No dell’Ispra alle catture nei roccoli – tordo sassello a rischio

Lombardia

No dell’Ispra alle catture nei roccoli

Lombardia- Dopo il “no” al prelievo in deroga è arrivato anche quello che riguarda le catture dei richiami vivi.  Con un documento ufficiale inviato alla Direzione Generale dell’Agricoltura l’Istituto Superiore per la protezione e ricerca ambientale  ribadisce che le modifiche introdotte nel 2104  della legge europea e all’art. 21 della Legge 157  vietano di fatto in Italia l’uso delle reti  per la cattura degli uccelli  per la cessione  di richiami vivi, poiché questo metodo rientra fra quelli elencati dalla famosa Direttiva Uccelli   ( reti selettive ecc. )

Ispra, nella lettera attraverso la quale esprime parere negativo alle catture, mette in guardia la Regione anche per ciò che riguarda il tordo sassello  poichè secondo alcuni dati europei avrebbe uno stato di conservazione sfavorevole. 

La solita storiella della Direttiva Uccelli, delle  minacce d’infrazione europea e di tante altre “balle”  che ci raccontano da Ozzano dell’Emilia, dove funziona bene solo il “copia-incolla” di anno in anno .

Regione Lombardia aveva chiesto la cattura di 12.700 uccelli divisi fra tordo bottaccio, sassello e cesena  ma anche per quest’anno è arrivato un perentorio NO.

Il 27 giugno in Regione l’Asss.re Fabio Rolfi incontrerà di nuovo tutte le associazioni e ovviamente fra i temi del giorno si parlerà anche di deroghe e catture.

A proposito di prelievo in deroga ISPRA, sullo storno, dice che potrebbe essere inserito nelle specie cacciabili, ma allo stesso tempo si oppone ad un prelievo in deroga limitato nel tempo e nella quantità.

C’è qualcosa che non torna … .

 

C&D –

 

Condividi l'articolo sui social!

2 Commenti

  • Fortunato Busana

    Che ISPRA sia il nostro nemico giurato è conclamato secondo me 2 sono le opzioni:un atto di volontà politica cioè una Delibera di Giunta che superi il parere(non vincolante) di ISPRA;
    La seconda che si denunci l’operato di ISPRA alle autorità competenti Fortunato Busana.

  • marco

    Come sempre, curioso che il parere negativo di Ispra citi l’articolo 21 della legge europea 2014 e salti a piè pari l’articolo 4 della stessa legge, in cui si definiscono al comma 3 le norme per l’inanellamento e la cessione ai fini di richiamo e al comma 4 le specie oggetto del prelievo.
    L’utilizzo delle reti per la cattura a fini di richiamo, vietato a detta di Ispra, è una debole motivazione poichè la selettività è garantita dal fatto che gli operatori autorizzati (qualificati e ritenuti idonei da Ispra) garantiscono il costante monitoraggio delle catture e l’immediato rilascio di specie non consentite.
    Possibile che non ci sia qualcuno che tuteli il rispetto della legge anche a favore dei cittadino cacciatori?

Lascia un commento

required

required

optional


Apertura alle anatre nel Mantovano

Apertura alle anatre nel mantovano Caccia e Dintorni ha dedicato l’apertura della nuova stagione ad una mattinata di caccia alle anatre da campo con gli amici Elia e Marco. Senza richiami vivi ma solo con passione e tecnica . Un bel video da vedere Condividi l’articolo sui social!

Fiera della caccia di Gussago

 Fiera della caccia di Gussago   A Gussago (Brescia) la 72ma edizione della Fiera della caccia. La manifefestazione fieristica organizzata dalla sezione locale della Federcaccia ad una settima esatta dall’apertura della stagione venatoria ha richiama il pubblico delle grandi occasioni e per noi di Caccia e dintorni è stata l’occasione per intervistare l’Assessore regionale all’ Agricoltura Fabio Rolfi, che ci […]

Richiami per anatre un mondo da scoprire

Richiami per anatre Caccia & Dintorni in collaborazione con Stefano Penazza ha voluto realizzare questo video dedicato ai richiami per acquatici. Nel laboratorio di Stefano abbiamo documentato tutte le fasi della realizzazione di un richiamo. Siamo partiti dalla scelta del legno, la foratura, la sgrossatura al tornio …. fino alla prova conclusiva del suono. Ogni richiamo è un pezzo unico, […]

Caccia al capriolo alla Baraggia con il Franchi Horizon

Caccia al capriolo alla Baraggia con il Franchi Horizon Con noi Giulia Taboga e Andrea Cavaglià, i due giovani testimonials di Franchi   A far da cornice per questo video è l‘azienda agroturistico venatoria La Baraggia del nostro amico Antonio Orizio. Con Giulia Taboga e Andrea Cavaglià , testimonial di Franchi, abbiamo presentato la nuova carabina Horizon di Franchi nel […]