ARCI Caccia sui piani di contenimento: non partecipiamo ai controlli

Cinghiali - occorre fare contenimento

Cinghiali – una grave minaccia

ARCI CACCIA SUI PIANI DI CONTENIMENTO 

Arci Caccia – di seguito pubblichiamo il comunicato che ci è stato inviato dal Regionale Lombardia di Arci Caccia, a firma del Presidente Ivan Moretti. Si parla di una questione spinosa, dibattuta da tempo e che sulla quale, come sostiene proprio l’ Arci Lombardia, occorre intervenire e fare chiarezza. Chi è titolato per effettuare i piani di contenimento ?  Le guardie venatorie o i cacciatori ? Anche l’ultima sentenza della Corte Costituzionale parla chiaro escludendo totalmente i cacciatori. Tocca infatti alla politica fare chiarezza e sistemare la questione.

C&D

 

ARCI Caccia sui piani di contenimento: non partecipiamo ai controlli!

Con sentenza n. 217 del 28 Ottobre 2018 la Corte Costituzionale ha ribadito, qualora ce ne fosse stato ancora bisogno ( è la quarta sentenza in merito ), che gli unici operatori titolati ad effettuare i “piani di contenimento” sugli animali selvatici che creano problemi di vario genere sono quelli stabiliti dall’ art. 19 della legge 157/92 e cioè “le guardie venatorie dipendenti dalle amministrazioni provinciali. Queste ultime potranno avvalersi dei proprietari e conduttori dei fondi sui quali si attuano i piani medesimi, …nonché delle guardie forestali e delle guardie comunali purché muniti di licenza per l’esercizio venatorio.”
In conseguenza di tale situazione come Arcicaccia regionale abbiamo sconsigliato ai nostri iscritti di prender parte a tali controlli (anche Federcaccia di Bergamo e Brescia mi pare abbiano assunto tale decisione)
Valutando le cose a ritroso significa che tutte le attività fatte in merito al contenimento del la fauna selvatica problematica alle quali hanno partecipato i cacciatori non erano regolari, sebbene avessero ricevuto parere favorevole dall’ ISPRA.
Il mondo venatorio ed i politici che si occupano della materia sanno che per sbloccare tale situazione sono necessari due interventi.
1)  La modifica dell’art. 19 della 157/92 estendendo ai cacciatori abilitati la possibilità di partecipare ai piani di contenimento.
2) Che he la Regione acceleri nella promulgazione dei regolamenti attuativi per la caccia al cinghiale in selezione nelle zone dove è previsto un forte contenimento o l’eradicazione della specie.

La palla ora passa ai politici.

 Ivan Moretti, Presidente regionale ARCI-Caccia

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Il saluto a Domenico Grandini

Il saluto a Domenico Grandini … Anuu in lutto – in questo nostro breve video, registrato purtroppo in emergenza, un nostro ricordo di Domenico Grandini, Presidente regionale Anuu Migratoristi della Lombardia , ma sopratutto un amico. Un dirigente venatorio apprezzato e leale con il quale ci siamo spesso confrontati. Ciao Domenico. La speranza è quella di non scrivere più questi […]

Caccia & Europa marzo – Video intervista con l’ On Pietro Fiocchi – ECR Group

Caccia & Europa marzo – Video intervista con l’ On Pietro Fiocchi – ECR Group   Caccia & Europa marzo– Video intervista con Pietro Fiocchi – Siamo riusciti a registrare una video intervista con   che stanno dimostrando- si parla di piombo e di ambiente .  a cura di R&B Media – BDM E’ vietata la riproduzione ç Condividi l’articolo sui […]

BRUGAR – la brunitura delle canne

BRUGAR – la brunitura delle canne

BRUGAR – la brunitura delle canne, la cromatura e altri trattamenti galvanici Brugar – Da quasi 40 anni siamo specializzati in lavorazioni galvaniche, trattamenti termici e superficiali nel settore delle armi e nell’ambito meccanico ed industriale. La nostra azienda nasce a Gardone Val Trompia e il nome è l’acronimo di Brunitura Gardonese . Tra le principali in cui siamo specializzati […]

La Regina del Bosco 2018

La Regina del Bosco 2018   E’ calato il sipario sulla 13ma edizione della Regina del Bosco– Trofeo Valli bresciane, organizzato come sempre dal Club Valli Bresciane. Sul grandino più alto, grazie ad una bella prova, è salito Davide Gustinelli con il suo setter inglese Bruno. Due giornate di gara, domenica 18 e domenica 25 marzo, disclocata su 9 comuni […]