Piemonte: caccia vietata le domeniche di settembre

Piemonte: caccia vietata le domeniche di settembre

 

Seat of regional administration of Regione Piemonte

Adesso è ufficiale: in Piemonte sarà vetato esercitare la pratica venatoria di domenica, anche se solo per il solo mese di settembre. A questa drastica soluzione si è pervenuti nella serata di ieri attraverso l’approvazione dell’emendamento 308 votato favorevolmente dal M5S. Addirittura si auspica ( PD e M5S) , come si legge sotto nel comunicato ufficiale, che questo divieto possa venire ripreso subito dal neo Ministro Costa e applicato a livello nazionale per una maggior tutela del patrimonio avifaunistico. 

L’approvazione dell’intero testo della riforma della caccia è prevista per martedì prossimo entro le 13, con il contingentamento dei tempi.

In risposta a quanto estresso dal Consigmio

Caccia vietata le domeniche di settembre

In Piemonte verrà sancito il divieto di caccia la domenica per il mese di settembre. Con l’approvazione dell’emendamento 308, presentato dai capigruppo di maggioranza, il Consiglio regionale decide, prima regione d’Italia, la proibizione di cacciare la domenica. Il divieto vale soltanto per il mese di settembre e la maggioranza è arrivata a questa decisione dopo un’ampia concertazione tra le varie istanze proposte anche dall’opposizione, vale a dire il divieto generalizzato sollecitato dal Movimento 5 stelle e invece la richiesta da parte del centrodestra di non non limitare l’attività venatoria domenicale.

L’approvazione dell’intero testo della riforma della caccia è prevista per martedì prossimo entro le 13, con il contingentamento dei tempi.

Secondo i rappresentanti del Pd la funzione nel legiferare è quella di tutelare il patrimonio avifaunistico e non  l’attività della caccia. Molti interventi della maggioranza hanno espresso l’auspicio che adesso il governo possa intervenire a livello nazionale per un divieto più generalizzato.

A parere del Movimento per la sovranità nazionale, questa è stata una scelta di alcuni prettamente idelogica, fatta da persone che conoscono poco l’attività venatoria. C’è molta città e poca conoscenza del mondo rurale e del legame tra mondo venatorio e mondo agricolo in questa legge.

Il M5s ha votato favorevolmente all’emendamento 308 sottolineando che avrebbe preferito maggiori restrizioni, ma che il segnale dal loro punto di vista è positivo.

 

Comunicato del Consiglio regionale del Piemonte

 

Caccia & Dintorni

 

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre

Caccia da campo alle anatre Caccia e Dintorni in questa puntata è ospite di Elia e Marco, due giovani cacciatori esperti nella caccia agli acquatici, che ci hanno accompagnato in questa battuta di caccia da campo alle anatre. Iniziamo con il posizionamento dei richiami vivi, che sono importanti per ravvivare il campo e per la resa della battuta. Il nostro […]

Un Azienda nel mirino Fratelli Poli Armi

L’antica arte dell’armaiolo in questo video di Caccia & Dintorni dedicato alla Fratelli Poli Armi. Un’azienda nata negli anni sessanta e che ancora oggi produce fucili da caccia di grande valore in maniera artigianale. Un esempio di azienda a conduzione familiare che ha saputo stare al passo con i tempi senza perdere di vista le proprie radici. Proprio lo scorso […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]

18° Esposizione canina a Castelmella (BS)

18° Esposizione canina a Castelmella (BS) – Anche quest’anno è stata organizzata questa manifestazione dedicata a tutte le razze che non ha mancato di richiamare moltissimi appassionati conofili e non. Una manifestazione organizzata dalla Federcaccia di Castelmella che ha devoluto in beneficenza l’incasso della serata dedicata allo spiedo. Condividi l’articolo sui social!