Caro Cacciatore uniamo le forze . La lettera di Luca

Caro Cacciatore …, inizia così la bella lettera di Luca, giovane cacciatore della provincia di Bergamo, che in questi giorni di terribile sofferenza ha trovato il tempo per  scrivere alcune considerazioni particolarmente interessanti.  Sono tanti in realtà che ci scrivono e che ci contattano, ponendoci le stesse domande e le stesse riflessioni. In un momento difficile che segnerà per sempre la vita di tutti noi.alle prese con il Covid 19 che si sta portando via tante vite, tanti nostri cari e tanti amici, il nostro mondo, quello dei cacciatori ha mostrato, attraverso la generosità e le tante donazioni, di essere unito. Una unione spontanea e semplice dettata dal cuore.  Non so se il messaggio di Luca e quello di migliaia di cacciatori potrà trovare riscontro: la speranza è che almeno venga valutato perchè Uniti si Vince

Carfo cacciatore  ….  , ecco la lettera di lettera di Luca – giovane cacciatore  che pubblichiamo con piacere

 

Caro CACCIATORE, PRESIDENTE O ASSOCIAZIONE VENATORIA,

…riporto in questa lettera le mie riflessioni in questi giorni veramente tristi. Sono un giovane cacciatore della provincia di Bergamo, territorio che per tradizione vive di passione venatoria tramandata dai nostri nonni e dai nostri genitori. Quelle stesse persone che hanno acceso nei nostri piccoli occhi amore per quest’arte, oggi stanno vivendo la loro battaglia
più grande, allontanati dagli affetti e consegnati alla benevolenza di medici ed infermieri che lottano giorno dopo giorno contro questo nemico invisibile chiamato Covid-19.

I giorni passano, ma l’incubo purtroppo resta e continuamente perdiamo i pilastri della nostra comunità che hanno reso la città di Bergamo, e l’Italia intera, uno dei paesi più belli al mondo.
Sono ancora più orgoglioso di essere cacciatore, quando ho visto, e continuo a vedere, la grande solidarietà che il popolo delle doppiette è stato capace di mettere in atto, dedicando parte dei loro ricavati per lottare contro questa piaga. Una forza di solidarietà enorme, che dimostra che la nostra categoria è fortemente legata alle proprie comunità. Purtroppo dopo questa guerra tutto cambierà, niente resterà come prima. Da anni se ne parla, forse troppi, e l’occasione non è mai quella giusta… ma oggi più che mai la nostra dirigenza deve essere capace di dimostrare lungimiranza, al fine di ricreare quella grande forza dimostrata in questi giorni… uniti è possibile creare un’associazione nazionale di vera tutela e
valorizzazione. Dobbiamo farcela per il nostro futuro e per quello dei nostri figli, ma anche per tutte quelle persone che per anni hanno dedicato il loro tempo in tutte le associazioni, e che oggi questo maledetto virus ha portato via.

Caro cacciatore ….
Chiedo con tutto il cuore questo sforzo: uniamo tutte le forze fisiche e materiali e diamo vita ad una realtà associativa unica, lasciando per sempre raggruppamenti di simboli, cabine di regia e tavoli sempre troppo deboli per le problematiche e le evoluzioni del nostro settore.
Serve una decisione coraggiosa, forte e responsabile, per garantire il futuro non di un’associazione oppure di un’altra ma per valorizzare al meglio una grande tradizione chiamata CACCIA.
Qui a Bergamo in questo periodo più che mai usiamo il motto “MOLA MIA” (NON MOLLARE), perché questo nemico verrà sconfitto, nella speranza che le cose non saranno mai più come prima ma MEGLIO di prima.
Vi chiedo in questo momento in cui tutto è “rallentato” di riflettere su queste mie semplici ma importanti parole e colgo occasione per inviare cordiali saluti.

Luca Mazzoleni

A voi che leggete chiediamo di esprimere un vostro parere, un breve commento

Grazie a Luca e a tutti voi

Condividi l'articolo sui social!
error

8 Commenti

  • Sandro Petrozzi

    Sono pienamente d’accordo facciamoci sentire con una sola voce forte e vigorosa viva la caccia tutta dalle Alpi alle isole
    Sandro Petrozzi
    Cacciatore dal -1983

  • Domenico Apostoli

    Concordo in tutto quello che ha detto e spero che le vecchie dirigenze a cui dobbiamo molto ma anche continui litigi che hanno portato la nostra amata caccia ad essere quella che è a farsi da parte e lasciare lo spazio a nuove generazioni.Io credo che sia l’unico modo per avere un unica federazione italiana della caccia…. sono bresciano e mi unisco al dolore per la perdita dei nostri cari e amici per il c 19

  • Massimo Cambianica

    Condivido e quoto in toto la riflessione e proposta di Luca
    Ho avuto modo di conoscere attraverso il vostro sito le figure di riferimento delle varie associazioni venatorie
    Ascoltando e leggendo le loro opinioni e posizioni in merito alla conduzione della nostra passione venatoria ho sempre colto l’amore e la passione che caratterizza il loro pensiero , al di là del rispettivo schieramento .
    Ebbene : proprio questo elemento di passione deve essere quel fuoco che unisce . Basta divisioni , basta polemiche . Siamo tutti CACCIATORI. Rendiamoci conto una volta x tutte che se continuiamo così diverremo una razza in via di estinzione e in balia dei nostri oppositori
    Mettiamoci tutti UNITI e tutti insieme !

  • Serena Matteo

    Concordo pienamente con te. Uniamo finalmente le poche forze rimaste e cominciamo a scrivere il futuro della caccia smettendola di recriminare su quello che fu. Unica casa x tutti i cacciatori Italiani

  • VILLA MARCO GIUSEPPE

    Il collega Mazzoleni ha evidenziato con le sue parole due aspetti importanti : uno che noi siamo derisi e umiliati da un parte della comunità , ma non ci siamo tirati indietro non abbiamo guardato gli uni o gli altri ma abbiamo aiutato tutti , il secondo aspetto che le associazioni sono state in grado in questo difficile momento di unirsi ed è arrivato il momento di farlo per sempre per lottare insieme come è appena stato fatto

  • ANGELO MICHELACCI

    Sono pienamente d accordo con tutto quello che hai scitto ma gia negl anni 90dalla FEDERCACCIA ci dissero che piu associazioni c erano meglio era per lottare tutti insieme MOLA MIA ANGELO 64

  • guidetti gian franco

    sono un cacciatore di Ferrara con oltre 50 licenze di caccia , concordo pienamente con le riflessioni di luca cacciatore giovane . In Emilia romagna sono + di 20 anni che sento parlare di associazione unica che rappresenti tutti i cacciatori . Il punto è noi cacciatori vogliamo veramente un unica associazione . a mio avviso siamo noi che non siamo uniti , i nostri interessi sono diversi , ci sono i migratoristi ,gli stanzialisti, i segugisti, i pennisti che cacciano con i cani da ferma , i cacciatori cinofili , i cinghialai , i cacciatori di ungulati, e non credo che sia facile mettere daccordo tutte queste realtà. Comunque vada fa piacere sentire un giovane cacciatore porsi questi quesiti.

  • patrizia rebecchi

    Assolutamente d’accordo. I tentativi di fare un’unica associazione ci sono stati, ma sono sempre falliti più o meno miseramente.
    La base dei cacciatori chiede a gran voce di essere una realtà unica di presentarsi al mondo politico e alla società con un’unica voce che così ha anche molta più forza.
    UNIRSI va fatto assolutamente, per la sopravvivenza della caccia stessa; per i cacciatori che non ce l’hanno fatta a superare questa maligna malattia, ma che avevano sempre la caccia al centro dei loro pensieri;
    per i loro figli e nipoti che devono avere ancora la possibilità di esercitare questa passione.

Lascia un commento

required

required

optional


Caccia & Europa con On. Pietro Fiocchi Gruppo ECR

CACCIA & EUROPA – con Pietro Fiocchi Conl’ europarlamentare del Gruppo ECR si è parlato della questione piombo e zone umide, delle carni di selvaggine della loro commercializzazione. Inoltre perchè in zona ROSSA non si può andare a caccia ? ……   CACCIA & EUROPA Condividi l’articolo sui social!

Falco Arms le novità : Alpine F1 e R19

Falco Arms le novità : AlpineF1 e R19   FALCO ARMS – Alpine F1 anima rigata e R19 anima liscia – si tratta di due novità assolute di casa Falco – In questo video di presentazione Roberta e Raffaello Pedretti ci presentano nel dettaglio i due nuovissimi fucili. Alpine F1 – canna rigata- prodotto in tutti i calibri. Adattissmo per […]

Diritti e Doveri dei cacciatori

Diritti e Doveri dei cacciatori Diritti e Doveri : Controlli Venatori  –  Una call-confdrence voluta e ideata dall’ On. Pietro Fiocchi – Gruppo ECR al Parlamento Europeo – per parlare di diritti e doveri dei cacciatori europei in presenza di controlli e erquisizioni. La prima diretta di una serie dedicata alle questioni venatorie sul diritto di esercirtare una vera passione […]

Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi

Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi   Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa con l’ On. Pietro Fiocchi . europarlamentare Gruppo ECR tante le tematiche trattate nel corso dell’ intervista- Problema piombo e zone umide, ricorsi al Tar, unione venatoria ecc. Animalismo, Ispra, Ministero Ambiente e altro.   C&D Condividi l’articolo sui social!