di lavorazione delle carni si potrebbe dar vita ad una filiera alimentare controllata ed economicamente interessante. Del resto la valorizzazione delle carni di selvaggina è una delle priorità di Farm to Fork di cui tanto se ne parla in Europa.

 Qui però tocchiamo il tasto dolente e le posizioni di certe frange politiche animal-ambientaliste che si mettono per traverso. Senza una volontà politica e senza una forte pressione, fra un anno gli agricoltori torneranno a radunarsi nelle piazze per una nuova protesta senza aver nulla concluso.

G.De Maria

fonte: Coldiretti Lombardia

 

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


La caccia in Italia è decisa dai Tribunali

La caccia in Italia è decisa dai Tribunali   La caccia in Italia decisa dai Tribunali – Da nord a sud la situazione è critica in tutti i sensi ….. Ospiti di questo confronto il presidente nazionale di Federcaccia Massimo Buconi e il presidente nazionale di ANLC  Paolo Sparvoli. Con loro si è parlato anche di Legge 157 e della […]

S Uberto 2022 alla Baraggia

S UBERTO 2022 Semifinale regionale lombarda alla Baraggia S UBERTO 2022 Semifinale regionale lombarda alla Baraggia -#cinofilia #caccia  Azienda agrofaunisticovenatoria La Baraggia     Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Serbia – Il paese delle starne

Serbia – Il paese delle starne   Serbia … – da sempre un paese celebrato per alcune tipologie di caccia grazie al suo bellissimo territorio che offre un habitat speciale e unico per alcune tipologie di fauna selvatica. Ambi spazi di caccia e strutture moderne per offrire al cacciatore esperienze uniche – Serbia …. – Ecco il nuovo video prodotto […]