Kj2 vale più della vita di un uomo.

 

Kj2  vale più della vita di uomo e questo dimostra una grande povertà per tutti noi 

Questo ragazzo di soli 22 anni, Nicolò Ciatti, è morto tra l’indifferenza totale, pestato a sangue da tre ragazzi russi probabilmente drogati ma nessuno ne parla. Nessuno ha sprecato commenti per la barbara uccisione di due pastori nel foggiano che hanno avuto la malaugurata sorte di trovarsi al momento sbagliato nel posto sbagliato.

Per l’abbattimento di un orsa (giusto o sbagliato che sia) invece la rivoluzione … .

Sabato in Trentino saliranno gli animalisti per vendicare l’uccisione di un orsa e si moltiplicano le iniziative per gettare fango sulla bella regione d’Italia. Questa iniziativa costringerà ad un grande dispiego delle forze dell’ordine, un superlavoroper garantire la sicurezza dei residenti e di chi è in vacanza con notevole esborso di energie e di finanze, di denaro pubblico che versiamo noi.

Allora cosa si dovrebbe  dire e fare  per le morti di Nicolò Ciatti o dei 2 pastori foggiani ? ……che si deve boicottare la Spagna e la Puglia perchè ci sono stati degli omicidi che hanno coinvolto innocenti ?  Se muore un animale si grida allo scandalo criminalizzando tutto e tutti, per un essere umano invece …. il silenzio e l’indifferenza.

Abbiamo oltrepassato l’assurdo, perso di vista la realtà delle cose, i valori  e la mentalità animalista è ormai un “virus”.

 

Kj2 non è il nome in codice di un agente segreto o di chissà cosa ma la sigla  del radio collare che l’orsa uccisa in Trentino portava al collo.

Kj2 era un orsa di origine slovena, un animale per nulla docile, di circa 14 anni per oltre 130 chili di peso.

Orsi e lupi devono fare gli orsi e i lupi, sopratutto nel loro territorio. Verissimo.  Ma bisogna che l’uomo faccia gestione anche attraverso la selezione. 

 

Voler bene ad un animale non significa trattarlo come un uomo. Vorremmo che gli animalisti usassero lo stesso metro ( e la testa…) anche per i loro simili, senza lasciarsi strumentalizzare dalle loro sigle e associazioni bravissime a mandare avanti la manovalanza per fini ben specifici …non ultimi quelli elettorali visto che ora hanno anche un partito ufficiale benedetto dal Cavaliere.

 

C&D

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • MARCO

    Perchè stupirsi per le proteste e la risonanza data dagli animalisti all’uccisione dell’orsa?
    Etologia ed ecologia per queste persone sono materie sconosciute al punto che avrebbero preferito catturare e tenere in cattività l’animale piuttosto di sopprimerlo.
    L’esempio dell’orso marsicano e dei “progetti di protezione” nel parco d’Abruzzo, come Franco Zunino ci racconta, sono emblematici.
    Queste persone con la natura hanno ben poco in comune.

Lascia un commento

required

required

optional


CLUB DEL BECCACCINO : LOMELLINA 2019

  CLUB DEL BECCACCINO SETTIMANA LOMELLINA 2019 – per celebrare i 90 anni dalla fondazione il Presidente , Claudio Cortesi , ha organizzato una settimana di prove nelle risaie della Lomellina pavese. Molti i partecipanti giunti da tutta Italia. le prove su beccaccino (senza sparo) sono state piuttosto impegnative per tutti: ausiliari e conduttori. Caccia & Dintorni ha documentato l’avvenimento […]

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

Caccia & Europa : le sentinelle dell’ambiente

Caccia & Europa – Le sentinelle dell’ ambiente e custodi della natura Caccia & Europa – Nuova iniziativa dell’On. Pietro Fiocchi- europarlamentare Gruppo ECR -Si tratta di un programma importante per cambiare la percezione pubblica di quella che è la figura del cacciatore e del pescatore . Sabato 1° febbraio a Torino l’On Fiocchi ha organizzato un convegno incontro dal […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]