La glorificazione del capriolo in cucina

La glorificazione del capriolo in cucina

Andrea Dario Manzi Fè:    dalla passione venatoria a quella per la buona cucina 

 

Andrea Dario Manzi Fè

Andrea Dario Manzi Fè classe ’55, milanese di origine, inizia a cacciare all’età di diciassette anni quando, si trasferisce a Siena, per una patologia del papà.

Il suo mondo era la caccia, con momenti di cesura che finiscono nel ’75, quando si trasferisce, definitivamente nella provincia toscana,

Parallelamente allars venatoria, Andrea coltiva quella per la cucina e nel 2000 nutre la necessità di documentare le sue passioni e unisce un’altra arma:la penna.

Dapprima, con i racconti di battute di caccia poi con quelli di cucina, abbinando un aneddoto ad ogni ricetta.

Amando in particolar modo la caccia al capriolo e quella alla beccaccia, le prime opere di gastronomia sono questi animali: La glorificazione della beccaccia in cucina e La glorificazione del capriolo in cucina.

Particolare richiamo d’interesse, ce l’ha per Woodcockdown dove entra in gioco un’altra arma:il pennello di Federico Cesaris che ne ha illustrato la copertina.

In totale nove libri di ricette di gastronomia della selvaggina e tre di racconti di caccia, la sua filosofia è dal bosco al piatto; gli ingredienti di base:etica, estetica e sapori.

Etica sta per rispettare le normative vigenti, in materia di ars venatoria, estetica andare a caccia con abbigliamento adeguato senza ostentare, senza estremizzare, magari con felpe mimetiche che rimandano ad un ambiente tropicale, quando lui si muove nella macchia mediterranea.

L’obiettivo è che l’alterità, chi sta dall’altra parte e non accetta la caccia, possa, attraverso il suo messaggio, un giorno accoglierla come qualcosa di ordinario.

Sapori? Se la pietanza si accetta, si possono trascinare gli antifautori dell’argomento, in un mondo biologico che non fa soffrire l’animale, situazione ricorrente negli allevamenti.

 

Testo Laura Tenuta

Foto Laura Tenuta Andrea Dario Manzi Fè

Condividi l'articolo sui social!

Lascia un commento

required

required

optional


I fagiani del Mortone

I fagiani del Mortone A Zelo Buon Persico – Cà Villa Pompeiana ha sede una delle più belle riserve di caccia del Nord Italia. gestita da Ovidio Brambilla. L’attività dell’AFV Mortone ha, quindi, da sempre assicurato la cura e il miglioramento del territorio e dell’ambiente necessario per garantire la salvaguardia della biodiversità e la presenza di specie vegetali e animali, […]

Roccoli della Valsabbia – per non dimenticare

Roccoli della Valsabbia Proprio in questi giorni La Regione Lombardia ha voluto approvare una mozione sulla valorizzazione e sulla salvaguardia dei roccoli.   Roccoli della Valsabbia, quando fino a pochi anni fa l’uccellagione era consentita. Quando le catture dei richiami vivi costituivano un serio serbatoio di approvvigionamento per tutti i capannisti attraverso la distribuzione dei presicci. I roccoli ora sono […]

Cesene del Maniva, sulle tracce della passione

Cesene del Maniva   Ecco un nuovo video di Caccia & Dintorni dedicato alle cesene. che mette in evidenza le difficoltà e la fatica della caccia da appostamento fisso in montagna. Con due giovani ragazzi siamo saliti in alta Val Trompia, come facevano una volta i nostri vecchi, con le portantine dei richiami caricate sulle spalle. Una lunga camminata al […]

Passione lepre & segugi

Passione lepre & segugi Passione lepre & segugi – un bel video prodotto da R&B Media che mostra le difficoltà, ma anche la passione per questo tipo di caccia in pianura. Una bravissima muta di segugi, 4 maschi e 3 femmine, 3 cacciatori, ci hanno accompagnato documentando tute le fasi della cacciata. Dalla sciolta dei cani, alla seguita e allo […]