Facciamo chiarezza – 55 giornate e altro

Facciamo chiarezza –  La Regione Lombardia chiarisce la questione del superamento delle 55 giornate, sull’attestazione di pagamento dell’appostamento fisso e sulla segnatura della selvaggina.

Tesserino venatorio

Facciamo chiarezza  – Prendebdo spunto dalle domande poste alla Regione (UTR di Brescia)  dal Vice Presidente provinciale della Libera Caccia di Brescia, Gabriele Chiarini, facciamo chiarezza su 3 argomenti sui quali molti cacciatori hanno ancora dubbi. In questo modo si spazzano via eventuali interpretazioni e pareri vari. Le risposte sono state fornite direttamente dall’UTR di Brescia, quindi dalla Regione Lombardia.

DOMANDE /

  1. Il limite della 55 giornate è stato tolto oppure vige ancora, visto che sui tesserini appena consegnati  viene riportato ancora questo limite. In caso sia confermato il cacciatore dove deve annotare le giornate rimanenti?
  2. L’attestazione di pagamento dell’appostamento fisso deve essere recapitato agli uffici UTR oppure no ?
  3. In considerazione dell’ art. 22 comma 7 della legge regionale sulla segnatura dei capi di selvaggina migratoria,  che dice di effettuare la segnatura dopo l’avvenuto recupero ,  in contrasto con la legge 157 /92 , come devono comportarsi i cacciatori ?

 

Facciamo chiarezza 

RISPOSTE UTR REGIONALE 

  1. Il limite delle 55 giornate è stato tolto lo scorso anno, se il cacciatore ha superato questo limite deve farsi stampare un nuovo tesserino presso i nostri uffici portando il tesserino con le 55 giornate effettuate.
  2. L’attestazione del pagamento dell’appostamento fisso deve essere recapitata agli uffici UTR.
  3.  La segnatura dei capi di migratoria  deve essere effettuata dopo l’abbattimento e l’avvenuto recupero.

 

Facciamo chiarezza – Inoltre aggiungiamo che se sui tesserini consegnati dalla Regione al domicilio dei cacciatori lombardi ci fosse un errore sulla forma di caccia scelta  farà fede il versamento fatto all’ ATC di competenza, che va portato sempre con sé nel momento dell’esercizio venatorio.

 

Caccia & Dintorni 

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • Ferdinando Ratti

    Dal mio punto di vista se mi devo attenere a quanto prescrive l’art 12 bis della 157/92,questi cita testualmente che la selvaggina stanziale e migratoria va segnata sul tesserino venatorio di cui all’art 12,subito dopo l’abbattimento,la legge non parla dopo l’avvenuto recupero?
    Mi sbaglierò ma in base all’art 117 della costituzione una regione non può soverchiare una legge dello stato?

Lascia un commento

required

required

optional


CLUB DEL BECCACCINO : LOMELLINA 2019

  CLUB DEL BECCACCINO SETTIMANA LOMELLINA 2019 – per celebrare i 90 anni dalla fondazione il Presidente , Claudio Cortesi , ha organizzato una settimana di prove nelle risaie della Lomellina pavese. Molti i partecipanti giunti da tutta Italia. le prove su beccaccino (senza sparo) sono state piuttosto impegnative per tutti: ausiliari e conduttori. Caccia & Dintorni ha documentato l’avvenimento […]

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

Caccia & Europa : le sentinelle dell’ambiente

Caccia & Europa – Le sentinelle dell’ ambiente e custodi della natura Caccia & Europa – Nuova iniziativa dell’On. Pietro Fiocchi- europarlamentare Gruppo ECR -Si tratta di un programma importante per cambiare la percezione pubblica di quella che è la figura del cacciatore e del pescatore . Sabato 1° febbraio a Torino l’On Fiocchi ha organizzato un convegno incontro dal […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]