Tra tsunami politico e tutela della caccia

Cacciapensieri  : il dopo elezioni

Tsnuami politico e ….. caccia

Fabio Rolfi (Lega)

Che dire…uno tsunami che ha radicalmente cambiato la politica italiana e che ha visto un terzo dei votanti scegliere il movimento 5 stelle e più di un terzo il centrodestra a predominanza Lega. E se, dal nostro punto di vista di cacciatori, le idee dei 5 stelle rispetto al tema caccia ci preoccupano, l’altro 37% del centrodestra a trazione Lega ci dovrebbe tranquillizzare, anche alla luce delle dichiarazioni del leader leghista alla fiera di Vicenza all’incontro con i nostri vertici.

Sono stati eletti a deputati e senatori nei collegi bresciani Maria Stella Gelmini, Stefano Borghesi e Marina Berlinghieri, che hanno sottoscritto il nostro manifesto per il paesaggio, l’ambiente e la ruralità, con evidenziato il ruolo dei cacciatori.

Rimane da capire che accadrà nella formazione del Governo, e cioè chi verrà incaricato di formarlo e su che programmi rispetto ai temi del nostro manifesto.

E se il Governo nazionale rimane per ora incognito molto più chiaro è il risultato regionale che vede un netto successo del Presidente Fontana con una maggioranza ampia di 48 consiglieri su 80. Dei dieci consiglieri eletti bresciani ne troviamo quattro che conosciamo bene; di tre avevamo anche espresso indicazione di voto, Fabio Rolfi e Floriano Massardi nostri associati, e Gianni Girelli. Ad essi si aggiunge Viviana Beccalossi che abbiamo già avuto come Assessore Regionale alla caccia negli scorsi anni, sicuramente più incisiva degli Assessori del recente passato. Tutto bene?  Sicuramente no.

Ci dispiace enormemente, e ci sentiamo orfani, della mancata elezione, per posizione in lista, dell’amico On. Guido Galperti, che in tutti questi anni ha dimostrato nei vari ruoli amministrativi la concreta e leale attenzione al nostro mondo. Cosi come ci dispiace, e ci ha sorpreso, la non elezione di Alessandro Sala, un federcacciatore che ci è stato sempre vicino e che è stato relatore di molti provvedimenti di modifiche legislative regionali.

 

A cura di Federcaccia Brescia

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • Ferdinando Ratti

    I cacciatori che hanno la memoria degli elefanti, in cabina elettorale, hanno fatto pagare ai non eletti le promesse NON MANTENUTE!!!

Lascia un commento

required

required

optional


Beretta – fra tradizione e innovazione

Beretta – fra tradizione e innovazione Beretta – un mondo da scoprire ……. Beretta fra tradizione e innovazione – un video dedicato alle eccellenze del mondo Beretta. In Beretta 2 abbiamo visto e descritto i nuovi fucili di alta gamma, doppiette e sovrapposti. Poi l’atelier degli incisori, dove la capacità e la professionalità sono alla base di tutto. Infine il […]

Il Casottone dei Nani

Il Casottone dei Nani Azienda agrituristico venatoria “Il Casottone dei Nani” – A Lodi questa bella realtà di caccia che abbiamo avuto modo di visitare e “provare” attraverso una cacciata a fagiani. Un ambiente ben strutturato dove si è creato l’habitat adatto per la selvaggina da penna. Si pratica la caccia alla francese per squadre di cacciatori o anche singoli. […]

Sasselli e cesene nella tormenta

Sasselli e cesene sull’Appennino ligure Sasselli e cesene nella tormenta . Su a 1600 mt , sull’appennino ligure con Manuel e Simone in una fredda mattina di novembre, dove vento e neve ghiacciata hanno fatto da cornice alla nostra bella mattina di caccia. Con una batteria di 40 richiami vivi che cantavano abbiamo atteso l’arrivo di sasselli e cesene. Un […]

Le allodole di Ferruccio

Le allodole di Ferruccio– Un video dedicato alla passione per la caccia alle allodole in Lombardia. ferruccio e Giuseppe ci hanno ospitato nel loro appostamento nella bergamasca. Una notevole batteria di richiami posizionati in modo da attirare questo migratore a terra. Una tipologia di caccia diversa da come siamo abituati a vedere, dove la tendenza è appunto quella di colpire […]