AZIENDA AGRICOLA SAN BERNARDO

AZIENDA AGRICOLA SAN BERNARDO

 

AZIENDA AGRICOLA SAN BERNARDO – Sul Montenetto, nel comune di Poncarale, a pochi chilometri dalla città di Brescia, si trova questa azienda agricola gestita dai cugini Luigi ed Enrico Botti, la terza generazione . Una storia di vignaioli che parte da lontano dal 1933 e che oggi si estende su ben 18 ettari di terreno sul quale si coltivano le viti Sangiovese, Marzemino, Merlot, Trebbiano di Verona, Pinot bianco. Una produzione di qualità fatta di rossi, bianchi e spumanti. Un azienda storica costituita da una casa padronale risalente al XIII secolo con annessa chiesetta privata dedicata a San Bernardo Abate ….

Azienda Agricola San Bernardo

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Fatti & Misfatti

Fatti & Misfatti – Con la presenza dell’ Avv. Penalista Alberto Scapaticci del Foro di Brescia vi racconteremo una storia incredibile. Un misfatto accaduto ad un cacciatore bergamasco. Ma non solo, …nel corso della diretta altri fatti segnalati.   Fatti & Misfatti  Condividi l’articolo sui social!

Quale futuro per i roccoli …?

Quale futuro per i roccoli ? Quale futuro …I roccoli, i centri di cattura dei richiami vivi autorizzati dalla Regione, dal 2011 hanno smesso di funzionare. Ora sono strutture in disuso anche se ben mantenute a livello conservativo. Cattedrali nel deserto a testimonianza di una tradizione molto radicata su tutto il territorio. Quale futuro per i roccoli ?In questa diretta […]

Caccia & sicurezza

Caccia & sicurezza – con l’esperto di balistica e sicurezza Pietro Torosani     Caccia & sicurezza    – In diretta con l’esperto di Sicurezza e Balistica Pietro Torosani I temi trattati: La sicurezza prima della caccia – durante la caccia e a fine battuta Gl’incidenti più frequenti : bastano poche accortezze per evitarli Attenzione ai rimbalzi dei pallini o […]

Cacciatori ambientalisti – Gestione della fauna invasiva

Cacciatori ambientalisti – Gestione ambientale della fauna autoctona e alloctona invasiva   Condividi l’articolo sui social!