Le magie delle calciature Thumbhole Sabatti

Alessandro Magno Giangio di Cacciatoriveri.tv prova la Calciatura Thumbhole Sabatti con due carabine Bolt Action di Sabatti nei due modelli: Rover 870 Scout cal. 308 Winchester Mag. e Rover 600 in cal. 223 Remington.

Questa calciatura in sintetico nero è costruita con uno speciale polimero semi-rigido, percorso da una zigrinatura che permette un maggiore adesione sull’astina, Sul fondo troviamo un calciolo in gomma ammortizzante, un comodo poggiaguancia e un montecarlo con un dorso molto pronunciato.

La calciatura Thumbhole dall’inglese “foro (hole) per il pollice (thumb)” permette una migliore presa della mano che impugna la pistola e un abbassamento del viso del tiratore per una migliore postura sull’arma. Questo consente il miglioramento della prestazione dell’arma per precisione e costanza nel tiro a lunga distanza, ma anche per una comoda imbracciatura a breve distanza.

Le due carabine di calibro completamente differenti permettono di portare all’estremo il test del calcio, anche la diversità nella lunghezza della canna (51 cm per il primo e il 56 cm per il secondo) permette una verifica per il tiro a lunga e cortissima distanza, ma anche un riferimento per la media distanza.

Il Rover 870 Scout è stato creato per tre tipi di impieghi venatori: il recupero dei capi feriti, la caccia in battuta e la caccia di selezione alla cerca o all’aspetto a corta o medio-lunga distanza.

La canna della Rover 600 è di 56 cm si rivela perfetta per sfruttare il calibro 223 Rem., inoltre essendo un’arma piuttosto corta (1,02 mt) e decisamente leggera (2,900 kg) è pratica e maneggevole sul campo

Nella prova sono state utilizzate cartucce commerciali Federal Premium V-Shock Ballistic Tip da 55 grani che possiedono una velocità di bocca di 1.063 mt/sec., un colpo davvero performante.

Nel test si è verificata in modo particolare la reazione al colpo veloce che può permettere questo tipo di calciatura.

Con la prima arma Rover 870 Scout si è scelto un campo di verifica per tiri che vanno dai 10 ai 170 mt, cercando prede quali caprioli, daini e cinghiali. Il primo capo abbattuto è un cinghiale, preso con un tiro a mano libera da 74 mt in un’azione molto veloce. Si è poi provato un campo lunghissimo per tiri mirati e di precisione che vanno dai 360 ai 500 mt. Alessandro Magno Giangio ha abbattuto il suo capo a 486 mt.

Con il Rover 600 in cal. 223 Rem. il tester ha provato un altro tipo di preda: il muflone. Questo animale non è facile da avvicinare per la sua buona vista e la sua grande mobilità. Il tiro è costato 20 minuti di attesa ad Alessandro Magno, ma poiché la calciatura aveva un’ottima presa, grazie al modello Thumbhole, il colpo è andato a buon fine.

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani   Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani – Nel lodigiano, in questa bella riserva Agrituristico venatoria una mattina dedicata alla sgambatura degli ausiliari in zona “C” – Con due amici e con i loro tre kurzhaar, che si sono alternati sui terreni, abbiamo visto delle ottime ferme sulle quaglie con consenso, e […]

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale   Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale,  ecco il video della prova a coppie e singolo disputata nel recinto di Iseo – valevole anche per le qualificazioni alla Coppa Italia. La prova su cinghiale è sempre molto particolare poiché mette a dura prova i cani da […]

LA REGINA DEL BOSCO 2019

LA REGINA DEL BOSCO 2019   LA REGINA DEL BOSCO 2019 – in questo video le fasi salienti della 14ma edizione del Trofeo “La Regina del Bosco” registrate durante le batterie di Lumezzane. Gli ausiliari, i conduttori, la cerca, i commenti e le relazioni dei giudici e il barrage finale con intervista al vincitore Gianbattista Facchetti con il setter IRAK […]

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .   Alla Baraggia : Prova pratica su beccaccino con cane da ferma senza sparo. Doveva essere una prova nazionale Enci ma causa la siccità è stata una prova pratica ridimensionata . Per noi l’occasione anche di seguire Pietro Fiocchi in una battuta a quaglie in zona C con l’anziano padre e il […]