La distribuzione dei tesserini affidata ai comuni è una provocazione.

CACCIAPENSIERI

La distribuzione dei tesserini affidata ai comuni è una provocazione

Cacciatori, non pagate in anticipo il porto d’armi !

Non piace ai cacciatori bresciani la di stribuzione dei tesserini venatori regionali affidata da Regione Lombardia alle Amministrazioni comunali, non ci piace non tanto perché le Amministrazioni non facciano il loro dovere e non impieghino tutte le risorse possibili.

Non ci piace perché Regione Lombardia ha dato disposizioni a nostro modo di  vedere provocatoriamente inutili, crediamo che si tratti di una provocazione perché la semplice esibizione del porto d’armi sarebbe più che sufficiente: i dipendenti delle Amministrazioni comunali infatti non hanno le competenze perché non è un loro compito averle per poter distinguere in modo sicuro se un porto d’armi è in corso di validità o no.

Non si tratta di questioni di “lana caprina” poiché pagare in anticipo la tassa di concessione per il porto d’armi può avere per i cacciatori conseguenze pesantissime se da un lato infatti sappiamo tutti molto bene che la validità del porto d’armi segue la data del rilascio, sappiamo altrettanto bene che pagare in anticipo della data del rilascio del porto d’ami può ingenerare contestazioni sulla validità del porto d’armi.

E’ vero che esistono sentenze degli organi giurisdizionali del Governo italiano che sanciscono il principio della continuità del pagamento di un documento, il porto d’armi, che viene usato tutti gli anni. Allo stesso tempo a fronte di una contestazione la dimostrazione della continuità può avvenire tramite l’esibizione dei versamenti pagati negli anni precedenti. Raccomandiamo quindi a tutti i cacciatori di non pagare in anticipo il porto d’ami per poter ritirare il tesserino ma di insistere presso gli uffici del proprio Comune per ritirarlo qualora per esempio scadesse il 20 settembre a stagione venatoria inoltrata. Il porto d’armi pagato dopo il 20 settembre 2016 è valido fino al 20 settembre 2017 e pagarlo in anticipo può comunque dire non averlo valido dopo il 20 settembre 2017. E’ per questo che crediamo che le scelte di metodo fatte da Regione Lombardia non siano a favore del mondo venatorio già vessato da tanti problemi.

Federcaccia Lombardia promuoverà un quesito all’ufficio legale di Regione Lombardia per capire quali sono le motivazioni per cui i tesserini venatori, pur a fronte di una modifica legislativa che ne consente la spedizione presso il domicilio dei cacciatori, non siano stati consegnati in questo modo. Senza nessuna presunzione di avere la verità in tasca, vogliamo vedere nero su bianco le motivazioni legali per cui la distribuzione è stata affidata ai comuni.

Anche perché, ci riesce difficile capire il motivo per cui alcuni consiglieri regionali, soprattutto i bresciani Alessandro Sala e Fabio Rolfi, si siano dati tanto da fare per modifica la legge.

 

a cura di “FEDERCACCIA BRESCIA”

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • Marco

    Di fronte alle continue prese per i fondelli, questa del ritiro del tesserino mi pare il male minore. Anzi, come cacciatore bresciano, non mi reca nessun disturbo. Ben altro turba i miei sogni d’apertura. Marco.

Lascia un commento

required

required

optional


Battuta ai cinghiali nel senese

Battuta ai cinghiali nel senese

Pubblicato il 5 febbraio 2016 Questo servizio di Caccia e Dintorni è stato realizzato in Toscana nella zona Colle di Val d’Elsa, una battuta di caccia a cui hanno partecipato le Giubbe Rosse e Garganella, due squadre di cinghiali note nei pressi di Siena. Giovanni Colombo è stato il nostro gancio. La battuta è cominciata ben prima dell’alba, radunati i […]

56° Esposizione Canina a Montichiari

Al Centro Fiera del Garda la 56ma esposizione canina internazionale., organizzata dal Gruppo cinofilo Bresciano la Leonessa con l’ENCI. Caccia & Dintorni ha dedicato un servizio speciale con interviste e video della rassegna delle razze canine da caccia e da compagnia in esposizione. Condividi l’articolo sui social!

Caccia alla Minilepre nel Lodigiano

Caccia alla Minilepre nel Lodigiano

La caccia alla minilepre è una pratica venatoria divertente e impegnativa che si sta diffondendo rapidamente. In questa puntata tre giovani cacciatori dell’Italcaccia guidano la battuta di caccia Luca, Andrea e Alfredo, accompagnati dai loro ausiliari da cerca Cocker e Springer Spaniel. Luca Cantuni ci racconta la sua esperienza di caccia, proveniente da una famiglia di cacciatori,  ha una vera […]

La Regina del Bosco 2018

La Regina del Bosco 2018   E’ calato il sipario sulla 13ma edizione della Regina del Bosco– Trofeo Valli bresciane, organizzato come sempre dal Club Valli Bresciane. Sul grandino più alto, grazie ad una bella prova, è salito Davide Gustinelli con il suo setter inglese Bruno. Due giornate di gara, domenica 18 e domenica 25 marzo, disclocata su 9 comuni […]