TAVOLO SULLA DIRETTIVA ARMI: il comparto e l’associazionismo di settore consolidano 

RIUNITO IL TAVOLO SULLA DIRETTIVA ARMI: il comparto e l’associazionismo di settore consolidano 

il coordinamento a seguito delle audizioni in Parlamento sul recepimento del testo

Tavolo direttiva armi

– I rappresentanti di ANPAM, ANPP, ASSOARMIERI, ARCICACCIA, COMITATO D-477, CONARMI, FENAVERI (FIDC, ENALCACCIA, ANUU), FIDASC, FITAV, FITDS e, in veste di osservatori, UITS e AITDL, si sono riuniti a Roma in rappresentanza dell’intero settore, con l’obiettivo di consolidarne il coordinamento, anche con riferimento al recepimento delle modifiche alla direttiva armi attualmente in corso.

Le organizzazioni convenute infatti hanno elaborato già da tempo una posizione comune, illustrata nella audizioni informali presso le commissioni parlamentari competenti, in cui sono state messe in evidenza le criticità dello schema di decreto legislativo di recepimento della direttiva 2017/853/CE, che modifica la direttiva 91/477/CEE. Se lo schema governativo fosse stato condiviso preventivamente con i rappresentanti del settore tali criticità sarebbero state certamente inferiori, con un percorso parlamentare più rapido e agevole.

Le organizzazioni convenute considerano positivo il fatto che le commissioni parlamentari che hanno già espresso parere abbiano accolto parte di quanto esposto nella posizione comune. Ci si augura tuttavia che i pareri della I Commissione di Camera e Senato prendano in considerazione le altre importanti questioni, finora trascurate, che rischiano di discriminare il nostro Paese, penalizzando il comparto, gli utilizzatori e l’attività sportiva.

Il tavolo di lavoro ringrazia i parlamentari che fino a oggi hanno mostrato impegno, sensibilità e interesse nel considerare la questione in una prospettiva tecnica e non ideologica, tesa a distinguere le prescrizioni necessarie ad attuare la normativa europea da ciò che appare irragionevole e inadeguato a una disciplina già avanzata come quella nazionale.

L’auspicio è che il Ministero competente, redigendo il testo finale, si attenga al disposto normativo e alle indicazioni delle commissioni parlamentari, evitando norme più restrittive rispetto a quelle europee, e inizi un percorso di armonizzazione che porti ad avere in Italia un livello di regolazione simile a quello degli altri Paesi europei, introducendo delle semplificazioni che non riducano il livello di sicurezza ma si traducano in minore burocrazia e costi inferiori per amministrazioni, cittadini e imprese.

Le organizzazioni riunite hanno infine convenuto sulla necessità di non lasciar cadere l’attenzione verso le attività di Parlamento, Governo e Amministrazione, proseguendo il rafforzamento del coordinamento del settore al fine di garantire anche per il futuro tutte le sue componenti.

ANPAM

ANPP

Arcicaccia

Assoarmieri

Comitato D477

CONARMI

FENAVERI

FIDASC

FITAV

FITDS

AITDL

 

La redazione

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre Caccia e Dintorni in questa puntata è ospite di Elia e Marco, due giovani cacciatori esperti nella caccia agli acquatici, che ci hanno accompagnato in questa battuta di caccia da campo alle anatre. Iniziamo con il posizionamento dei richiami vivi, che sono importanti per ravvivare il campo e per la resa della battuta. Il nostro […]

Un Azienda nel mirino Fratelli Poli Armi

L’antica arte dell’armaiolo in questo video di Caccia & Dintorni dedicato alla Fratelli Poli Armi. Un’azienda nata negli anni sessanta e che ancora oggi produce fucili da caccia di grande valore in maniera artigianale. Un esempio di azienda a conduzione familiare che ha saputo stare al passo con i tempi senza perdere di vista le proprie radici. Proprio lo scorso […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]