Elezioni Europee 2019: Fiocchi sul podio

Elezioni Europee 2019 : 6 seggi a Fratelli d’Italia, 2 dei quali proprio nella circoscrizione Nord Ovest- 

Lo slogan della sua campagna è stato “Un cacciatore in Europa”  ed ora questo cacciatore, che si chiama Pietro Fiocchi, in Europa ci andrà per davvero.

Con poco circa 9500 preferenze Fiocchi è giunto terzo nella circoscrizione Nord-Ovest, dietro Giorgia Meloni e Carlo Fidanza e prima di Stefano Maullu e della Santanchè.  Ci andrà perché (lo si legge sul sito del Ministero n.d.r.) a Fratelli d’Italia nella ripartizione dei seggi ne spettano 6 , di cui 2 proprio nella circoscrizione Nord Ovest.  Sapendo già che Giorgià Meloni non andrà a Parlamento Europeo l’accoppiata di Fratelli d’Italia a Bruxelles potrebbe essere Fidanza-Fiocchi, e se anche Carlo Fidanza dovesse rinunciare per rimanere a Roma nel suo ruolo di parlamentare si aprirebbe la porta alla riconferma di Stefano Maullu. In Fratelli d’Italia la grande sconfitta è la Santanchè il cui risultato non si   è rivelato quel collettore di voti che ci si attendeva.

Per Pietro Fiocchi, candidato indipendente e fuori da ogni gioco di potere politico, si tratta di un risultato eccellente.

Elezioni Europee: attendendo Berlato e Comi

Detto questo va segnalato un altro ottimo risultato, sempre tra le fila di Fratelli d’Italia, che è quello di Sergio Berlato, dove in Veneto- circoscrizione Nord Est,  ha portato a casa quasi 19500 voti ma che dovrà attendere l’esito della Brexit per fare ritorno a Bruxelles.    In stand-by anche Lara Comi il cui destino molto dipende dai conteggi ufficiali e dalla scelta del Cavaliere. Se Silvio Berlusconi optasse per un’altra circoscrizione, lascerebbe il suo posto al Nord-Ovest e in caso di un solo eurodeputato, sarebbe eletto Salini, ex presidente della provincia di Cremona.

Poi ovviamente ci sono gli eletti  della Lega, come il bresciano Lancini e la mantovana  Cappellari, che avevano avuto incontri con alcune associazioni venatorie ma che di fatto non hanno mai avuto competenze specifiche sul tema se non l’apprezzamento dello spiedo.

 

Elezioni Europee: a Fiocchi è mancato il sostegno completo delle associazioni venatorie. 

Diciamola tutta.  Analizzando il voto del cacciatore Pietro Fiocchi, un pensierino è doveroso farlo. Circa 9400 preferenze possono essere tante, ma sono invece poche  quelle raccolte in terra bresciana  solo 2400 nel bresciano, troppo poche .

Al di la del fatto che in tanti non hanno capito bene come si votava e che il voto disgiunto non era consentito (un centinaio di voti o forse più Fiocchi li ha persi in questo modo), è mancato il sostegno dei cacciatori, anche di quelli che a parole si erano spesi bene ma che poi nei fatti hanno preferito non ufficializzare la propria posizione per non far torto a nessuno. Un bacino che poteva portare come minimo un migliaio di voti in più.  La delusione arriva dalla Val Trompia dove i voti raccolti dal candidato Fiocchi  sono stati appena circa 300  e dove ci si attendeva un segnale decisamente più forte, anche in virtù della presenza di quel famoso comparto armiero che avrebbe avuto tutto l’interesse di spingere e di far convergere la scelta su di un nome così importante e  competente, ma evidentemente anche la categoria degli armieri ha preferito non esporsi. Con maggiore compattezza, ma soprattutto con una scelta di campo coraggiosa. il cacciatore Fiocchi avrebbe potuto arrivare davanti a Fidanza dando prova che la caccia, il voto dei cacciatori è ancora una risorsa importante per la politica.

Ora sappiamo bene però che tutti saranno pronti a salire sul carro del vincitore … . Si sa, va sempre così.

 

Caccia & Dintorni

 

Condividi l'articolo sui social!

1 Commento

  • Ferdinando Ratti

    Se i valtrumpini e i bresciani in genere; non hanno votato Fiocchi,vi dice niente?

Lascia un commento

required

required

optional


LPA SIGHTS mirini e tacche di mira

LPA SIGHTS mirini e tacche di mira   LPA SIGHTS mirini e tacche di mira per ogni tipo di arma, corta e lunga. Un azienda conosciuta in tutto il mondo che da 42 ANNI progetta e produce mirini ed accessori per ogni tipo di pistole e fucili. I materiali e la precisione maniacale nei nostri prodotti, consentono di avere una […]

Il BRETON: la mia passione – Gianfranco Lanzi

Il BRETON: la mia passione – Gianfranco Lanzi

Torniamo a parlare di cinofilia e di allevamenti di cane da caccia. In questa puntata Gianfranco Lanzi dell’Allevamento dei Fiorindo ci illustra la sua attività con la razza Breton. La passione familiare per la caccia gli permette da sempre di conoscere e possedere diversi cani. Negli anni 70, durante alcuni viaggi in Francia per lavoro, Gianfranco Lanzi si appassiona alla razza […]

ARTEM – la bottega dell’armaiolo

ARTEM – la bottega dell’armaiolo   ARTEM – la bottega dell’armaiolo – qualcuno si aspetterà di vedere una delle tante fabbriche d’armi della Val Trompia, la culla del settore armiero, dove hanno sede gli storici nomi di questo grande comparto famoso nel mondo. Invece siamo a Botticino Mattina, nella piccola azienda artigiana di Renzo Temponi, ARTEM; una piccola officina bottega […]

18ma Sagra della caccia di Bereguardo

18ma Sagra della caccia di Bereguardo   18ma Sagra della caccia di Bereguardo – Nella splendida cornice del castello Vsconteo si è svolta domenica 19 la 18ma edizione di questa sagra. Una vera festa aperta ai cacciatori, alle loro famiglie e ai tanti che hanno voluto trascorrere qualche ora visitando i vari stands. Una bella esposizione canina ha fatto da […]