Caccia in Lombardia – nuove proposte del Consigliere Massardi

Caccia in Lombardia – nuove proposte del Consigliere regionale Floriano Massardi

Caccia in Lombardia – imminente lo slittamento a fine maggio per la riconsegna dei tesserini 

 

Caccia in Lombardia – ecco le nuove proposte approvate

Caccia in Lombardia – Nel corso della seduta di giovedì scorso  in VIII commissione agricoltura sono state accolte numerose  proposte del Consiglier Floriano Massardi di modifica alla legge regionale sulla caccia.

In sintesi queste le nuove proposte accolte:

1) estesa la possibilità di cacciare la beccaccia fino al 31 gennaio negli ATC il sabato e la domenica;

2) possibilità per il capannista di usufruire del pacchetto di 15 giornate per la vagante alla migratoria dal 1° di ottobre (prima si poteva solo dal 15 ottobre);

3) obbligo per le guardie volontarie di indossare capo e giubbino con pettorale e dorsale ad alta visibilità;

4) in caso di impossibilità di rinnovare l’autorizzazione del capanno per cause gravi (es. malattia, disoccupazione, ecc.) viene eliminato l’onere di rimuovere il capanno per tutto il tempo in cui perdurano tali cause;

5) obbligo per la caccia a tutti gli ungulati di indossare capo e giubbino con pettorale e dorsale ad alta visibilità (per ovvie ragioni di sicurezza).

Sono inoltre passate anche le proposte di:

6) estensione dei periodi di caccia agli ungulati (es. il cinghiale in selezione potrà essere cacciato tutto l’anno);

7) utilizzo del visore notturno per la caccia al cinghiale.

 

A fronte di alcune lamentele riguardanti il prelievo della beccaccia fino a gennaio da parte chi caccia la lepre, il  Consigliere Massardi sottolinea  che : ” Mi spiace aver creato dissapori ma l’unico intento è stato quello di allargare le maglie della nostra passione favorendo tutte le forme di prelievo, senza creare privilegi”-

Caccia in Lombardia  – Il consigliere Massardi ha poi aggiunto, precisando quanto segue :

  1. La proposta è stata  condivisa da tutte le associazioni venatorie

  2. La caccia alla beccaccia a gennaio è consentita in tutte le Regioni italiane fatta eccezione per Valle d’ Aosta e Trentino
  3. Come tutti sanno negli ambiti di pianura è già consentita a gennaio la caccia alla volpe, al cinghiale, alla migratoria lungo i fiumi. Sono inoltre previste numerose limitazioni / sanzioni
  4. Nel mese di gennaio la caccia alla beccaccia sarà consentita solo il sabato e la domenica
  5. Il prelievo sarà consentito solo negli Ambiti di Pianura (ATC) e non nei comprensori alpini (CAC)
  6. Per chi nel mese di gennaio abbatte una specie di fauna stanziale è previsto il ritiro del tesserino per 1 anno.
  7. Inoltre, nel mese di gennaio, per l’abbattimento di specie stanziali (es. lepre) trattandosi di specie protetta è previsto il penale (al pari di un pettirosso) per cui si applica l’ ART 30 Comma 1 lettera H della legge 157, che prevede: sequestro del fucile, sequestro del capo abbattuto, notizia di reato alla Procura della Repubblica con rischio di sospensione del porto d’armi fino a 3 anni e sanzione di € 500,00 per il capo abbattuto.

 

Fonte – comunicato del Consigliere Floriano Massardi ( Lega)

 

 

Condividi l'articolo sui social!
error

7 Commenti

  • Ferdinando Ratti

    Caro consigliere Massardi;personalmente io nutro forti dubbi che le sue proposte in alcuni punti,NON vengano impugnate in tribunale dagli anticaccia???
    Comunque le faccio i mieu auguri;sempre sperando di non vederla prendere per l’ennesima volta una fila di legnate sui denti!!!!

  • Fortunato Busana

    Tutte i miglioramenti ed estensioni all’attività venatoria sono benvenuti e graditi.Non altrettanto certe sanzioni come quelle penali per una categoria sin troppo “ penalizzata”.Continuiamo a farci del male al massimo sospendiamo il tesserino per un periodo proporzionale all’infrazione effettuata.Lasciamo il penale ai delinquenti

  • Ferdinando Ratti

    Consigliere Massardi;con un governo che manda con la scusa del corona virus,ai domiciliari ergastolani e carcerati con in 41 bis(brave persone;,lei vorrebbe inasprire le sanzioni contro i cacciatori perchè di fatto a questi in faso di rinnovo verrà negata la licenza di caccia???
    Personalmente credo che la sopspensione del tesserino per un’anno sia più che sufficente!!!

  • Ivan Moretti

    Non entro nel merito delle proposte passate in VIII commissione su iniziativa del Consigliere Massardi, (anche se quella del giubbino ad alta visibilità per la vigilanza volontaria sembra un’idea carnevalesca) ma mi soffermo su quel “la proposta è stata condivisa da tutte le associazioni venatorie”. Per quanto riguarda l’ ARCI-Caccia garantisco che le cose non stanno così, non essendo stati consultati nella fase preparatoria, e non avendo inseguito emesso alcun parere positivo sul risultato.
    Ivan Moretti. Presidente regionale ARCI-Caccia

    • Giuseppe De Maria

      Non entriamo nel merito della vs. posizione sul fatto di essere stati o meno consultati. Ci pare invece buona cosa, principalmente per la sicurezza, la scelta dell’obbligo del giubbino ad alta visibilità anche per la vigilanza volontaria. Lo usano i cacciatori …perchè non dovrebbero indossarlo i controllori ??? Ce lo spieghi !

  • Ferdinando Ratti

    Egregio Sig Di Maria;Vorrei farle presente che in base all’art 254 del TULPS,questi cita testualmente le guardie giurate in servizio vestono l’uniforme (che vanno approvate dal prefetto della provincia in cui prestano servizio)in mancanza di essa e per determinati servizi portano il distintivo di riconoscimento, che deve essere esposto e ben visibile.
    Il Testo Unico NON prevede pettorine o capi ad alta visibilità, ha meno che serva per sicurezza personale della guardia quando svolge un servizio notturno.
    Personalmente al posto di fare una richiesta simile, fatta dal consigliere Massadri: io avrei invece previsto l’ esibizione su richiesta del cacciatore fermato, del decreto d’ approvazione di chi controlla i documenti di caccia?perchè questo può essere scaduto o in fase di rinnovo(quindi NON valido)
    Personalmente concordo con Ivan Moretti che l’obbligo del capo ad alta visibilità serva solamente a chi per natura di norma fà il furbetto;perchè IL CACCIATORE ONESTO,(che sono la maggior parte) NON TEME MAI i controlli della vigilanza!!!
    Il responsabile regionale della vigilanza Italcaccia
    Lombardia
    Ferdinando Ratti

    • Giuseppe De Maria

      Ribadisco…. la sicurezza e l’incolumità di tutti al primo posto visto che i controlli e gli appostamenti anche notturni possono essere pericolosi. Concordo con lei che la divisa è approvata dalle singole prefetture meno male …) e spero che stesse si adeguino alle richieste della Regione. Del resto che problemi ha una guardia ad indossare un giubbetto ad alta visibilità ? Cordiali saluti.

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]