ANUU – Il punto sulla situazione deroghe

Beppe De Maria intervista Domenico Grandini, presidente regionale dell’ANUU Migratoristi per la Lombardia, e Massimo Zanardelli, presidente ANUU per la provincia di Brescia.

I due temi spinosi affrontati sono deroghe e catture. Le catture dei richiami vivi sono state chiuse nel 2015, l’ANUU migratoristi fin da luglio si è impegnato per riavere legittimamente la riattivazione dei roccoli con l’appoggio di alcuni politici che l’ANUU ringrazierà ufficialmente. L’azione è volta ad avere dal Governo un decreto che deleghi la Regione Lombardia all’operazione di riapertura degli impianti di cattura. Infatti sembra che la situazione si stia svolgendo per il meglio: il Ministro Galletti si è interessato alla questione in diverse circostanze, la presidente Ciarratano, che ostacolava una possibile risoluzione, ha avuto un incontro con un Assessore della Lombardia e sembra che non porrà più impedimenti, quindi Grandini stesso, in modo molto guardingo, prevede una risoluzione a breve per riprendere le catture nel 2016.

L’ANUU ha richiesto alla Regione un documento da sottoporre al Sottosegretario competente del settore ambiente che illustri come i richiami di allevamento non siano sufficienti per coprire le necessità dei cacciatori della Lombardia, procedimento di competenza dell’assessore Fava e quindi attuabile.
Invece per le deroghe Domenico Grandini appare deciso a volere una presa di posizione chiara riguardo a questo annoso problema, senza continuare a illudere i cacciatori in una speranza inutile e dannosa. L’ANUU è disposta ad arrivare alla Corte di Giustizia europea pur di avere una risposta chiara e, se la deroga è possibile, allora sarà necessario prendere una decisione politica  definitiva sul tema.

Massimo Zanardelli si dice preoccupato per la  chiusura al 20 gennaio in alcune regione (ad esempio il Veneto) della caccia alle cesene. Nonostante la Regione Lombardia abbia una legge regionale che non dovrebbe risentire di questa chiusura anticipata, purtroppo, come il caso delle allodole insegna, è possibile che la diffida del Governo, che ha spinto a ristringere le catture delle cesene, potrebbe far “cedere” anche la Regione Lombardia a questa chiusura anticipata. Oltretutto non si capiscono le ragioni che spingano a limitare le catture di una specie che gode di ottima salute. Zanardelli è dispiaciuta che una Regione Veneto abbia aderito alla diffida del governo, nonostante ci siano numerosi supporti tecnici e giuridici a sostegno del proseguimento della caccia.

Buoni risultati si stanno ottenendo per la sospensione della Banca dati in Regione Lombardia: grazie iniziativa di consiglieri il processo è stato semplificato, ma, purtroppo, la modifica operativa alla banca dati non è stata ancora attivata, nonostante l’incredibile solerzia dimostrata i mesi precedenti, quando si trattava di “complicare” il procedimento.L’auspicio per Zanardelli è quello che la modifica avvenga operativa il prima possibile e aggiunge che questa Banca dati rimane un obbligo legato agli impianti di cattura che ad oggi non sono attivi. Infine, aggiunge, grazie a questo scenario i bracconieri fanno “affari d’oro”.

Conclude Grandini con un cenno sulla situazione dello storno a Roma, che provoca gravi danni alla popolazione e alla città. Il grande numero di esemplari presenti ci indica quanto sia in buona salute questa specie e, nonostante i grossi danni, non è permessa la caccia in deroga, per Grandini la soluzione è semplice quanto mai alla portata: liberalizzarne la caccia come nel resto di Europa.

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

ANATRE NEL BRESCIANO – UNA MATTINA DA RICORDARE

ANATRE NEL BRESCIANO – UN MATTINA DA RICORDARE ANATRE NEL BRESCIANO – La caccia agli anatidi da appostamento fisso, nella tesa allagata, lo “sguass” … è qualcosa di molto emozionante. Arrivare presto con il buio senza far rumore … . Capire se ci sono germani, alzavole o moriglioni … in attesa che comincino a girarci sulla testa …Una caccia che […]

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Battuta di caccia al MORTONE

Battuta di caccia al MORTONE Mortone – un azienda faunistico venatoria all’avanguardia Battuta di caccia al Mortone, un azienda faunistico venatoria che si trova a Zelo Buon Persico (LO) – Da una parte il fiume Adda e all’interno il colo del Mortone. Un habitat eccezzionale, curato nei minimi dettagli da Ovidio Brambilla, per una selvaggina di qualità che viene lanciata […]