Anuu: calendario venatorio e ATC . Due nodi da risolvere.

tordo sassello - turdus iliacusNel comunicato inviatoci dall’Anuu Migratoristi si legge che stando ai dati che forniti dall’Ispra pare assodato che la chisura per tordo bottaccio e cesena sia al 31 Cesena-juvgennaio. Una data che vale anche per quelle Regioni che non dispongono di studi regionali specifici. Quello che Anuu auspica e che questo venga confermato il più presto possibile e comunque prima dell’inizio della nuova stagione venatoria. Non si tratta comunque di una “concessione” ma bensì di un diritto sancito e mai modificato dall’ articolo 18 –  Legge 157.  calendario-venatorio-2017_data-chiusura-al-tordo-bottaccio-e-cesena-1

 Non ci stanno facendo nessuno sconto e nessun regalo ma ci stanno solo confermado quello che già era sancito per “Legge” e che il Ministro Galletti con l’Ispra stava per imopugnare un altra volta.

 

 

Sempre l’Anuu Migratoristi comunica che è in atto una stretta ingiustificata sulla gestione degli ATC e dei Comprensori Alpini .atc-ca_enti-pubblici-non-economici  equiparati agli enti pubblici con oneri ben doiversi da lepre2quelli attuali.  Del resto bisogna amettere che in certi ATC ci sono bilanci milionari, che non possono essere gestiti in maniera superficiale.

Con le normative che entreranno in vigore i componenti dei nuovi Comitati di gestione si troveranno a doversi assumere enormi responsabilità erariali e anche penali su quello che è l’amministrazione dell’ ente.  Questo a causa delle applicazioni delle norme per la Pubblica Amministrazione.  Si comprende bene che la gestione degli ATC e dei Comprensori alpini si basa spesso sul volontariato e non su ruoli professionali ben definiti dalla legge come negli apparati dirigenziali delle Pubbliche Amministrazioni. Questo significa che potrebbero innescarsi serie difficoltà burocratiche nella gestione con ricadute pesanti nel caso di errori amministrativi.

atc-ca_enti-pubblici-non-economici

 

Caccia & Dintorni

 

 

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • Angelo Fortunato

    Le nuove regole di gestione degli Atc e Ca, se da una parte vanno verso una amministrazione professionale dei bilanci, quindi necessitano di professionisti, dall’altra escludono o riducono il volontariato che da sempre è stato il motore del nostro mondo. Si rischia, secondo me, di affidare la gestione, si a professionisti amministrativi, ma che però non sanno nulla o quasi di caccia, gestione faunistica, ecc. Per concludere: i soldi sono dei cacciatori, pertanto….

Lascia un commento

required

required

optional


Colombacci a gennaio

Colombacci a gennaio, un nuovo video di Caccia e Dintorni che mette in evidenza una delle tante tecniche di caccia di questo nobile volatile – da appostamento fisso. Nella pianura padana, con tre amici, tra gli stocchi del granoturco. La paziente cura per la sistemazione del gioco, i richiami vivi, gli stampi, gli stantufi, le girandole e il mimetismo, ma […]

ATC UNICO di BRESCIA : ultimato il “progetto lepre”

ATC UNICO: ultimato Progetto lepre  con le catture di Quinzano d’Oglio   Nell’ambito delle catture delle lepri l’ ATC Unico di Brescia ha dato il via al “progetto lepre” – sono stati catturati alcuni esemplari, come mostriamo nel video, e rilasciati dopo aver loro apllicato un radio-collare che monitorerà gli sponsamenti sul territorio ed eventuali morti. Un sistema praticamente come […]

Beccacce e letteratura

Beccacce e letteratura

Beccacce e letteratura un bel video dell’amico Cerisola. Una battuta di caccia alle beccacce originale. Grazie al nostro amico Alberto Cerisola che ha voluto condividere con noi questo simpatico video amatoriale che testimonia la passione per la caccia alla Regina del Bosco. Un documento in cui emerge il confronto con la natura e il rapporto con il proprio ausiliare. Una […]

Cesene del Maniva, sulle tracce della passione

Cesene del Maniva   Ecco un nuovo video di Caccia & Dintorni dedicato alle cesene. che mette in evidenza le difficoltà e la fatica della caccia da appostamento fisso in montagna. Con due giovani ragazzi siamo saliti in alta Val Trompia, come facevano una volta i nostri vecchi, con le portantine dei richiami caricate sulle spalle. Una lunga camminata al […]