Federcaccia presenta emendamenti in Regione. Perplessità sulla Gestione faunistico venatoria del cinghiale.

CACCIAPENSIERI

La Federcaccia lombarda ha presentato una serie di emendamenti, tra questi anche quello per la semplificazione della nomina dei rappresentati delle associazioni negli ATC

La Federcaccia lombarda contesta duramente il Progetto di gestione del cinghiale.

All’attenzione del Consiglio Regionale ci saranno presto alcuni argomenti molto importanti.  Innanzitutto all’interno della legge di semplificazione è prevista la discussione di alcuni emendamenti alla 26/93.

federcacia_logoFedercaccia ha depositato alcuni emendamenti all’articolo 22 che qualora fossero accolti spianerebbero la strada all’invio del tesserino regionale al domicilio di ogni cacciatore. Inoltre abbiamo presentato emendamenti che da un lato semplificano la nomina dei rappresentanti delle associazioni venatorie nei comitati di gestione degli atc e dall’altro la nomina dei revisori nei comprensori alpini.Abbiamo poi presentato un emendamento che consenta l’addestramento cani qualora siano chiusi i piani di abbattimento ma il calendario venatorio ne preveda ancora l’uso.

Altro discorso è invece il Progetto di legge per la Gestione faunistico venatoria del cinghiale. Abbiamo già avuto modo di scrivere che non accettiamo di principio un aumento sproporzionato della quota di danni alle colture agricole da mettere a carico di Atc e Ca.Leggiamo però con grandissima sorpresa che nel progetto unificato licenziato dalla Commissione che dovrebbe andare in Consiglio Regionale con relatore Alessandro Sala che non solo il contributo dei danni viene alzato dal 10 al 40 % ma che la stessa percentuale viene anche prevista per il costo delle opere per la prevenzione dei danni.Sus scrofa, Cinghiale, piccoli, gruppo

In sostanza per la Commissione Atc e Ca dovrebbero pagare il 40% delle spese sostenute dagli agricoltori per prevenire i danni da fauna selvatica, quindi anche il cinghiale!

Crediamo che sia un abuso ai danni del mondo venatorio e ci muoveremo con determinazioni per emendare questo articolo della legge. Vorremmo poi capire perché all’articolo 3 di questa legge al comma 2 la Regione stabilisca, anche tramite apposita commissione, le densità di cinghiali da raggiungere nelle zone idonee senza confrontarsi con gli atc e i ca mentre al comma 3 “….le densità obbiettivo (nelle aree protette) sono definite di intesa con i relativi enti gestori”. 

cura di “FEDERCACCIA BRESCIA”

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Colombacci a gennaio

Colombacci a gennaio, un nuovo video di Caccia e Dintorni che mette in evidenza una delle tante tecniche di caccia di questo nobile volatile – da appostamento fisso. Nella pianura padana, con tre amici, tra gli stocchi del granoturco. La paziente cura per la sistemazione del gioco, i richiami vivi, gli stampi, gli stantufi, le girandole e il mimetismo, ma […]

ATC UNICO di BRESCIA : ultimato il “progetto lepre”

ATC UNICO: ultimato Progetto lepre  con le catture di Quinzano d’Oglio   Nell’ambito delle catture delle lepri l’ ATC Unico di Brescia ha dato il via al “progetto lepre” – sono stati catturati alcuni esemplari, come mostriamo nel video, e rilasciati dopo aver loro apllicato un radio-collare che monitorerà gli sponsamenti sul territorio ed eventuali morti. Un sistema praticamente come […]

Beccacce e letteratura

Beccacce e letteratura

Beccacce e letteratura un bel video dell’amico Cerisola. Una battuta di caccia alle beccacce originale. Grazie al nostro amico Alberto Cerisola che ha voluto condividere con noi questo simpatico video amatoriale che testimonia la passione per la caccia alla Regina del Bosco. Un documento in cui emerge il confronto con la natura e il rapporto con il proprio ausiliare. Una […]

Cesene del Maniva, sulle tracce della passione

Cesene del Maniva   Ecco un nuovo video di Caccia & Dintorni dedicato alle cesene. che mette in evidenza le difficoltà e la fatica della caccia da appostamento fisso in montagna. Con due giovani ragazzi siamo saliti in alta Val Trompia, come facevano una volta i nostri vecchi, con le portantine dei richiami caricate sulle spalle. Una lunga camminata al […]