Segnatura del tesserino: quando le bugie hanno le gambe corte !

Segnatura del tesserino: per i capannisti non doveva cambiare nulla –

EU PILOT fin troppo chiaro !  Ecco come ci hanno ingannato .

 

A distanza tempo scopriamo che quanto ci è stato imposto sulla segnatura immediata del tesserino è stato un vero abuso da parte del Governo Italiano  che attraverso ART. 31 COMUNITARIA  aveva obbligato tutte le forme di caccia alla segnatura immediata dei capi abbattuti. 

Giovedì 30 giugno 2016, nel silenzio più assoluto, la Camera dei Deputati, in seconda lettura, approva la Legge europea 2015-2016 e sferra un altro colpo al mondo venatorio.
Ecco il testo approvato dal Parlamento italiano:
All’ART. 31. (Disposizioni relative alla protezione della fauna selvatica omeoterma e al prelievo venatorio. Caso EU Pilot 6955/14/ENVI). 1. All’articolo 12 della legge 11 febbraio 1992, n. 157, dopo il comma 12 è aggiunto il seguente: « 12-bis. La fauna selvatica stanziale e migratoria abbattuta deve essere annotata sul tesserino venatorio di cui al comma 12 subito dopo l’abbattimento ».

 

Ora si scopre che dalla procedura EU PILOT 6955/14   si evinceva in maniera chiara una diversa : ” In merito alla segnatura dei capi di avifauna migratoria da effettuarsi subito
dopo l’abbattimento, si ritiene che questa regola possa essere inserita nei calendari venatori in preparazione per quanto riguarda la caccia alla migratoriaVAGANTE, mentre per le forme di cacci da appostamento fisso e temporaneo sia da stabilire che la segnatura debba avvenire ogni qualvolta si lascia l’appostamento e comunque sul posto di caccia”  vedi: DOCUMENTO 1 nota AAVV_Regioni cal venA 2016

Questo significa in maniera chiara, senza ombre interpretative,  che per i capannisti  la segnatura dei capi abbattuti si sarebbe dovuta fare alla fine della giornata di caccia.

Evidentemente è stato omesso questo passaggio e neppure chi avrebbe l’obbligo, o quantomeno il dovere di verificare certa documentazione e certe direttive, se n’è interessato.

A questo punto ci domandiamo a cosa siano serviti i vari tavoli caccia bipartisan, che per oltre un anno ci hanno illuso su deroghe e quan’altro se si sono lasciati sfuggire un passagggio piuttosto evidente cone questo .

 

Roma, 14 Aprile 2015
Prot.n. 258/A2-1
Oggetto: Procedura EU PILOT 6955/14/ENVI
Osservazioni per la stesura dei calendari venatori regionali 2015/2016.
In data 16 marzo 2015 ENPA – LAC – LAV – LIPU – WWF hanno inviato una nota
congiunta nella quale vengono esposte considerazioni e proposte relative ai calendari venatori e alla
procedura EU PILOT in oggetto.

 

Caccia & Dintorni

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Setter Sorsoli’s : una giornata di addestramento

 Sorsoli’s  Setter : una giornata di addestramento   La nuova puntata di Caccia & Dintorni l’abbiamo voluta dedicare all’addestramento cani – dal cucciolo al cucciolone fino al cane adulto– Abbiamo trascorso una giornata tipica di lavoro con Pierluigi Sorsoli, allevatore amatotiale di Setter e cinofilo conosciuto  con il nome di Sersoli’s  Setter. Nel video si sono messi in evidenza tanti […]

Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre Caccia e Dintorni in questa puntata è ospite di Elia e Marco, due giovani cacciatori esperti nella caccia agli acquatici, che ci hanno accompagnato in questa battuta di caccia da campo alle anatre. Iniziamo con il posizionamento dei richiami vivi, che sono importanti per ravvivare il campo e per la resa della battuta. Il nostro […]

Un Azienda nel mirino Fratelli Poli Armi

L’antica arte dell’armaiolo in questo video di Caccia & Dintorni dedicato alla Fratelli Poli Armi. Un’azienda nata negli anni sessanta e che ancora oggi produce fucili da caccia di grande valore in maniera artigianale. Un esempio di azienda a conduzione familiare che ha saputo stare al passo con i tempi senza perdere di vista le proprie radici. Proprio lo scorso […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]