Stefano Cesaretti

Stefano Cesaretti, già comparso nella Rubrica la Moglie del cacciatore, nella quale la consorte descrive le loro affinità nel gestire la sua passione per la caccia.

Incontro fortuito o affatto casuale? Partecipante al concorso A caccia di ricordi, amico di amici, da allora ci seguiamo l’un l’altro, auspicando ad un incontro non virtuale!

Dirigente di azienda, all’interno del mondo venatorio capo distretto WT1.1 per la caccia di selezione a daini e caprioli.

Alla domanda com’è andata l’ultima stagione risponde:

Non bene da un punto di vista cinofilo, fondamentalmente, un lutto ha generato un gran solco.

Migratoria? Pochissime quaglie poche beccacce, nei paesi più prossimi al litorale la beccaccia è apparse in modo più massiccio e costante, al di là tutto il vacillante andamento della migratoria non prevede, comunque regole ferree.

Un anno come quello appena trascorso, avrebbe dovuto essere favorevole per le beccacce, terreno idoneo ma temperature che hanno influenzato il passo, freddo tardivo. presenze a macchie di leopardo, parecchie a pochi chilometri ma quelle che sono passate intrattabili, solo un giorno per poi scomparire nell’oblio ma, del resto la regina si fà sempre desiderare.

…”inoltre, la stagione non ha certo aiutato le cove dei fagiani”.

Diletto assicurato, però, con i beccaccini data la gran quantità d’acqua e più volte a gran sorpresa, sotto la ferma del cane anatre.

Dipingendo il territorio, in cui si muove (Acquapendente VT), troviamo gli stessi tratti della Riserva Naturale Monte Rufeno.

Alto Lazio, Tuscia laziale limitrofo alla provincia di Siena, Terni e Grosseto, tra dolci colline e rilievi che sfumano nella valle del fiume Paglia, l’ATC VT1, è caratterizzato anche dai calanchi senesi.

Querceti misti, macchia mediterranea e zone di rimboscamento, lo scenario che domina e che cede l’area in cui muoversi.

La riserva, generosa serbatoio di molte specie animali, soprattutto ungulati sebbene, negli ultimi anni, una crescita esponenziale di una presenza non gestita e non controllabile del lupo sta gettando aspetti evidenti:

“Destrutturazione e ampliamento della popolazione dei caprioli che stanno occupando in maniera importante luoghi prima poco abitati, nelle zone più ricche e vicine al parco netta diminuzione ma, soprattutto, la quasi totale assenza di classi giovani, stessa problematica si ripercuote sui daini e sui cinghiale, prelievi solo e soltanto di esemplari adulti; la questione si ripercuote, pesantemente, anche sugli allevatori.”.

Laura Tenuta e Stefano Cesaretti

Immagine dal web
Immagine dal web
 
29-Mag-2005 08:16, Canon Canon PowerShot A520, 5.5, 23.1875mm, 0.003 sec
 
13-Ago-2005 07:31, Canon Canon PowerShot A520, 4.0, 5.8125mm, 0.003 sec
 
Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]