Prelievo allo storno in questa forma : difficile e complicato dice il CPA

Prelievo allo storno in questa forma : difficile e complicato dice il CPA 

Fortunato Busana, presidente del CPA lombardo, esprime dubbi e perplessità sulla “deroga” della Regione sul prelievo dello storno nelle modalità stabilite. Ai 600 “fortunati” cacciatori che faranno domanda agli uffici UTR zonali toccheranno 13, 33 storni a testa . Nel comunicato si chiede poi di perdere tempo sulla riapertura dei roccoli.

 

PRELIEVO STORNO  – COMUNICATO STAMPA CPA LOMBARDIA

Fortunato Busana – CPA Lombardia

Il prelievo allo storno “ agricolo” così com’è congegnato da Regione Lombardia con il beneplacito di ISPRA è di difficile e complicata applicazione, si sarebbe dovuto emulare la Regione Emilia Romagna, come peraltro chiesto dalle Associazioni Venatorie al Tavolo a Milano nella penultima riunione.
Anche per Deroghe e Roccoli , ove la Delibera è stata sottoposta al parere del Premier e di ben due Ministri ( Ambente/ Costa e Agricoltura/ Centinaio), temo che si vada per le lunghe”. Dichiara Fortunato Busana Presidente Regionale CPA Lombardia.
“Ho detto più volte che è solo una questione di avere la volontà politica di portarle a casa entrambe, sia le Deroghe ma soprattutto i Roccoli, altri percorsi, secondo me, sono utili solo per cautelarsi e chiamarsi fuori”.
Lo sfogo del presidente regionale di Caccia Pesca Ambiente è  mosso dalla passione, ma di fatto si fa portavoce di tantissimi cacciatori da appostamento fisso, che praticano la caccia tradizionale e che non vorrebbero vedere svanire un altra volta le possibilità di cacciare peppola e fringuello e di disporre dei richiami di cattura.    ” Diciamola tutta – prosegue Busana – la Delibera di Giunta inviata a Roma è quella originaria e non contiene tutte le migliorie chieste dalle Associazioni, a questo punto sono dell’opinione che se tutto rimane fermo, è auspicabile che vengano ripresentati in tempo utile i due PdL che l’anno scorso vennero affossati dalle pregiudiziali e dal voto segreto, con l’ausilio di qualche franco tiratore. Nel caso della riproposizione dei PdL, verificheremo se si è trattato di un incidente percorso o altro, alla fine non tutti i mali vengono per nuocere” – ha poi  concluso Busana.

Ufficio Stampa CPA Lombardia

 

Condividi l'articolo sui social!
error

1 Commento

  • Ferdinando Ratti

    Busana;Ammesso che la delibera XI/1793 del 21.06-2019.per me è una solenne presa per i fondelli ai cacciatori; ma credo che il numero di capi da abbattere richiesti all’Ispra, siano suggerimenti fatti alla Regione Lombardia,dai soliti noti???
    Cordialità

Lascia un commento

required

required

optional


Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli

SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli   SORSOLI’S i setter – Parliamo di cuccioli con Pierluigi Sorsoli – una nuova puntata dedicata alla cinofilia nella quale con un grande allevatore, Pierluigi Sorsoli, affisso ENCI, viene affrontato il discorso del cucciolo. Come crescerlo, come nutrirlo, come addestralo e come sceglierlo. Naturalmente si parla delle profilassi da seguire durante i primi […]

LPA SIGHTS mirini e tacche di mira

LPA SIGHTS mirini e tacche di mira   LPA SIGHTS mirini e tacche di mira per ogni tipo di arma, corta e lunga. Un azienda conosciuta in tutto il mondo che da 42 ANNI progetta e produce mirini ed accessori per ogni tipo di pistole e fucili. I materiali e la precisione maniacale nei nostri prodotti, consentono di avere una […]

Il BRETON: la mia passione – Gianfranco Lanzi

Il BRETON: la mia passione – Gianfranco Lanzi

Torniamo a parlare di cinofilia e di allevamenti di cane da caccia. In questa puntata Gianfranco Lanzi dell’Allevamento dei Fiorindo ci illustra la sua attività con la razza Breton. La passione familiare per la caccia gli permette da sempre di conoscere e possedere diversi cani. Negli anni 70, durante alcuni viaggi in Francia per lavoro, Gianfranco Lanzi si appassiona alla razza […]