In Francia i cacciatori scendono in piazza

In Francia i cacciatori non ci stanno …. e il 12 scenderanno in piazza per manifestare contro le restrizioni governative

In Francia il 12 settembre lo sciopero dei cacciatori

La potente lobby dei chasseurs francesi non si lascia intimorire dal “politicamente corretto” di Macron che ha recentemente dato un giro di vite alla caccia tradizionale transalpina.  La Confederazione Nazionale dei Cacciatori ha indetto subito una manifestazione di piazza per il 12 settembre e c’è da credere che saranno a migliaia nel sostenere la protesta.

Il dietrofront “Macroniano” arriva dopo che solo tre anni fa lo stesso presidente francese si era schierato apertamente dalla parte dei cacciatori con una frase particolarmente significativa che riportiamo . Riferendosi proprio alle cacce tradizionale aveva detto: “Non voglio che vengano fermate perché fa parte del patrimonio francese, perché ci sono persone che sono felici di farlo, perché Non toglie nulla a nessuno e perché, diavolo, se trovi governanti, legislatori, che pensano di non avere niente di meglio da fare che occuparsene, devi presentarmeli, hanno molte possibilità. Io, viste le condizioni del paese e le sfide che ci attendono, ho molte altre cose da fare. ”  

In Francia – A distanza di appena 3 anni ecco il ripensamento alla cui base vi sono le forti pressioni ambientaliste e di quell’ondata “verde” che giunge anche dalla UE come onito e segnale.  Giusta o sbagliata che fosse è stata vietata la cattura dei richiami con il vischio, così come la caccia alla volpe.   Gli animalisti e ambientalisti francsesi hanno raccolto le 500 mila firme e sarà indetto a breve un referendum e una nuova minaccia potrebbe arrivare dal nuovo ministro che vede la tradizione venatoria come il fumo negli occhi.

I cacciatori francesi che sono tanti e che a differenza dell’italia non sono frazionati in tante associazioni non hanno attenderanno molto per far sentore tutto il loro peso … politico sulla questione.

 

C&D

.

Condividi l'articolo sui social!
error

2 Commenti

  • Ferdinando Ratti presidente interprovinciale Italcaccia Como - Lecco

    I cacciatori francesi sono suddivisi anche loro in OTTO associazioni venatorie ,poi che tutti facciano parte della NFC,è un’altra cosa;
    Noi abbiamo avuto prima il CIAV,poi l’UNAVI,COME ASSOCIAZIONE UNICA; che alcune note associazioni venatorie maggioritarie per sete di potere (e di poltrone) hanno fatto fare la fine ingloriosa,che tutti sappiamo!!!

  • Ezio Paraluppi

    Noi non siamo come i francesi purtroppo e soprattutto siamo mal rappresentati.

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]