Lombardia: via al piano di eradicazione dei procioni.

Lombardia : un intesa fra Regione ed ente Parco dell’ Adda

Nutrie, tartarughe palustri, scoiattoli, procioni, ibis e vespe sono specie pericolose per la biodiversità e sono nel nuovo regolamento europeo.

La regione Lombardia ha approvato un provvedimento per l’eradizazione dei procioni, il conosciuto  orsetto lavatore. Un animale alloctono che sta invadendo la parte lodigiana dell’ Adda e anche alcune zone del basso lago di Lecco. Si tratta di un accordo di collaborazione con il Parco Adda Nord per portare a termine l’obiettivo di azzeramento della presenza degli orsetti lavatori nell’area.

La paura  per gli agricoltori dei paesi coinvolti  che si trovano a ridossodell’Adda, ma anche per gli enti locali e le stesse guardie volontarie del parco, è quello che i procioni possano ora invadere anche le aree golenali tra Rivolta d’Adda, Vaprio e Spino, fino a Ciserano.

Questi animali, conosciuti anche con il nomignolo di orsetto lavatore, sono infatti più dannosi ancora delle nutrie e sono portatori di “rabbia”.  Ormai da molto tempo, si parla di qualche anno,  srstanno invadeendo il territorio del Cremasco, nella zona  il corso dell’Adda tra Cassano, Fara e Canonica. Per correre ai ripari, nei giorni scorsi l’ente parco della zona e la Regione hanno sottoscritto un piano di eradicazione totale, che rinnova quello esistente sino al 2020. La cattura degli orsetti lavatori avverrà con l’installazione di trappole dello stesso tipo usato per le nutrie. 

Fino a qualche anno fa le «specie alloctone» dette anche «aliene» (specie animali e vegetali introdotte direttamente o indirettamente in un habitat al di fuori del loro areale naturale d’origine, magari da distanze di migliaia di chilometri) rappresentavano una semplice «curiosità biologica». Ora, invece, alcune specie alloctone si sono adattate e inserite talmente bene da riprodursi con continuità nei nostri ambienti provocando un impatto negativo.

Il costo dell’operazione  si aggira  sui  60mila euro  di cui 15mila euro  finanziati dall’ente parco, mentre i restanti 45mila saranno  erogati dalla Regione Lombardia.

Naturalmente è subito scattata la protesta delle associazioni animaliste scese subito sul piede di guerra.

 

C&D

Condividi l'articolo sui social!

2 Commenti

  • silvia bocelli

    un modo più civile di gestire la cosa ,non esiste? non vedo perché dover uccidere degli animali innocenti;che schifo!

  • Ferdinando Ratti

    Non ditemi che anche i procioni sono stati immessi dai cacciatori a scopo venatorio !!!
    Chi non vuole che questi devono essere soppressi, dovevano lasciarli nel loro paese d’origine, oppure al negozio dove li hanno acquistati.
    Con questa moda di avere specie alliene di qualsiasi razza come animali da compagnia,siamo invasi da specie che nulla hanno da spartire con quelle indigene.
    Oltre che distruggere il nostro patrimonio faunistico.

Lascia un commento

required

required

optional


BERETTI caccia e cinofilia

  Beretti festeggia il 30° anno di attività- Richiami elettroacustici di ogni tipo con canti selezionati per attività all’aperto- beeper con 17 modulazioni di suono, gabbiette per richiami, trasportini omologati, videotrappolaggio ecc . Con questo video vi portiamo nel mondo di BERETTI …tutto per la ccaccia e per la cinofilia. Condividi l’articolo sui social!

La caccia s’è desta- Torino 8 giugno 2018

La caccia s’è desta   6000 cacciatori provenienti da molte regioni hanno risposto alla chiamata del Piemonte: la caccia s’è desta.  Una partecipazione significativa che per una giornata ha unito tutte le sigle del mondo venatorio, dalla più grande alla più piccola. A sostegno dei cacciatori piemontesi sono arrivati pulman dalla Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia, Friuli ma significativa anche la […]

5° TROFEO DELLE ALPI Prova del Maniva

5° TROFEO DELLE ALPI   Si è svolta al maniva la tappa bresciana del 5° Trofeo delle Alpi per cani da seguita. Organizzato Dall’ Arci sez. di San Colombano e dalla Pro Segugio. Le mute impegnate sul difficile terreno di montagna. Condividi l’articolo sui social!

4a Prova di canto per uccelli a Lograto

4a Prova di canto per uccelli a Lograto   In esposizione nel parco del Castello di Lograto tantissimi soggetti da canto per la 4a Prova organizzata dall’ AMOV e dalle sez. locale della Federcaccia. Abbiamo intervistato il presidente nazionale dell’ AMOV Massimo Zanardelli e il presidente della sez. FIDC di Lograto Vincenzo SAn Giovanni. In esposizione fin dalle prime luci […]