Lombardia: il 31 l’incontro Regione – Tavolo caccia- AA.VV – grandi attese, poche illusioni.

Lombardia: lunedì 31 luglio l’incontro Regione – Tavolo caccia- AA.VV

Obbiettivo: deroghe e catture dei richiami 

Non sappiamo cosa produrrà l’incontro del 31 luglio. Pur non avendo la sfera di cristallo riteniamo però  che siano davvero minini gli spazi di trattativa per spingere la Regione Lombardia verso una “delibera” di Giunta che consenta il prelievo in deroga.  Le motivazioni espresse dai funzionari saranno le solite … Ispra, minaccia di sanzioni UE, ecc. ecc. ecc … .

Ovviamente come tutti speriamo di poterci sbagliare annunciando una grande vittoria “europarlamentare” sulla Regione Lombardia. Una vittoria secca, all’inglese, che metta il duo Maroni-Fava con le spalle al muro dando il via libera al prelievo del fringuello, peppola, pispola e frosone.

In questo elenco non abbiamo inserito lo storno per il quale la Regione Lombardia ha già fatto una grande concessione in deroga.

80 cacciatori autorizzati in tutta la Lombardia e numero massimo di storni prelevabili per singolo cacciatore autorizzato che sarà di 30 capi giornalieri e di 100 capi stagionali nel periodo che va dal 14 settembre al 30 ottobre di quest’anno.   In totale la delibera lombarda prevede il prelievo di 8000 storni.

Vorremmo tanto sperare che il gruppo di europarlamentari “bipartisan” abbia ragione la dove fino ad ora non si è cavato un ragno dal buco.

All’incontro di lunedì saranno presenti, a ranghi compatti, anche tutte le associazioni venatorie italiane e del territorio.

 

Nel frattempo i 70mila cacciatori lombardi stanno ancora aspettando il Calendario Venatorio, il tesserino spedito a casa e una modifica alla segnatura dei capi abbattuti.

Piccole concessioni dal grande sigificato che sarebbero particolarmente apprezzate dal mondo venatorio.  Quei 70mila cacciatori che ogni anno versano nelle casse della Regione € 64,56 cadauno. Per un totale che va oltre i 4,5 milioni di €urini ……  .

 

A proposito di capi abbattuti c’è già chi nel proprio calendario a provveduto a sistemare le cose e l’esempio ci arriva dalla Toscana che dopo aver approvato il nuovo calendario 2017/18 ha modificato anche la questione sulla segnatura dei capi.

 Toscana : segnatura dei capi abbattuti

Con le modifiche è stata fatta chiarezza sull’obbligo di segnatura dei capi abbattuti, d’ora in poi il capo dovrà essere segnato sul tesserino una volta accertato l’abbattimento. La nuova norma dice:

Comma 9 bis, articolo 28 legge 3/1994
“Nel tesserino è annotata, subito dopo l’abbattimento accertato, la fauna selvatica stanziale e migratoria abbattuta”

 

Caccia & Dintorni – la redazione

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • MARCO

    Continuo a non capire: nel caso di prelievo in deroga burocraticamente e politicamente il rifiuto alla concessione della delibera potrebbe essere argomentato (ma non giustificato) da sanzioni europee o dal parere negativo di ISPRA; nel caso invece delle catture dei richiami, dopo le dichiarazioni del ministro Galletti dello scorso anno, quali motivazioni potrebbero addurre?
    E’ vero che la fantasia non ha limiti, e la politica non è certo dalla parte dei cacciatori, ma allora a cosa è servito darne comunicazione all’ISPRA entro il 30 aprile?
    E aggiungo: quale risposta ha avuto l’assessore Fava dal ministro Galletti dopo il diniego di Ispra?
    Forse che ci stiano ancora una volta bellamente prendendo in giro?

    NB: toglierei il forse!

Lascia un commento

required

required

optional


Roccolo Gervasoni – l’arte dell’uccellatore

Roccolo Gervasoni – un monumento alla tradizione Sopra Pisogne, sul Sebino, a 1352 mt sorge l’antico Roccolo Gervasoni – una struttura architettonica naturale in ottimo stato di conservazione che un tempo, quarant’anni fa era adibito alla tradizione dell’ uccellagione. Italo Gervasoni lo ha conservato im maniera egregia a testimonianza di quella che era una parte della civiltà rurale di un […]

Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]