Orgoglio Venatorio cancella l’edizione 2017 e …rimanda al 2018.

Orgoglio Venatorio: ammainata la bandiera dell’edizione 2017.  Alla base la precarietà organizzativa.

Tutto rimandato di 12 mesi.

 

orgoglio-3La notizia era nell’aria da tempo ma ora è giunta anche l’ufficialità sebbene non vi sia stato un comunicato da parte degli organizzatori. La quarta edizione di Orgoglio Venatorio che si sarebbe dovuta svolgere la terza domenica di maggio non si farà. 

Ce lo ha comunicato Fortunato Busana, uno degli organizzatori della “prima ora” di quella che sarebbe dovuta diventare la “giornata nazionale” dei diritti dei  cacciatori italiani con lo scopo di mostrare unità d’intenti e orgoglio di appartenenza ad una categoria ormai presa di mira da tutti.

Per vari motivi, dopo tre edizioni in chiaro scuro, cala quindi il sipario su questa manifestazione partita da Bergamo nel 2014  con un adunata di circa settemila cacciatori, L’anno dopo a Bastia Umbra, 2015,  a sfilare erano stati poco più di mille, una manifestazione mortificata proprio dall’assenza dei cacciatori del centro Italia.  L’anno scorso, 2016, venne deciso che la giornata dell’ Orgoglio Venatorio si sarebbe dovuta celebrare e svolgere in Valle Trompia, patria e culla del settore armiero più conosciuto nel mondo. A Gardone Valtrompia a sfilare fu poco più di un quarto dei ventimila preventivati. Un mezzo fallimento per la caccia in sè e per i portatori di un Orgoglio che trapela ormai solo sulle pagine dei social,  quando si tratta di postare foto di carnieri da carneficina. Quando invece si tratta di metterci la faccia emergono sempre mille scuse e i soliti attriti di bandiera.

orgoglio-1Le cause del fallimento di quella che sarebbe dovuta diventare un appuntamento fisso per la caccia vanno però ricercate anche nell’incapacità organizzativa della manifestazione stessa che si è sempre retta sul precario volontariato di poche persone.  Benchè si fosse riusciti a coinvolgere il Consorzio Armaioli e importanti marchi del settore Orgoglio Venatorio non ha fatto (per tempo o volglia) comunicazione ( sito web aggiornato al 2016):  mai una iniziativa territoriale, non una pagina sui social, mai il commento di una notizia o la presa di posizione per qualcosa. Un vuoto mediatico assoluto  che alla fine paga …. in negativo.

Ora l’idea è quella di rimandare tutto ad aprile del 2018, a ridosso delle scadenze elettorali.  In quale forma e che sostanza non si sa, l’idea pare essere quella di mettere pressione alla politica.  Auguri.

Questo è comunque solo un piccolo esempio di come è organizzata in Italia la caccia.

 

C&D – la redazione

 

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • giannetto burani

    se vogliamo salvare la nostra caccia libera, dobbiamo darci una mano,tutti i cacciatori di buona volontà, per manifestazioni sagre e feste quando richiesto è ovvio. ,altrimenti ci faranno uscire in campagna disarmati anche della fionda,perchè vedendo i sotterfugi in atto che covano sotto la cenere sono convinto, da buon toscano che a caccia andranno soltanto i benestanti paganti ed i grandi agrari e chi riunirà i loro appezzamenti terrieri in riserve sempre private ed a pagamento.

  • Boracchia Massimo

    Giannetto, io non so quante licenze tu hai, ma la strada è quella che tu hai appena descritto e in molti, troppi, casi, diciamolo pure, non nascondiamoci dietro un dito come fanno molti….STIAMO RACCOGLIENDO I FRUTTI CHE ABBIAMO SEMINATOOOO….siamo una categoria destinata all’estinzione ; Domanda: quanti CACCIATORI veri tu conosci?…….Immagino che hai capito cosa voglio dire, un saluto.

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]