Columbus day: la migrazione post-nuziale del tordo.

Columbus Day il 12 è stato un buon giorno di passo , ma il 18 ottobre è stato speciale

Ottobre ottimo mese per il passo 

 

Columbus Day, 12 ottobre, scoperta dell’America: data storica negli annuali dell’Osservatorio Ornitologico FEIN di Arosio per un giorno classico nella migrazione post-nuziale del Tordo bottaccio, con temperature ancora gradevoli e un sole splendente su tutta la Penisola, come stanno a dimostrare le note meteo di questi giorni in una magica ottobrata che suggella lo stato di buona conservazione della specie.

Se tale è la situazione della “salute” di non poche specie, è opportuno ricordare a tutti i cacciatori, capannisti e non, di rispettare i limiti di carniere perché la caccia deve continuare nel rispetto delle normative europee per un controllato, coordinato e programmato prelievo ed, inoltre, si ricorda quel corretto comportamento ai fini di una caccia sostenibile (insomma sustainable hunting, chasse durable).

Con questo la caccia continuerà nella tutela delle tradizioni popolari con una forma moderna della figura del cacciatore, operatore ambientale e osservatore dei vari fenomeni naturali che godiamo ogni giorno. Ed in questo contesto i Tordi bottacci, dopo una flessione nello scorso weekend, hanno ripreso vigore raggiungendo un picco ragguardevole nella giornata di giovedì 12 ottobre e così hanno continuato nelle successive giornate, allietate da una temperatura gradevole oltre la norma e avvantaggiate da un’alta pressione duratura presente su tutta l’Europa centro meridionale che dovrebbe continuare ancora per alcuni giorni con un lungo fronte consolidato a garanzia di stabilità atmosferica e clima mite su tutta la penisola.

Per i Pettirossi si è notata una certa ripresa, mentre le Capinere mantengono un trend costante. Frosoni, Lucherini, Luì piccoli e Colombacci continuano a presentarsi in modo positivo.

Frosone

Nell’ultima settimana si segnala la comparsa delle prime Peppole e dei primi Tordi sasselli, come confermato dall’Osservatorio della FEIN dove le due specie sono state inanellate. In pianura sono comparse le specie campestri come Pispole, Spioncelli e Fanelli e si sono notati i primi interessanti movimenti di Allodole. Va, però, sottolineato che si stanno notando ancora le specie estatine, tanto che, sempre ad Arosio, sono stati inanellati esemplari di Beccafico, Codirosso comune, Cannaiola comune e Forapaglie macchiettato.

Insomma, le regole della migrazione in questo caldo ottobre sembrano quasi capovolte, ma, solo attraverso la raccolta assidua e costante delle osservazioni, si potranno spiegare in maniera sempre più attendibile i movimenti migratori di queste specie animali.

 

AnuuMigratoristi

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


I sasselli del Montenetto

I sasselli del Montenetto   Puntata di caccia al capanno fisso sul Montenetto in provincia di Brescia – due mattine di caccia aspettando sasselli e cesene. Un grazie a Francesco che ci ha ospitato e sopportato per due giorni.   C&D Condividi l’articolo sui social!

Caccia a Sasselli e Cesene sull’Appennino Pavese

Caccia e dintorni è a caccia di Cesene e Sasselli sull’Appennino Pavese con gli amici Oscar e Francesco. Da sempre è il momento culminante della stagione di caccia del capannista: il posizionamento dei richiami vivi, l’attesa della migratoria, l’arrivo di questi stormi di cesene caratterizzano questa tipologia di caccia, rendendola un momento molto emozionante. Caccia e Dintorni vi accompagna con […]

A tordi sulle colline Moreniche

A tordi sulle colline Moreniche   Una bella mattina di caccia in un capanno sulle colline Moreniche nell’Alto Mantovano. Con Ottorino, Simone e Giuliano. Una posta tenuta con cura, come fosse un giardino, in mezzo alle vigne e al di sopra di un laghetto di origine vulcanica. Ottorino è un grande appassionato, un tenditore ( forse l’unico) mantovano. Ottimi e […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]