Vandalismo – capanno bruciato e cacciatori minacciati

 

 

Vandalismo – capanno bruciato e cacciatori minacciati – Dopo quanto avvenuto domenica scorsa nella zona di Cologne mercoledì notte è stato dato alle fiamme un altro capanno – bruciati vivi anche i tordi da  richiamo custoditi all’interno. Questa mattina, sabato 17 ottobre, due gruppi di delinquenti esagitati e mascherati hanno accerchiato in due diverse zone della Franciacorta alcuni cacciatori intenti ad esercitare il loro diritto all’esercizio venatorio

 

Sull’argomento è tornata la Consigliera Regionale Barbara Mazzali con un comunicato nel quale annuncia importanti inizative .  Ora però quel che conta è che dopo tutte le manifestazioni di solidarietà e vari incontri con autorità si passi concretamente ai fatti – Basta annunci e proclami occorrono i fatti, occorre porre un freno a questa escalation di atti vandalici e intimidatori prima che sia troppo tardi e prima che qualcuno pensi a farsi giustizia per proprio conto. La strada da percorre è sempre quella della ragione, dello sporgere denuncia e collaborare con le forze dell’ordine per identificare i delinquenti.  C&D

 

Vandalismo 

COLOGNE (BS), MAZZALI (FDI): CAPANNO BRUCIATO DA ANIMALISTI, CHE UCCIDONO PURE I TORDI ALL’INTERNO. SETTIMANA PROSSIMA INCONTRO PREFETTO E COMANDANTE CARABINIERI

Vandalismo – capanno bruciato e cacciatori minacciat

“Ancora un capanno vandalizzato, ancora un raid contro i cacciatori: pochi giorni fa era successo a Cazzago San Martino, mentre nella notte tra mercoledì e giovedì è accaduto a Cologne, in provincia di Brescia.  Non starò ferma a guardare. Ho già preso appuntamento per lunedì con il Prefetto di Brescia Attilio Visconti e per martedì con il Comandante della Legione dei Carabinieri Lombardia Andrea Taurelli Salimbeni. Ho inoltre preparato un’interrogazione parlamentare e ho chiesto al senatore Gianpietro Maffoni di presentarla e lo ringrazio per l’immediata disponibilità.

Il capanno di Cologne è stato distrutto e dato alle fiamme. Tra l’altro questi delinquenti, che si fanno chiamare animalisti, con la loro azione hanno ucciso e incenerito i tordi che erano sul tetto nella gabbietta. La loro furia cieca, violenta e idiota ha arrecato sofferenza e morte agli animali che dicono di voler proteggere. Poco distante altri capanni non sono stati distrutti ma aperti e derubati.

E’ chiaro che questi vandali sono pericolosi, non solo per i cacciatori ma anche per la società ed è il momento di smettere di minimizzare questi fatti solo perché celati dietro sigle animaliste. I cacciatori sono cittadini onesti, che esercitano un diritto e che rispettano la legge e le istituzioni devono proteggere chi viene vessato ingiustamente come succede alla nostra categoria”.

Lo dichiara Barbara Mazzali, consigliere regionale di Fratelli d’Italia.

 

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • ORLANDO PATELLI

    Oggi sabato 17 ottobre anche il mio capanno ad Azzanello (CR) è stato interamente bruciato. Lo scorso anno anche il capanno ad Offanengo (CR) di un amico cacciatore e tutti i richiami presenti nelle voliere sono stati distrutti. Se vai dalle forze dell’ordine a sporgere denuncia ti dicono che la denuncia contro ignoti non produce alcun effetto.
    Cosa possiamo fare? I responsabili materiali dei vandalismi sono difficilmente individuabili, ma le associazioni animaliste di cui fanno parte e che hanno la responabilità oggettiva e morale dei gesti sì.
    Allora le federazioni, tutte unite, di cui facciamo parte, si muovano in tal senso perchè le associazioni criminali e quelle terroristiche, in uno stato di diritto di cui ci vantiamo di far parte, devono essere colpite e debellate prima che a qualcuno non venga voglia di farsi giustizia da se.

  • Ferdinando Ratti presidente interprovinciale Italcaccia Como - Lecco

    Piena solidarietà con quei cacciatori che hanno avuto i capanni sistrutti,ne hanno distrutti alcuni anche nel Comasco,strano però che hanno scelto solo quelli che erano facimente raggiungibili dalle auto,quelli con una sola strada si acesso e non vi erano altre vie di fuga NO,
    forse per paura di essere sorpresi bloccati e legnati a dovere?????

Lascia un commento

required

required

optional


Federcaccia lombardia – Avv. Lorenzo Bertacchi

Federcaccia Lombardia – “tutt i gli emedamenti” commentati dal presidente Avv. Lorenzo Bertacchi Condividi l’articolo sui social!

Vanni Ligasacchi per il Faccia a Faccia di Caccia & Dintorni

Vanni Ligasacchi per il Faccia a Faccia di Caccia & Dintorni   Vanni Ligasacchi  – Caccia & Dintorni – un interessante faccia a faccia con l’ex consigliere regionale Vanni Ligasacchi – cacciatore e allevatore amatoriale. Condividi l’articolo sui social!

Caccia e Agricoltura – intervista al presidente nazionale di Coldiretti

Caccia e Agicoltura – Il Faccia a Faccia di Caccia & Dintorni con Ettrore Prandini Presidente nazionale COLDIRETTI – Caccia e Agicoltura – una lunga intervista affrontando i temi importanti che ci toccano da vicino Condividi l’articolo sui social!

Caccia – il diritto di legalità e proporzionalità nei controlli

Caccia : il diritto di legalità e garanzie costituzionale spiegate dall’ Avv. Alberto Scapaticci   In questa diretta Facebook, organizzata da ACL e me condotta con la collaborazione di Caccia & Dintorni, vi è stata l’opportunità di conoscere di concetti fondamentali di “giustizia” che toccano da vicino la caccia e i cacciatori: Il principio di legalità e le garanzie costituzionali. […]