ANUU – Intervista a Grandini del 6 febbraio 2015

Al microfono di Beppe De Maria, Domenico Grandini, presidente regionale dell’ANUU Migratoristi, commenta la pessima conclusione della stagione venatoria 2014/2015. Chiusura anticipata infatti per il calendario di ben 6 regioni per la caccia al tordo,  alla cesena e alla beccaccia. La Lombardia segue invece il suo normale calendario, perché riconosciuto dalla Regione.

Grandini è indignato dell’operato del Ministro dell’Ambiente Galletti, che è il protagonista indiscusso di questo progressivo accanimento contro i cacciatori. La politica ha infatti avanzato diverse azioni di ostacolo nei confronti della caccia facendo e non facendo. Non ha modificato l’articolo 19 bis, che vieta le deroghe; ha vietato la commercializzazione degli uccelletti, rendendo fuorilegge lo spiedo; ha bloccato le catture dei richiami vivi e ha posto il divieto dell’utilizzo dei richiami per gli acquatici; per il minuscolo focolaio di aviaria, dove la prassi europea prevede un blocco nel raggio di 10 km, in Italia il blocco è stato nazionale, fermo dei calendari; non ha ancora portato a termine lo studio dell’articolo 116 per il regolamento dell’utilizzo dei richiami.

L’ANUU sta organizzando un ricorso sui blocchi dei calendari venatori, ha sollecitato l’articolo 116 e desidera un incontro con il Ministro Galletti, chep iù volte si è dichiarato favorevole ai cacciatori, ma nei fatti si sta dimostrando nocivo alla caccia. L’ANUU ha in previsione un incontro anche con Mario Scotti e Gianmarco Quadrini, dello stesso partito di Galletti, per capire i possibili sviluppi della situazione.

ANUU e Federcaccia stanno avanzando, inoltre, un ricorso contro il blocco delle catture, poiché la Regione Lombardia tentenna, benché sauna delibera proprio regionale. L’intervento di ANUU e Federcaccia, a livello nazionale e regionale, potrebbe apparire inutile poiché la delibera i è comunque conclusa, ma l’intervento vuole essere preventivo per eventuali sviluppi del prossimo anno. Anche se questa intera situazione porta presupposti non felici per la nuova stagione di caccia 2015/2016.

Grandini mostra l’amarezza di questa incoerenza manifesta del Ministro Galletti, che si dice favorevole alla caccia e il giorno seguente chiude le catture dei richiami, ma anche di Legambiente, con cui si stanno portando avanti insieme alcuni progetti ambientali, ma che attacca l’utilizzo dei richiami vivi.

In chiusura si parla di “Caccia in cucina” una manifestazione a livello regionale che ANUU organizza a chiusura della stagione di caccia.

Condividi l'articolo sui social!
error

Lascia un commento

required

required

optional


CLUB DEL BECCACCINO : LOMELLINA 2019

  CLUB DEL BECCACCINO SETTIMANA LOMELLINA 2019 – per celebrare i 90 anni dalla fondazione il Presidente , Claudio Cortesi , ha organizzato una settimana di prove nelle risaie della Lomellina pavese. Molti i partecipanti giunti da tutta Italia. le prove su beccaccino (senza sparo) sono state piuttosto impegnative per tutti: ausiliari e conduttori. Caccia & Dintorni ha documentato l’avvenimento […]

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

Caccia & Europa : le sentinelle dell’ambiente

Caccia & Europa – Le sentinelle dell’ ambiente e custodi della natura Caccia & Europa – Nuova iniziativa dell’On. Pietro Fiocchi- europarlamentare Gruppo ECR -Si tratta di un programma importante per cambiare la percezione pubblica di quella che è la figura del cacciatore e del pescatore . Sabato 1° febbraio a Torino l’On Fiocchi ha organizzato un convegno incontro dal […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]