ANUU Migratoristi – Ancora una volta il no dell’ISPRA

Ancora una volta l’ISPRA non fornisce i dati e ancora una volta la Regione Lombardia non dà risposte adeguate alla situazione. La riflessione di Domenico Grandini, presidente regionale dell’ANUU Migratoristi Lombardia, sembra essere motivata da una serie di incontri in sede regionale, che lo hanno deluso.

Primo dato dal 2005 L’ISPRA non fornisce i dati sulla piccola migratoria e neppure una valutazione sulla piccola quantità, che è suo compito e dovere. A questo punto la Regione Lombardia e l’assessore Fava nello specifico, dovrebbe intentare una denuncia all’ISPRA sulla mancanza di questa valutazione. Anche la Regione Liguria sembra d’accordo e la Regione Veneto non si è ancora espressa, l’ideale è un’azione coordinata della Macroregione contro l’ISPRA, eppure non sembra ci sia l’intenzione nella sede milanese, nonostante gli incontri e la sollecitazione da parte dell’ANUU con ben cinque lettere. Risulta addirittura che l’Assessore Fava, che si proclama a difesa delle catture e delle deroghe, non abbia neppure fatto richiesta dei dati all’ISPRA (vedi articolo).

Eppure si potrebbe agire per le catture e i richiami, ma a Grandini appare chiaro come non vi sia la volontà politica di farlo. Una delibera della Regione, anche se poi fosse impugnata dalle associazioni animaliste, potrebbe permettere di far avanzare la procedura per arrivare alla corte di giustizia in Europa. Zanardelli, Bana e Grandini in sede di dialogo con la dott.ssa Bonomo e Fava hanno evidenziato le possibilità di manovre nel contesto, facendo chiari riferimenti alle politiche europee che permettono le deroghe, confrontando la situazione francese e tedesca dei cacciatori, la risposta “non si possono fare confronti”. La situazione, in Italia, è chiaramente in mano alla burocrazia e ai funzionari, che se non contrastati da una volontà politica rimarrà immobile.

Domenico Grandini rileva ancora come la gestione della caccia in mano alla Regione sia in preda al caos, perché più volte ha dimostrato di essere impreparata anche riguardo alle misure più semplici, come la spedizione dei tesserini venatori o dei bollettini ai capannisti o ancora riguardo alla Banca Dati, ad oggi misura che sembra non essere utile. La speranza sulla questione delle integrazione dei calendari venatori è propria quella che Regione lasci qualche spazio di manovra alle ex-province.

Rimane la grande delusione di non avere un supporto in regione da un partito politico che si era sempre proclamato schierato con i cacciatori, ma che invece risulta quanto mai inefficace.

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


2a prova campionato provinciale ANLC Brescia

2a prova campionato provinciale ANLC Brescia   2a prova campionato provinciale ANLC Brescia – prava pratica su selvaggina – Cat. Inglesi. Cinofilia – Anche quest’anno abbiamo seguito una batteria della prova pratica su selvaggina organizzata dalla Libera caccia di Brescia in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Bresciano. nel video le prove di coppia – Nel servizio anche un intervista con […]

HIT SHOW 2020 nel video di Caccia & Dintorni

HIT SHOW 2020 – oltre 30.000 visite, anche provenienti dall’estero, sono state il primo degli indicatori di peso che hanno caratterizzato un’esposizione vetrina di produttori la cui eccellenza è riconosciuta nel mondo. – Nel quartiere fieristico vicentino sono arrivati operatori e delegazioni da Norvegia, Olanda, Slovenia, Ucraina, Lituania, Estonia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca. E poi da Cipro e Malta. Inoltre, […]

Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

Riserva naturale delle Torbiere – cacciatori sentinelle dell’ ambiente

Riserva Naturale delle Torbiere – Cacciatori sentinelle ambiente Riserva Naturale delle Torbiere – Sabato 25 gennaio l’ Ente Riserva con il suo presidente Gianbattista Bosio ha organizzato una giornata ecologica per la pulizia delle “Lamette” , una parte della riserva sulle sponde del Sebino, interdetta alla caccia, dove nidificano alcune specie di anatidi e rallidi. Una settantina di cacciatori, di […]