KEY CONCEPTS : LEGGE NAZIONALE SU PROTEZIONE FAUNA PREVEDE RAPPORTO TRA MINISTERI E REGIONI

KEY CONCEPTS

Si torna a parlare di Key Concepts e lo si fa dopo la minaccia della Senatrice del M5S – Patty L’Abbate- sui dati ” di parte” da inviare a Bruxelles. Una dichiarazione fuori luogo, frutto di una approssimativa conoscenza della materia, poiché è proprio la Legge 157 a sancire e legittimare il rapporo che vi deve essere tra regioni e Ministero dell’Agricoltura. Il discorso sulla fauna selvatica non è esclusiva di nessuno .

C&D

Di seguito il comunicato della consigliera regionale lombarda  Barbara Mazzali.

 

Barbara Mazzali – Consigliera regionale lombarda FdI

KEY CONCEPTS, MAZZALI (FDI): LEGGE NAZIONALE SU PROTEZIONE FAUNA PREVEDE RAPPORTO TRA MINISTERI E REGIONI, BENE QUINDI OPERATO DELLE POLITICHE AGRICOLE

“In merito alle recenti dichiarazioni della senatrice del Movimento 5 Stelle, Patty L’Abbate, che a proposito dei dati sulla fauna selvatica da mandare periodicamente in Europa parla di “stravolgimento di un lineare percorso tecnico scientifico” e ammonisce “che nessuno pensi di mandare all’UE dati di parte di interesse venatorio etc” è opportuno specificare che ci sono norme precise.
Evidentemente la senatrice pentastellata non ne è a conoscenza, ma quanto avvenuto rappresenta, al contrario, il ripristino di legittimità di un procedimento dettato dalla legge nazionale n. 157/1992 sulla protezione della fauna. Queste norme prevedono un intenso rapporto tra Regioni e Ministero dell’Agricoltura, a cui devono inviare annualmente una relazione sulle misure messe in campo per l’individuazione delle zone di protezione lungo le rotte di migrazione degli uccelli. E sono sempre le Regioni che adottano le misure di conservazione anche per gli habitat esterni alle ZPS.

Inoltre le Regioni devono collaborare con il Ministro per il coordinamento delle politiche comunitarie, il quale, dopo aver concertato con il Ministro delle politiche agricole e con il Ministro dell’Ambiente, sentito anche ISPRA, è il soggetto deputato a verificare la conformità delle leggi interne alle direttive europee sulla fauna selvatica. Quindi quando si parla di tutela della fauna selvatica non esiste l’esclusività o una posizione di preminenza da parte del Ministro dell’Ambiente o di ISPRA. Vero è invece che i vari organi istituzionali lavorano insieme.
Piuttosto possiamo dire che i dati forniti da ISPRA sono stati lacunosi, privi di obiettività scientifica e viziati da facili pregiudizi. Ben venga quindi lo scatto di dignità del Ministro delle Politiche agricole e di quello preposto alle Politiche comunitarie, i cui spazi di competenza sono stati nel passato incomprensibilmente compressi”
Lo dichiara  Barbara Mazzali,  consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia.

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani   Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani – Nel lodigiano, in questa bella riserva Agrituristico venatoria una mattina dedicata alla sgambatura degli ausiliari in zona “C” – Con due amici e con i loro tre kurzhaar, che si sono alternati sui terreni, abbiamo visto delle ottime ferme sulle quaglie con consenso, e […]

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale   Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale,  ecco il video della prova a coppie e singolo disputata nel recinto di Iseo – valevole anche per le qualificazioni alla Coppa Italia. La prova su cinghiale è sempre molto particolare poiché mette a dura prova i cani da […]

LA REGINA DEL BOSCO 2019

LA REGINA DEL BOSCO 2019   LA REGINA DEL BOSCO 2019 – in questo video le fasi salienti della 14ma edizione del Trofeo “La Regina del Bosco” registrate durante le batterie di Lumezzane. Gli ausiliari, i conduttori, la cerca, i commenti e le relazioni dei giudici e il barrage finale con intervista al vincitore Gianbattista Facchetti con il setter IRAK […]

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .   Alla Baraggia : Prova pratica su beccaccino con cane da ferma senza sparo. Doveva essere una prova nazionale Enci ma causa la siccità è stata una prova pratica ridimensionata . Per noi l’occasione anche di seguire Pietro Fiocchi in una battuta a quaglie in zona C con l’anziano padre e il […]