Linate : eradicazione della lepre in aeroporto

Linate : eradicazione della lepre in aeroporto – Non sono state catturate con le reti ma uccise a fucilate. Questo per una questione di sicurezza dei voli.

Linate : eradicazione della lepre in aeroporto – Non sono state catturate con le reti ma uccise a fucilate. Questo per una questione di sicurezza dei voli.

Linate . Non entriamo nel merito delle responsabilità e non vogliamo addossare colpe a nessuno, poichè c’è stato un chiaro ordine di servizio ed è stato eseguito da chi di dovere, con la supervisione di qualche dirigente venatorio della Città Metropolitana per un chiara questione di sicurezza dei voli.

Semmai, oltre al fatto che  la cosa non è stata pubblicizzata, anzi tenuta in gran segreto ( il famoso segreto di Pulcinella .. ) quello che dispiace è che con tutto il tempo che si è avuto a disposizione, nel periodo del “lookdown” e suibo dopo,  si potevano organizzare delle catture mirate e recuperare il selvatico per liberarlo nelle zone libere o di ripopolamento, come sempre avventuo.  A quanto pare non si è ritenuto ideoneo il metodo tradizionale di cattura con le reti e con l’avvallo, a quanto pare di Ispra ( ma lo verifichremo n.d.r.) si è preferito eradicare la lepre dall’ aeroporto di Linate a suon di fucilate. Oltre una ventina le lepri uccise e smaltite.

Nessuno grida allo scandolo, anche perchè oggi nel nostro mondo non ci si scandalizza più di nulla, ma laciateci almeno dire che la questione poteva essere gestita diversamente, oltretutto a quanto pare Linate resterà fermo fino al prossimo autunno e quindi … .   Per ripopolare il terreno libero gli ATC comprano le lepri all’estero pagandole a fior di euro, fra i 160 e 180 euro,  e qui, giovedì scorso,il 18,  se ne potevano recuperare quantomeno un discreto numero.  Sarebbe bastato reclutare i cacciatori e organizzare una bella “cattura” ma evidentemente la razionalità e la ragione  non hnno  trovato terreno fertile. Meglio coinvolgere un pò di guardie, qualche cartuccia e la mattanza è stata consumata. Poi, sfortuna ha voluto, che la notizia rimbalzasse sui social per diventare di dominio pubblico.

Quello di Linate è stato un caso isolato, speriamo in futuro di non assistere più e nemmeno raccontare di altre storie come questa, che a dirla tutta non fanno bene alla caccia e benchè, come ripetiamo, vi fossero tutte le autorizzazioni necessarie e lo scopo fosse quello della sicurezza è stato chiaramente un autogol.  Sappiamo però che potrebbe essevi a breve una nuova uscita in nottura per l’abbattimento di altre lepri e volpi.

 

Sulla questione è intervenuto anche l’ assessore regionale Fabio Rolfi che ha diramato questo comunicato uficciale:

ASSESSORE: ABBIAMO CHIESTO CATTURE, CI CHIEDONO DI SPARARE. COSI DOVREMO IMPORTARE LEPRI DA CATTURA
“La Regione Lombardia aveva chiesto a Ispra un parere in merito all’attuazione di un piano di controllo sul sedime aeroportuale di Linate per le lepri e le volpi, presenti in maniera massiccia, al fine di garantire la sicurezza del traffico aereo. Chiedevamo la cattura selettiva con successivo rilascio, sul territorio di competenza della città metropolitana, in zone di ripopolamento e cattura e oasi di protezione. Incredibilmente Ispra ci chiede di effettuare il controllo della lepre attraverso l’abbattimento con arma da fuoco da pick-up anche di notte con fonti luminose e carabine di piccolo calibro. Non posso fare altro quindi che sostenere la protesta dei cacciatori in quanto l’abbattimento con sparo delle lepri in questo periodo comporta uno spreco economico ed anche una inutile mattanza visto che abbiamo sempre catturato e distribuito gli animali laddove non causa disagi. Peraltro va ricordato che ogni anno gli ambiti di caccia, per sostenere attività venatoria, importano lepri da cattura con notevole esborso economico e anche un possibile pericolo di carattere sanitario. Uno spreco ed un evidente controsenso, incomprensibile da parte di Ispra”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi in merito al parere di Ispra sul contenimento della lepre a Linate e le relative rimostranze del mondo venatorio.

 

C&D – la redazione

 

Condividi l'articolo sui social!
error

3 Commenti

  • Ferdinando Ratti presidente interprovinciale Italcaccia Como - Lecco

    Con tutto il tempo che hanno avuto quando l’aereoporto di Linate era chiuso per lavori,piuttosto che abbatterle adesso;NON POTEVANO Catturare e Liberare in territorio idoneo?
    COMPLIMENTI ALLA MENTE ECCELSA DELL’INIZIATIVA!!!

  • LODOLA GIUSEPPE

    tutti fuori di testa

  • angelo manara

    pazzesco per non dire altro. Chi è il fenomeno che ha dato il via a questa mattanza. Sono segugista e ritengo che questa manovra non ha niente a che vedere con i cacciatori e con questa forma di caccia. La lepre è un patrimoni che va gestito e custodito, e poi dicono che sono i cacciatori che devastano ambiente e selvaggina.
    .

Lascia un commento

required

required

optional


Roccolo Gervasoni – l’arte dell’uccellatore

Roccolo Gervasoni – un monumento alla tradizione Sopra Pisogne, sul Sebino, a 1352 mt sorge l’antico Roccolo Gervasoni – una struttura architettonica naturale in ottimo stato di conservazione che un tempo, quarant’anni fa era adibito alla tradizione dell’ uccellagione. Italo Gervasoni lo ha conservato im maniera egregia a testimonianza di quella che era una parte della civiltà rurale di un […]

Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]