Armi e Covid – i legali possessori da tenere sotto controllo

Armi e Covid – i legali possessori categoria tenenere sotto controllo

Abbiamo trovato questo articolo recentemente pubblicato su  L’Espresso – a firma di Luca Di Bartolomei e lo vogliamo commentare

Armi e Covid –  L’ Espresso : “Basta lasciare pistole e fucili in mano a chi ha problemi psichici” ….

Pandemia e lockdown hano messo a dura prova molti italiani, e tra loro tanti detengono legalmente un’arma. Un cocktail pericoloso sui cui serve intervenire ora

Armi e Covid – “Basta lasciare pistole e fucili in mano a chi ha problemi psichici” ….

Armi e Covid : ci risiamo… . Non sappiamo se questo giornalista è un anticaccia o magari è invece un legale possessore, fatto è che ha voluto provare a legare la detenzione autorizzata di armi al Covid e non sappiamo con ceretzza, ma supponiamo, dove volesse andare a parare. Nell’articolo si mette in risalto quella che è la stragrande preoccupazione degli italiani in questo periodo, legata sicuramente all’incertezza del momento, alla paura per il lavoro e alla consapevolezza che il futuro potrebbe anche essere peggiore di quello che già stiamo vivendo. Una paura che si è abilmente voluto legare a chi, per svariati e  comunque leciti motivi, è in regolare possesso di porto d’armi detiene un arma e che, come già indicato dalla Ministra dell’ Intero Lamorgese, potrebbe male usarla nel caso di problemi psichici e tensioni sociali in vista di un autunno caldo. nell’illustrare il problema, e di conseguenza il pericolo, questo giornalista di Repubblica dice giustamente che in Italia ci sono circa mezzo-milione di legali possessori di porto d’armi (probabilmente sono parecchi di più … ma non è questo che conta) senza specificare le differenze fra difesa personale, utilizzo lavorativo, tiro sportivo e caccia. A questi però, non lo dimentichiamo,  vanno aggiunti anche le forze dell’ordine e l’esercito . Ma vanno aggiunte anche e soprattutto  le armi finite nelle mani della criminalità organizzata a tutti i livelli, armi sottratte e trafugate, vendute illegalmente attraverso varie triangolazioni di cui si son perse le tracce. Armi che messe nelle mani di certe organizzazioni potrebbero davvero essere impiegate per azioni destabilizzanti, come quelle terroristiche che hanno seminato terrore e paura in mezza Europa. Attentati,  lo ricordiamo, in cui però non sono state utilizzate solo armi da fuoco ma maretelli, coltelli, machete, auto e camion lanciati a folle velocità sulla folla. Hanno fatto forse meno male dei proiettili questi mezzi ? …

Armi – Ma torniamo ai 500mila legali possessori a cui si fa riferimento nell’articolo e che costituirebbero la vera minaccia. Il cretino di turno, la persona che ne potrebbe fare un uso improprio ci sarà sempre, ovvio. I media  si occupano con enfasi di questi casi, sopratutto se a salire all’onore delle cronache è l’uso di un fucile da caccia, abbinandolo subito alla parola “cacciatore”. Un uso discriminatorio per mettere in cattiva luce una categoria invece responsabile. Non si può fare di tutta l’erba un fascio, non si possono fare supposizioni che vanno ancora a ledere la libertà e la responsabilità  delle persone  e non si può…. con la scusa del COVID 19 mascherare quella che potrebbe sembrare un indagine per dare contro e spostare la questione sulla caccia e sui cacciatori che con tutte le preoccupazioni del momento potrebbero avere problemi di natura psichica e psicologica.
Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • Ferdinando Ratti presidente interprovinciale Italcaccia Como - Lecco

    Scusate siamo sicuri, sicuri dopo il COVID 19, dell’integrità mentale,del giornalista dell’ESPRESSO?

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]