Lombardia: i capi si segnano al momento dell’abbattimento.

 

tesserinovenatorioSenza “se” e senza “ma”  a pochissimi giorni dall’apertura della nuova stagione venatoria la Regione Lombardia ha chiarito come e quando vanno marcati sul tesserino i capi abbattuti. Di fatto la risposta non si scosta da quanto stabilito dal Ministero e cioè che si deve segnare subito ogni capo prelevato. Anche per chi pratica la caccia da appostamento fisso: i piccoli migratori si potranno raccogliere ed incarnierare in un secondo momento. Tordi, sasselli, merli e cesene si dovranno segnare sul tesserino subito.  Ancora una volta i burocrati della Regione non si assumono oneri che non gli competono  e la loro è una classica risposta alla “Ponzio Pilato”   , che rimanda tutta la responsabilità di questa assurda disposizione  al Governo.  E le associazioni stanno a guardare … .

Una norma assurda sopratutto per chi pratica la caccia alla piccola migratoria, i capannisti, che fra un mesetto, tra il chiaro e lo scuro, non dovranno confondere bottacci con sasselli e annotare TS  o TB  correttamente al momento dell’abbattimento.  Una norma che invece di fatto resta tale per chi caccia la penna con il cane da ferma e selvatici da pelo .

Quindi alla luce di questa conferma  v’invitiamo a rispettare la nuova normativa per evitare una sanzione “amministrativa” di € 154,00  … .

 

Regione risponde

Ecco il testo ufficiale della DG Agricoltura / Regione Lombardia

Oggetto : Chiarimenti annotazione prelievo fauna selvatica su tesserino venatorio.

Con riferimento alla Sua richiesta di chiarimenti datata 8 settembre u.s, relativa alle modalità di annotazione sul tesserino venatorio del prelievo di fauna selvatica a seguito della modifica della l. 157/92 intervenuta con legge 7 luglio 2016, n. 122 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2015-2016” , si precisa quanto segue.
La dicitura “non appena abbattuto e raccolto” usata dalla scrivente Regione presuppone che la raccolta del capo avvenga subito dopo l’abbattimento. Qualora, come da Lei evidenziato, il cacciatore da appostamento preferisse non interrompere l’attività venatoria per andare a raccogliere il capo appena abbattuto, rimandandone invece la raccolta ad un momento successivo, per essere in linea con quanto disposto dalla l. 157/92 dovrà comunque annotare il capo subito dopo l’abbattimento, pur non avendo ancora provveduto alla sua raccolta.

Distinti saluti
IL DIRIGENTE

ANNA BONOMO

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • Marco

    Complimenti! Quando si dice: il “buon senso”!
    Cosa pensiamo di ottenere con interlocutori che interpretano ed avvallano solo la burocrazia?
    E aggiungo, 154 euro di sanzione?!!!!!!!!!!

  • Piero Valtrompia

    La lingua italiana non ammette interpretazioni, era evidente fin da subito che il “non appena” implicava un termine temporale ben preciso ovvero l’immediatezza.
    Come al solito chi ha preso “fischi per fiaschi” sono i dirigenti delle nostre AAVV che, all’emenazione della nota della Regione sulla segnatura, gridarono vittoria.
    Pertanto la colpa non è da attribuire ai funzionari regionali (che applicano una sciagurata legge nazionale) ma bensì a chi dovrebbe rappresentare e tutelare la nostra categoria. Ancora una volta gli attuali dirigenti hanno mostrato la totale inadeguatezza a ricopre questa carica.

Lascia un commento

required

required

optional


HIT SHOW 2020 nel video di Caccia & Dintorni

HIT SHOW 2020 – oltre 30.000 visite, anche provenienti dall’estero, sono state il primo degli indicatori di peso che hanno caratterizzato un’esposizione vetrina di produttori la cui eccellenza è riconosciuta nel mondo. – Nel quartiere fieristico vicentino sono arrivati operatori e delegazioni da Norvegia, Olanda, Slovenia, Ucraina, Lituania, Estonia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca. E poi da Cipro e Malta. Inoltre, […]

Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

Riserva naturale delle Torbiere – cacciatori sentinelle dell’ ambiente

Riserva Naturale delle Torbiere – Cacciatori sentinelle ambiente Riserva Naturale delle Torbiere – Sabato 25 gennaio l’ Ente Riserva con il suo presidente Gianbattista Bosio ha organizzato una giornata ecologica per la pulizia delle “Lamette” , una parte della riserva sulle sponde del Sebino, interdetta alla caccia, dove nidificano alcune specie di anatidi e rallidi. Una settantina di cacciatori, di […]

CLUB DEL BECCACCINO : LOMELLINA 2019

  CLUB DEL BECCACCINO SETTIMANA LOMELLINA 2019 – per celebrare i 90 anni dalla fondazione il Presidente , Claudio Cortesi , ha organizzato una settimana di prove nelle risaie della Lomellina pavese. Molti i partecipanti giunti da tutta Italia. le prove su beccaccino (senza sparo) sono state piuttosto impegnative per tutti: ausiliari e conduttori. Caccia & Dintorni ha documentato l’avvenimento […]