FEIN : QUARANT’ANNI DI INANELLAMENTI

FEIN – Osservatorio Ornitologico

QUARANT’ANNI DI INANELLAMENTI

FEIN

FEIN – Non sembrano tanti, ma non sono pochi gli anni che sono trascorsi allorquando la Giunta Regionale della Lombardia il 18 luglio 1978 n. 17456 approvava le modalità per il funzionamento degli Osservatori Ornitologici e dei punti di inanellamento lombardi, voluta con forte lungimiranza dall’allora Assessore Ernesto Vercesi e pazientemente preparata dagli Uffici competenti secondo le direttive formulate dall’Istituto nazionale di biologia della selvaggina (ora ISPRA) che aveva considerato positivamente la delibera del 3.11.1977, approvata dal Commissario del Governo del 24 novembre successivo (anche questo rappresenta la storia regionale in cui ogni atto doveva passare dal rappresentante governativo prima di essere attuato!).

La Lombardia è stata la Regione che, dapprima, si è resa consapevole dell’importanza degli studi a sostegno del prelievo venatorio e con la sua attività scientifica in diretto rapporto con l’ambiente e con le varie specie ornitiche per una stretta conoscenza della loro biologia. A leggere quella delibera con la puntuale attività svolta negli impianti espressamente autorizzati e validati idonei, alcuni dei quali ancora in attività a quarant’anni da quella data del luglio 1978, si può comprendere come la Regione Lombardia abbia sempre avuto a cuore gli studi in materia anche attraverso i suoi annuali report, curati in modo efficiente e puntuale dall’allora ufficio regionale fino al volume n. XXX-2006 con una sintesi che ha fatto di questo documento un prezioso supporto per ogni attenta ricerca.

inanellamento

Valga per tutti, ricordando osservatori e punti di inanellamento puntualmente indicati nella delibera del 1977 e pubblicati integralmente nel Foglio degli Annunzi legali della provincia di Como del 23 marzo 1978 (e così anche per le altre province interessate), l’attività dell’Osservatorio Ornitologico della FEIN che in data 04/11/2017 ha inanellato il 210.000° uccello (Tordo sassello) superando alla fine dello scorso anno 2017 gli oltre 214.000 esemplari con una storia dettagliatamente annotata nel suo archivio storico, tralasciando quello ancora più lontano e ricco di avvenimenti dal 1859.

Questo era quello che la Regione Lombardia ha sempre dato e che ci auguriamo possa nuovamente riproporre, aprendo una nuova storia della sua particolare attenzione anche nei confronti della gente e delle sue tradizioni, consentendo inoltre un’interessante raccolta di tesi universitarie, fonte di studio e di ricerca sempre attuali.

Maggio 2018 FEIN Stampa

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • Ferdinando Ratti

    Di oltre 20/25 tra roccoli e brescianelle, presenti nel passato, nella zona della brianza Comasca e Lecchese, quello dell’avvocato Bana è l’unico ancora funzionante.

Lascia un commento

required

required

optional


Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani

Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani   Kurzhaar e quaglie al Casottone dei Nani – Nel lodigiano, in questa bella riserva Agrituristico venatoria una mattina dedicata alla sgambatura degli ausiliari in zona “C” – Con due amici e con i loro tre kurzhaar, che si sono alternati sui terreni, abbiamo visto delle ottime ferme sulle quaglie con consenso, e […]

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia

Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale   Prova su cinghiale 15° Campionato Provinciale FIDC Brescia su Cinghiale,  ecco il video della prova a coppie e singolo disputata nel recinto di Iseo – valevole anche per le qualificazioni alla Coppa Italia. La prova su cinghiale è sempre molto particolare poiché mette a dura prova i cani da […]

LA REGINA DEL BOSCO 2019

LA REGINA DEL BOSCO 2019   LA REGINA DEL BOSCO 2019 – in questo video le fasi salienti della 14ma edizione del Trofeo “La Regina del Bosco” registrate durante le batterie di Lumezzane. Gli ausiliari, i conduttori, la cerca, i commenti e le relazioni dei giudici e il barrage finale con intervista al vincitore Gianbattista Facchetti con il setter IRAK […]

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .

Alla Baraggia : prova pratica su beccaccino .   Alla Baraggia : Prova pratica su beccaccino con cane da ferma senza sparo. Doveva essere una prova nazionale Enci ma causa la siccità è stata una prova pratica ridimensionata . Per noi l’occasione anche di seguire Pietro Fiocchi in una battuta a quaglie in zona C con l’anziano padre e il […]