Regioni e calendari : si lavora alla nuova stesura

Regioni e calendari : si lavora alla nuova stesura …. nonostante le incertezze

 

Regioni e calendari– Sebbene il momento sia particolarmente difficile per tutti e sebbene si continui a navigare a vista con poche certezze, in molte regioni si lavora per mettere a punto i calendari venatori, ricordando la scadenza del 30 aprile come ultima data per fare richiesta a ISPRA. Su tutte  l’ Emilia Romagna che sta per giungere all’approvazione proprio del nuovo Calendario Venatorio. La conferma ci arriva da Arci Caccia Emilia secondo la quale ci sarebbe l’orientamento generale di arrivare in fretta all’approvazione di un calendario che ricalcherebbe quello precedente dello scorso anno.

Arci caccia

“Su questa proposta – recita il comunicato dell’ ARCI CACCIA -, ci fa piacere aver registrato l’assoluta convergenza di tutte le associazioni, pur avendo fatto proposte e osservazioni seppur in via formale e non diretta. Una prova di unità che ci concede speranze anche in chiave futura, quando occorrerà l’unità del mondo venatorio per affrontare le tante sfide a cui ci troveremo di fronte”.

Regioni e calendari – Anche la Regione Toscana, Veneto  e Lombardia stanno accelerando i tempi per approvare il nuovo calendario. Siamo sicuri che questo sta avvenendo anche nelle altre regioni d’Italia, nonostante regni ancora l’incertezza sulle modalità da adottare, in termini di sicurezza sanitaria, quando sarà il momento di tornare a praticare la nostra passione.

In Lombardia sono già state avanzate delle proposte e in questi giorni vi sarà un incontro decisivo con le Associazioni proprio per poter inviare a ISPRA una bozza di calendario – In deroga si chiedono piccione, storno e fringuello (quest’ultimo naturalmente in piccola quantità) – per le catture dei richiami vivi bisognerà attendere invece la risposta del TAR che nell’ottobre scorso aveva di fatto stoppato la DELIBERA di Giunta.  Sempre in Lombardia,  i solerti dirigenti che gestiscono il settore, chiedono per la nuova stagione l’utilizzo di pallini “diversi” al piombo … .

 

C&D

 

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • Ferdinando Ratti

    Per la specie Friguello ho grossi dubbi che questa venga concessa?
    Per l’utilizzo dei pallini diversi dal piombo nel calibro che di solito si usano nella caccia da capanno,anche quì io nutro altrettanto forti dubbi che la cosa sia fattibile!

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]