Cacciapensieri: il commento alle novità lombarde.

CACCIAPENSIERI

Abbiamo  affrontato settimana scorsa la novità della mobilità alla migratoria su tutto il territorio regionale solo da appostamento temporaneo introdotta dalla legge di Semplificazione 2017 che ha cambiato alcuni articoli della legge regionale 26/93. La legge di semplificazione ha poi chiarito modificando un altro articolo della 26/93 che i tre rappresentanti delle associazioni venatorie in seno agli ATC saranno nominati in base al principio di rappresentatività delle associazioni “su base proporzionale degli iscritti”.

 

PROPORZIONALITA’ NEGLI ATC

regioneL’introduzione del principio di proporzionalità evita che la rappresentatività possa essere interpretata nel senso di poter assegnare tutta la rappresentanza alla sola associazione maggioritaria e correttamente applicato (come da sempre si fa nei comprensori alpini) consente di avere una rappresentanza che effettivamente rispecchi l’assemblea dell’ATC. Con un emendamento presentato su insistente richiesta di altra associazione venatoria, che ha cercato di stravolgere il senso della nota sentenza della Corte costituzionale n. 2 del 1969 e che non conosce l’orientamento del Consiglio di Stato cristallizzato da ben quattro sentenze del 2016, è stato introdotto il principio per cui nessuna associazione venatoria in ATC possa comunque avere più di due rappresentanti, nemmeno laddove sia l’unica associazione esistente!

Ciò comporterà che anche laddove già oggi o in futuro ci dovesse essere un’unica associazione si sarà comunque costretti a tenere frammentato il mondo dei cacciatori, a pena di non poter diversamente completare la composizione dell’ambito.

Strano principio democratico quello per cui chi non ha il consenso dei cacciatori debba comunque per forza avere un rappresentante.

 

 

ADDESTRAMENTO CANI

con-2Un’altra novità è rappresentata dalla possibilità di praticare l’addestramento cani anche durante la stagione venatoria, prima della modifica attività non consentita. Dovranno essere gli Utr a valutarne periodi e modi di attuazione, ma non dovrà essere praticata per più di 3 giorni a settimana, non si potrà andare oltre l’8 dicembre e l’uscita andrà segnata sul tesserino venatorio. La norma è stata inserita in legge per consentire, specialmente quando vengono chiusi i piani di abbattimento, agli appassionati di uscire con i propri cani. E’ esclusa la zona A di maggior tutela della zona Alpi.

 

a cura di “FEDERCACCIA BRESCIA”

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • stefano zoppi

    scusate io caccio prevalentemente la lepre ma se dopo l’8 dicembre non posso praticare l’addestramento non mi cambia assolutamente nulla ,dovrei lasciare chiuso ancora i cani penso sia una stupidissima legge che riguarda alcuni e non tutta bla categoria

Lascia un commento

required

required

optional


A tordi sulle colline Moreniche

A tordi sulle colline Moreniche   Una bella mattina di caccia in un capanno sulle colline Moreniche nell’Alto Mantovano. Con Ottorino, Simone e Giuliano. Una posta tenuta con cura, come fosse un giardino, in mezzo alle vigne e al di sopra di un laghetto di origine vulcanica. Ottorino è un grande appassionato, un tenditore ( forse l’unico) mantovano. Ottimi e […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]

Caccia alla lepre nel mantovano

Caccia alla lepre nel mantovano ATC 5  Un Ambito territoriale…. molto ambìto   Un bel video dedicato alla caccia della lepre girato nell’ATC 5 di Mantova, sulle colline Moreniche, con una squadra di amici e con i loro seguci. Una bella nattinata di caccia conclusa con nel modo migliore.  Tra i vigneti e frutteti, nel bosco e nel granoturco. Una […]

Caccia al capriolo alla Baraggia con il Franchi Horizon

Caccia al capriolo alla Baraggia con il Franchi Horizon Con noi Giulia Taboga e Andrea Cavaglià, i due giovani testimonials di Franchi   A far da cornice per questo video è l‘azienda agroturistico venatoria La Baraggia del nostro amico Antonio Orizio. Con Giulia Taboga e Andrea Cavaglià , testimonial di Franchi, abbiamo presentato la nuova carabina Horizon di Franchi nel […]