Cacciapensieri: gli ospedali chiudono ma si finanziano i centri di recupero per la selvaggina …. .

2Ecco che nel Cacciapensieri di questa settimana trova spazio una notizia che ci fa riflettere. Si chiudono gli ospedali per gli uomini ma si trovano i finanziamenti per mantenere i Centri per il Recupero della Selvaggina. Riportiamo di seguito alcune considerazioni dell’amico avv. Lorenzo Bertacchi, presidente della Federcaccia di Bergamo.” Sabato 2 aprile in prima pagina su L’Eco di Bergamo campeggiava la notizia che l’Ospedale di San Giovanni Bianco, a fronte degli ennesimi tagli, sarebbe addirittura a rischio chiusura. Mancano risorse. Fortemente a rischio il pronto soccorso. Per gli abitanti della Valle Brembana, che di certo non godono di un rapido collegamento con il capoluogo, davvero una notizia allarmante: si tratta della salute della gente.” L’avv. Lorenzo Bertacchi continua la sua nota riportando la seconda notizia riguardante la Val Brembana pubblicata dal quotidiano locale e cioè il salvataggio in extremis del Cras di Valpredina!

1934494_10208674391725551_1286651647436956267_nLa Regione metterà a disposizione le risorse per salvare “l’ospedale degli animali”. Ora, sono convinto che la cura degli animali selvatici sia opera meritoria e fondamentale, ma sono altrettanto convinto che le tasse dei cittadini vadano investite innanzitutto per i cittadini, e per la loro salute. Solo eventuali risorse in avanzo potrebbero essere destinate ad attività quale quella dei CRAS, che peraltro si dovrebbero fondare sul volontariato e su lasciti e donazioni di privati – e sul ricco bilancio della sua associazione di riferimento, il WWF – e non sulla destinazione di risorse pubbliche.

Soprattutto allorché manchino risorse per “l’ospedale degli uomini”, per le scuole e per le strade.” Chiude l’amico Bertacchi scrivendo: “Io dico che dovrebbe essere semplicemente normale, anche oggi che bambini vengono inondati di immagini di animali umanizzati, discernere che la salute di una persona deve avere la priorità rispetto a quella di un animale. O forse questo ormai è normale solo per un cacciatore, uomo nero di una civiltà sempre più animalista e falsamente ambientalista. Forse, nella squinternata società di oggi, la licenza di caccia è diventata prima di tutto una patente di buonsenso, privilegio di pochi”.  

 

a cura di “FEDERCACCIA BRESCIA”

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi

Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa e con l’On. Pietro Fiocchi   Ritorna l’appuntamento con Caccia & Europa con l’ On. Pietro Fiocchi . europarlamentare Gruppo ECR tante le tematiche trattate nel corso dell’ intervista- Problema piombo e zone umide, ricorsi al Tar, unione venatoria ecc. Animalismo, Ispra, Ministero Ambiente e altro.   C&D Condividi l’articolo sui social!

Federcaccia Lombardia : il presidente Lorenzo Bertacchi

Federcaccia Lombardia : il presidente Lorenzo Bertacchi   Federcaccia Lombardia : il presidente Lorenzo Bertacchi – Nel videl un analisi dettagliata sulla situazione in Lombardia fra ricorsi al Tar e interventi della Regione .   Federcaccia Lombardia : il presidente Lorenzo Bertacchi Condividi l’articolo sui social!

Roccolo Gervasoni – l’arte dell’uccellatore

Roccolo Gervasoni – un monumento alla tradizione Sopra Pisogne, sul Sebino, a 1352 mt sorge l’antico Roccolo Gervasoni – una struttura architettonica naturale in ottimo stato di conservazione che un tempo, quarant’anni fa era adibito alla tradizione dell’ uccellagione. Italo Gervasoni lo ha conservato im maniera egregia a testimonianza di quella che era una parte della civiltà rurale di un […]

Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!