Liguria : il TAR dice “NO” a storno e fringuello

Liguria : il TAR respinge il ricorso contro il ministero dell’ Ambiente e Ispra

No alle deroghe per storno e fringuello.

Liguria

Non c’è più speranza per il prelievo in deroga e l’ultima in ordine di tempo arriva dalla Liguria dove il Tar  di Genova la scorsa settimana ha respinto al mittente, cioè alla  Regione, il ricorso fatto contro il ministero dell’Ambiente e l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale). Il quale, il ministero dell’ Ambiente,  aveva abrogato qualsiasi tentativo da parte della Regione di mirare a quella che in termini tecnici si chiama “piccola quantità” per il prelievo dello storno e del fringuello. Non un escamotage per aggirare la legge ma un voler venire incontro a Ispra e al Ministero per stabilire quantomeno un dialogo.

Liguria : Tar decisione scontata

Sebbene il parere di ISPRA non sia vincolante, la decisione, quella del Tar,  che scontenta i cacciatori liguri sostenuti in Regione dall’ Assessore all’Agricoltura Stefano Mai, che aveva difeso la caccia, ma sopratutto i cacciatori asserendo che le uniche persone che tutelano seriamente i nostri boschi e la biodiversità ristabilendo l’equilibrio ambienta, appare scontata.

Ad opporsi duramene, come al solito  il M5S e la sinistra avevano attaccato duramente in fase di dibattito essendo notoriamente schierati contro la caccia.

Il contenzioso fra Regione e Ispra di fronte al Tar era riferito nello specifico al calendario venatorio dell’autunno 2017.  Un parere positivo del tribunale avrebbe però potuto cambiare le carte in tavola per tutti i calendari futuri, segnando una svolta forse definitva in tutte le regioni d’Italia particolarmente desiderata e legittima. Purtroppo così non è stato

Liguria : il responso dei giudici …

Sostanzialmente secondo i giudici del Tar in Liguria non vi sarebbe motivo di cacciare lo storno e il fringuello poichè vi è tale abbondanza di altre specie cacciabile da soddisfarne le voglie. Di conseguenza nessuna deroga per specie protette.

 “Solo in presenza di particolari circostanze – si legge nella  sentenza del Tar – quali ad esempio l’assenza di specie non protette cacciabili o altre di simile tenore, circostanze che devono, tuttavia, essere rappresentate dalla Regione, potrà operarsi compitamente la valutazione sulla richiesta di deroga”.    In conclusione il Tar ligure ribadisce pioi :”la richiesta della Regione non ha evidenziato alcuna circostanza speciale che giustificasse il prelievo venatorio a fini amatoriali di specie protette che non potesse essere soddisfatta mediante il prelievo venatorio amatoriale di specie non protette”.

“L’obiettivo del disegno di legge è arginare la perdita di cacciatori nei nostri territori”, ha detto l’assessore Mai. La nuova stagione parte il prossimo 16 settembre: dal cinghiale al fagiano, dalla beccaccia alla quaglia, dalla lepre comune e al coniglio selvatico, più un’altra ventina scarsa di specie. La scelta non manca. Non si potranno toccare, però, storno e fringuello.

Forse per il Tar ligure va bene  continuare a provvedere a rimborsare migliaia di euro ogni anno per i danni all’agricoltura procurati dallo storno.

 

Caccia & Dintorni

 

Giuseppe De Maria -giornalista R&B Media

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani   Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani – Nel lodigiano, in questa bella riserva Agrituristico venatoria una mattina dedicata alla sgambatura degli ausiliari in zona “C” – Con due amici e con i loro tre kurzhaar, che si sono alternati sui terreni, abbiamo visto delle ottime ferme sulle quaglie con consenso, e […]

Caccia & Europa con l’ On Pietro Fiocchi – Gruppo ECR –

CACCIA E EUROPA- con l’ ON PIETRO FIOCCHI si sono commentati tutti quelgli argomenti inerenti alla caccia di competenza UE Si è parlato della nuova stagione, delle opportunità che arrivano dall’Europa, del commissario all’ Ambiente che apre ai cacciatori definendo chi va a caccia figura indispensabile per la biodiversità e ambiente. Caccia & Europa Condividi l’articolo sui social!

Sorsoli’s la toelettatura come prevenzione

Sorsoli’s  la toelettatura come prevenzione per forasacchi e zecche    SORSOLI’S  la toelettatura del cane come prevenzione – In questo video il nostro amico Pierluigi Sorsoli, noto allevatore di setter inglesi, ci spiega e ci mostra come la toelettatura fatta in modo specifico ci può aiutare nella prevenzione di forasacchi e zecche che diventano più facili da individuare. Ovviamente nel […]

Caccia di selezione sull’Appennino Piacentino

Con due amici, Samuele e Ivano, siamo saliti sull’appenninoemiliano nella zona di Bobbio per questa puntata dedicata alla caccia di selezione . Il prelievo è stato fatto con una femmina di capriolo adulta, seguendo e rispettando tutte le regole che disciplinano questo tipo di caccia. Un colpo sparato da circa 250 mt proprio all’imbrunire … . Caccia e dintorni sempre […]