Beretta presenta I-Protect : la nuova pistola intelligente. A Milano parte la sperimentazione con i CC.

A Milano, Beretta ha presentato il progetto i-Protect: innovativo sistema di protezione individuale e consapevolezza situazionale condivisa, concepito per ridurre drasticamente i tempi di reazione e intervento delle centrali operative, aumentando i livelli di sicurezza sia per i cittadini che per le forze dell’ordine.

e-beretta-la-prima-pistola-intelligente_1_jpg_650

I-Protect, che nasce da una idea di Beretta sviluppata con il contributo di ricerca dell’Università di Brescia e finanziata dal ministero dello Sviluppo economico, è stato progettata insieme a Intellitronika, azienda specializzata nella progettazione di sistemi informatici e di comunicazione. I-Protect è costituito da tre componenti essenziali: la pistola Beretta “Px4 Storm-i” (notare l’aggiunta finale della “i”) calibro 9×19, da una fondina polimerica con level retention II dotata di attuatori magnetici e da uno uno smartphone dotato dell’applicativo “Odino 5” che integra la pistola nel sistema di comando e controllo.

La centrale operativa tra l’altro, grazie a un contatto magnetico nella fondina, è in grado di conoscere in tempo reale lo “status” dell’arma ossia, se è stata estratta e grazie ad accelerometro e giroscopio (miniaturizzati) integrati all’interno del fusto della Px4 Storm-i, se è stata armata e se ha sparato, attivando gli allarmi del caso. i-Protect_IMG_3575

Franco Gussalli Beretta ha sottolineato in conferenza stampa,  presente il gen. d. Pasquale La Vacca dell’Arma, come questo sistema sia il primo al mondo integrato in una pistola e come in una costruttiva ottica sinergica, sia stato reso disponibile in via sperimentale all’arma dei carabinieri, gratuitamente. Dal 1° luglio e fino al 31 agosto 2015, i carabinieri di quartiere del Comando provinciale di Milano, selezionati in funzione della particolare tipologia di servizio assolto, sperimenteranno sul territorio le potenzialità operative di I-Protect. (Claudio Bigatti)

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


I sasselli del Montenetto

I sasselli del Montenetto   Puntata di caccia al capanno fisso sul Montenetto in provincia di Brescia – due mattine di caccia aspettando sasselli e cesene. Un grazie a Francesco che ci ha ospitato e sopportato per due giorni.   C&D Condividi l’articolo sui social!

Caccia a Sasselli e Cesene sull’Appennino Pavese

Caccia e dintorni è a caccia di Cesene e Sasselli sull’Appennino Pavese con gli amici Oscar e Francesco. Da sempre è il momento culminante della stagione di caccia del capannista: il posizionamento dei richiami vivi, l’attesa della migratoria, l’arrivo di questi stormi di cesene caratterizzano questa tipologia di caccia, rendendola un momento molto emozionante. Caccia e Dintorni vi accompagna con […]

A tordi sulle colline Moreniche

A tordi sulle colline Moreniche   Una bella mattina di caccia in un capanno sulle colline Moreniche nell’Alto Mantovano. Con Ottorino, Simone e Giuliano. Una posta tenuta con cura, come fosse un giardino, in mezzo alle vigne e al di sopra di un laghetto di origine vulcanica. Ottorino è un grande appassionato, un tenditore ( forse l’unico) mantovano. Ottimi e […]

Caccia al tordo in Franciacorta con i piccoli calibri.

Caccia al tordo: una tradizione lombarda L’uso dei richiami vivi e la passione per la “posta”    Ecco un video che testimonia una delle tradizioni venatorie maggiormente radicate in Lombardia: la caccia da appostamento fisso. Una passione tramandata di padre in figlio che i due giovani protagonisti, Ivan e Bruno, coltivano ancora nonostante tutti i vincoli e paletti a cui […]