ANUU Migratoristi – Ancora una volta il no dell’ISPRA

Ancora una volta l’ISPRA non fornisce i dati e ancora una volta la Regione Lombardia non dà risposte adeguate alla situazione. La riflessione di Domenico Grandini, presidente regionale dell’ANUU Migratoristi Lombardia, sembra essere motivata da una serie di incontri in sede regionale, che lo hanno deluso.

Primo dato dal 2005 L’ISPRA non fornisce i dati sulla piccola migratoria e neppure una valutazione sulla piccola quantità, che è suo compito e dovere. A questo punto la Regione Lombardia e l’assessore Fava nello specifico, dovrebbe intentare una denuncia all’ISPRA sulla mancanza di questa valutazione. Anche la Regione Liguria sembra d’accordo e la Regione Veneto non si è ancora espressa, l’ideale è un’azione coordinata della Macroregione contro l’ISPRA, eppure non sembra ci sia l’intenzione nella sede milanese, nonostante gli incontri e la sollecitazione da parte dell’ANUU con ben cinque lettere. Risulta addirittura che l’Assessore Fava, che si proclama a difesa delle catture e delle deroghe, non abbia neppure fatto richiesta dei dati all’ISPRA (vedi articolo).

Eppure si potrebbe agire per le catture e i richiami, ma a Grandini appare chiaro come non vi sia la volontà politica di farlo. Una delibera della Regione, anche se poi fosse impugnata dalle associazioni animaliste, potrebbe permettere di far avanzare la procedura per arrivare alla corte di giustizia in Europa. Zanardelli, Bana e Grandini in sede di dialogo con la dott.ssa Bonomo e Fava hanno evidenziato le possibilità di manovre nel contesto, facendo chiari riferimenti alle politiche europee che permettono le deroghe, confrontando la situazione francese e tedesca dei cacciatori, la risposta “non si possono fare confronti”. La situazione, in Italia, è chiaramente in mano alla burocrazia e ai funzionari, che se non contrastati da una volontà politica rimarrà immobile.

Domenico Grandini rileva ancora come la gestione della caccia in mano alla Regione sia in preda al caos, perché più volte ha dimostrato di essere impreparata anche riguardo alle misure più semplici, come la spedizione dei tesserini venatori o dei bollettini ai capannisti o ancora riguardo alla Banca Dati, ad oggi misura che sembra non essere utile. La speranza sulla questione delle integrazione dei calendari venatori è propria quella che Regione lasci qualche spazio di manovra alle ex-province.

Rimane la grande delusione di non avere un supporto in regione da un partito politico che si era sempre proclamato schierato con i cacciatori, ma che invece risulta quanto mai inefficace.

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


Soprazocco : il nuovo quagliodromo della FIDC

Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo Soprazocco : nuova vita per il quagliodromo gestito dalla sezione FIDC del luogo. Il presidente Oliviero Bussi ci ha illustrato i lavori fatti e la nuova attività dedicata alla cinofilia Condividi l’articolo sui social!

Caprioli alla Baraggia … la passione continua

Caprioli alla Baraggia … la passione continua   Caprioli alla Baraggia – la passione continua – Caccia al capriolo in selezione con Giulia Taboga – Franchi Horizon cal. 308 – AATV La Baraggia Masserano di Biella . Il nuovo video di Caccia & Dintorni Condividi l’articolo sui social!

Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois

Una vita per il Petit Gascon Saintengeois con Gabriele Stizioli   Una vita per il Petit Gascon Saintengeois – ovvero il segugio francese. Abbiamo fatto visita all’allevamento amatoriale di Gabriele Stizioli Team Stizioli) per fare la conoscenza di questa splendida razza di cani da seguita, particolarmente indicati per lepre e cinghiali. Un allevamento molto ben curato dove risiedono i suoi […]